Due cuori, una capanna e…tanta pazienza

Quando la convivenza si fa insopportabile bisogna tornare a rimboccarsi le maniche, tirare un bel sospiro di sollievo e tollerare a oltranza

Coppia sorridente che pulisce

Vivere con chi si ama è un sogno che si avvera, perché ci si può addormentare abbracciati, ci si sveglia la mattina accanto alla persona più speciale che esista al mondo e la si vive appieno senza mai bisogno di dirsi addio. Peccato però che questo sogno idilliaco, pian piano, possa correre il rischio di trasformarsi in un incubo.

Come non rimanere infastidite quando la condivisione degli spazi comuni diventa un caos di calzini sporchi e piatti da lavare lasciati qua e la per la casa dal nostro lui? Eh si, perché con il passare del tempo ci si lascia andare completamente, mollando definitivamente tutti i pudori e le inibizioni.

Cristiano Ronaldo in slip
Principe mutandato

All’inizio della vostra storia quando lo andavi a trovare a casa sua si presentava sempre impeccabile e profumatissimo, vestito di tutto punto e con la barba appena fatta. Ora che invece vivete insieme la maggior parte del tempo te lo ritrovi che gironzola per casa con i boxer ormai lisi dal tempo, i calzettoni di spugna che arrivano al ginocchio e le t-shirt sformate. Decisamente diverso dall’immagine da Bronzo di Riace proposta da Ronaldo. Ma dove è finito quel ragazzo che un tempo ti ha rubato il cuore e l’anima? Se n’è andato, assieme ai pantaloni firmati e le camicie ben inamidate?

Galanterie d’altri tempi

Bouquet fiori
Come se non bastasse, poi, il tuo lui durante le prime uscite si comportava da vero signore aprendoti la portiera, offrendoti cene e aperitivi e presentandosi di tanto in tanto con qualche sorpresa per te (fiori, cioccolatini, peluches e così via). Ora invece, con il passare degli anni, è un miracolo se non sgasa via con la macchina prima che tu riesca ad aprire la portiera, per non parlare delle ricorrenze più importanti, che non ricorda mai. Come affrontare allora questa trasformazione senza venire colte da crisi di isterismo incontrollato ed incontrollabile?

 Invoglialo

Caos in salotto
Prima di tutto in casa ognuno deve avere i propri spazi e compiti, quindi lui deve imparare che se lascia le mutande sul letto queste non cammineranno mai magicamente fino alla cesta dei panni sporchi, quindi se non ce le mette lui rimarranno lì, adagiate sul piumone per sempre. La stessa cosa vale per i mobiletti del bagno, ognuno ha i suoi ripiani e non è ammesso espatriare in quelli degli altri. Se il tuo uomo non ha l’animo del casalingo fallo cominciare pian piano, magari con qualche trovata giocosa che lo invogli a rimboccarsi le maniche invece che stravaccarsi sul divano. “Se mi dai una mano a pulire ti faccio uno strip (o una cenetta con i fiocchi)” sono piccoli escamotage che si possono utilizzare agli inizi per far entrare con delicatezza nella sua testa il fatto che, i lavori domestici, li possono fare anche gli uomini. Se poi non la dovesse capire con le buone allora passa a qualcosa di più drastico: “Non fai nulla tu? Ok, allora sciopero anche io!” Oppure vieti l’accesso in casa vostra ai suoi amici, per lo meno finché non si deciderà a pulire.

Perché, passi che i lavoretti di casa sono una questione da donne (anche se in merito avremmo molto da dire), ma questo non significa che tu debba fare la fine di Cenerentola…

Foto di: Maiptitfleur, Eyeliam, Chantel Beam Photography.


Vedi altri articoli su: Vita di Coppia |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *