Cose da sapere prima di fare sesso in acqua

Cose da sapere prima di fare sesso in acqua

Come fare sesso in acqua? Ecco qualche consiglio per evitare di farsi male, evitare gravidanze indesiderate o malattie sessualmente trasmissibili

Il sesso è una delle componente fondamentale delle relazioni di coppia.

In macchina, a casa, in albergo, in piedi, sdraiati. Sono tanti i modi in cui una coppia può fantasticare di soddisfare il proprio piacere. Tra questi modi c’è anche il sesso in acqua anche se per molte coppie questo è ancora un tabù.

Molte coppie si inibiscono all’idea di fare sesso in acqua anche se, questa prodezze erotica, rientra tra le più classiche per uomini e donne.

Cose da sapere prima di fare sesso in acqua

Prima di tuffarsi, è proprio il caso di dirlo, senza paracadute per fare sesso in acqua, ci sono alcune cose che è importante sapere. Bisogna valutare bene il luogo, come ci si sente, cosa prova il compagno e soprattutto, come in ogni cosa, non forzare la mano.

Attenzione ai luoghi pubblici

Le piscine contengono cloro, ma ciò non significa che siano prive di germi. Il problema non sono le sostanze che si utilizzano per pulire l’acqua. Ciò che causa problemi sono i batteri che portano le stesse persone.

Parliamo dei composti che contengono i prodotti per capelli, le protezioni solari, il trucco e, ovviamente, quelli contenuti nell’urina. Anche se la probabilità di contrarre un’infezione dalle particelle che si trovano in acqua è bassa, la cosa migliore è evitare i luoghi troppo affollati. Quindi, prima provare a fare sesso in acqua in un luogo pubblico, prova a controllare se c’è troppa gente e affidati all’istinto.

Acqua e lubrificazione

Di solito associamo automaticamente l’acqua all’umidità. In realtà questa non favorisce la lubrificazione vaginale.

La ragione? Al momento di immergerci l’acqua entra in fondo alla vagina, ciò significa che le secrezioni vengono eliminate producendo quindi secchezza vaginale. Ecco perché i preliminari sono molto importanti nel sesso acquatico. La vagina, con o senza preliminari,  può irritarsi facilmente con il cloro della piscina o l’acqua salata del mare. Il cloro in particolare può alterare il pH, facendo aumentare la probabilità di soffrire di un’infezione da funghi o di vaginosi batterica.

Da qui l’importanza di utilizzare un lubrificante.

Si può usare il preservativo facendo sesso in acqua?

In realtà non esistono studi che spiegano l’uso del preservativo sott’acqua. Il sale dell’acqua del mare però potrebbe non danneggiare il materiale del preservativo, al contrario il cloro può danneggiarli. Inoltre, è possibile che nell’acqua siano presenti residui di olio o di altre sostanze.

L’assenza di lubrificante, tuttavia, provoca secchezza e genera uno sfregamento che può portare alla rottura del preservativo. Bisogna sottolineare che il preservativo deve essere messo prima di entrare in acqua e con il membro eretto, in caso contrario potrebbe rompersi.

Deve essere ritirato, inoltre, quando il pene è ancora eretto per evitare che rimanga dentro la vagina.

Gravidanze indesiderate

Le possibilità di rimanere incinta avendo rapporti sessuali senza protezione sono esattamente le stesse in acqua che a letto. L’idea erronea che l’ingresso di acqua nella vagina eliminerà lo sperma è totalmente falsa.

Tuttavia, anche la leggenda metropolitana che sostiene che si può rimanere incinta anche solo entrando nella stessa piscina in cui qualcuno ha eiaculato è, per l’appunto, semplicemente un mito.

È ovviamente necessario il contatto fisico affinché il concepimento possa aver luogo. Inoltre, gli spermatozoi possono sopravvivere solo all’interno del corpo umano. Temperature alte o basse significano la morte per queste cellule. Quindi la possibilità di una gravidanza indesiderata avendo un rapporto in acqua è pari alle possibilità che sono tutte le volte che si ha un rapporto non protetto.

Malattie

Ecco un’altra delle ragioni per cui è importante l’uso dei preservativi in acqua anche se risulta più problematico.

La possibilità di contrarre una malattia sessualmente trasmissibile è uguale in acqua come sul letto. Sebbene alcuni disinfettanti eliminino i batteri, il rischio di contrarre delle malattie non è minore. Nonostante i falsi miti sull’argomento è bene prestare attenzione alla propria salute soprattutto se si fa sesso con un partner occasionale.

Le posizioni migliori per il sesso in acqua

Per le posizioni, tutto dipende da dove siete. Però diciamo che alcuni posizioni potrebbe essere considerate “classiche” per il sesso in acqua

Mare o lago

Se siete al largo e siete abbastanza coordinati, potreste provare a farlo cavalcando il materassino.
Se invece siete dove si tocca, sarà più facile farlo uno di fronte all’altro, lui in piedi e lei a cavalcioni, con le mani di lui a sorreggerle il sedere. C’è la variante scoglio, che in teoria è molto sexy, nella pratica potrebbe tradursi in vari tagli sulla schiena. Forse non è proprio la variante più comoda del mondo ma è certamente quella che evoca scene da film indimenticabili.

In piscina

In piscina, senza onde, sfruttare un materassino è senz’altro più comodo e sicuro, in termini di efficacia, che in mare. Ancora meglio, però, è sfruttare il trampolino, che può ospitare sia lei messa di fronte a lui o girata di schiena, che lui, con lei che gli monta sopra, frontalmente. Più semplicemente potete provare a bordo piscina evitando di farvi male.

In doccia

La posizione ideale per fare sesso sotto la doccia è che stiate entrambi in piedi: lui può prenderla da dietro, oppure potete stare l’uni di fronte all’altra e, al massimo, puoi alzarle una gamba per favorire la penetrazione frontale. Sì, nei film il lui di turno la prende in braccio, ma anche se sei super tonico, il problema non sono i tuoi muscoli, bensì il rischio di scivolare entrambi e farvi molto, molto male. Considerate poi le dimensioni della vostra doccia o della doccia dell’albergo, evitate di usare troppo bagnoschiuma (che è anche un ottimo lubrificante) per evitare di inciampare e farvi male. Sembra strano ma molte fratture sono provocate dal sesso acquatico nella doccia di casa.

In vasca

Si sta un po’ stretti ma si può fare: è meglio che lui stia sdraiato/semi sdraiato supino e lei stia sopra. Eventualmente anche in versione cowgirl reverse. Anche per il sesso nella vasca l’attenzione è importante. Considerate che i vostri movimenti potrebbero bagnare il pavimento e quindi attenzione a quando uscite dalla vasca perché potreste scivolare e sbattere la testa sul pavimento.



rapporto a tre
Vita di Coppia

5 posizioni sessuali perfette per un rapporto a tre

sesso in macchina
Vita di Coppia

5 consigli su come rendere il sesso in macchina più confortevole

Feticismi sessuali
Vita di Coppia

Feticismi sessuali di cui non avevi mai sentito parlare prima

coppia aperta
Vita di Coppia

5 segni che ti fanno capire che la relazione aperta è quella giusta per te

giochi erotici per la coppia da comprare subito
Vita di Coppia

5 giochi erotici per la coppia da comprare subito

Cose da sapere prima di fare sesso in spiaggia
Vita di Coppia

Cose da sapere prima di fare sesso in spiaggia

5 modi creativi di usare una benda durante il sesso
Vita di Coppia

5 modi creativi di usare una benda durante il sesso

Bacio alla francese cos'è e come si bacia
Vita di Coppia

Bacio alla francese: cos’è e come si bacia