Temperatura frigo e freezer ideale, come regolarla
Pulizie di Casa

Temperatura frigo e freezer ideale, come regolarla

Termostato manuale o elettrico? Quante stelline ha il tuo freezer? Ecco cosa c’è da sapere per impostare e mantenere la temperatura frigo ideale.

Box riassunto. Termostato manuale o elettrico? Quante stelline ha il tuo freezer? Ecco cosa c’è da sapere per impostare e mantenere la temperatura frigo ideale.

Il frigorifero è tra gli elettrodomestici più importanti della casa, soprattutto durante la stagione estiva. Impostare la temperatura frigo ideale significa non solo avere alimenti sempre freschi, ma soprattutto bloccare – o quantomeno ritardare – la proliferazione di muffe, batteri, germi e altri microrganismi nocivi per la tua salute. Sapere come funziona il termostato è fondamentale.

Come funziona il termostato del frigorifero

Il termostato, infatti, è il dispositivo che determina il corretto funzionamento dell’elettrodomestico. È in parte meccanico e in parte elettrico. È composto da una scatola in lamiera stampata, da cui si dirama un tubo lungo circa 50 centimetri.

Il tubo si espande e si contrae all’interno del frigorifero in base alla temperatura della serpentina di raffreddamento. Nello specifico, all’interno del tubo si trova un gas, la cui espansione si genera attraverso la dilatazione termica.

In questo modo, si attivano dei meccanismi basati su insieme di leve che aprono e chiudono un circuito elettrico, inviando la corrente al compressore del frigorifero che in questo modo può raffreddarsi. Il tubo è piuttosto delicato e si ostruisce con facilità. Per questo motivo, il consiglio è di posizionarlo correttamente a ridosso della parete fredda del frigo.

La temperatura frigo ideale nei modelli più vecchi

Se possiedi un modello low cost o piuttosto datato, per regolare la temperatura frigo ideale probabilmente avrai a disposizione solo un termostato con selettore manuale. Si tratta di una manopola con una rotellina per selezionare numeri che vanno da 1 a 5 o da 1 a 7.

Spesso è presente anche il valore 0, che funge da interruttore generale per spegnere il frigorifero. Il numero 1 si riferisce alla temperatura meno fredda – in genere 7-8 gradi – mentre il 5 (o il 7) è legato alla temperatura più fredda (un grado).

Cerca di evitare gli estremi e imposta il termostato a una numerazione media (il 3 o il 4, che corrisponde all’incirca a +4°C), in modo da evitare rischi di malfunzionamento. Nelle settimane più calde dell’anno, infatti, sarai tentata di abbassare la temperatura del frigorifero. Ma non è una soluzione corretta.

Spostando la rotellina su 5 (o 7), cioè sul livello di freddo più intenso, l’impianto refrigerante lavorerà ininterrottamente. Risultato? La formazione di uno strato di ghiaccio sul fondo e a volte anche sulle pareti del frigorifero. Mantenere una temperatura media (rotellina sul 3 o sul 4), invece, favorisce uno sbrinamento continuo e un livello di freddo costante.

La temperatura frigo ideale nei modelli smart

I modelli più recenti hanno invece un termostato con selettore elettronico per regolare la temperatura ideale frigo. In alcuni elettrodomestici c’è un selettore unico per la temperatura sia del frigorifero che del freezer. In altri ce ne sono due separati per gestire i diversi scomparti. Alcuni tipi di display hanno una numerazione da 1 a 7.

Al contrario della manopola manuale, i numeri in questo caso indicano la temperatura reale: il numero 1 corrisponde a un grado, il 2 a due gradi, ecc. Anche in questo caso, l’ideale è impostare la temperatura del frigo su +4°C. Nei modelli più recenti di fascia alta, sono presenti schermi digitali Led con interfaccia touch – in evidenza sulla porta esterna del frigo – e meccanismi interni che consentono un controllo ancora più accurato della temperatura interna.

Il doppio sistema di refrigerazione con evaporatori separati, ad esempio, consente di gestire in modo indipendente la temperatura del vano frigo e del vano freezer, mantenendo livelli di umidità ottimali. La presenza di un pannello di vetro che si illumina con due semplici tocchi delle dita, invece, permette di guardare all’interno del frigorifero senza aprire la porta, evitando così la dispersione di aria fredda e l’ingresso di aria calda.

La temperatura freezer ideale

La maggior parte dei produttori di elettrodomestici raccomanda di impostare la temperatura freezer ideale su -18°C per una corretta conservazione degli alimenti congelati e surgelati. Più la temperatura è bassa, più rallenta la proliferazione dei microrganismi dannosi per la salute.

Tuttavia, per avere una temperatura molto bassa occorre un grande dispendio di energia. Dopo anni di studi scientifici, si è arrivati alla conclusione che -18 °C rappresenta un buon compromesso tra qualità degli alimenti e consumo energetico.

Inoltre, puoi fare riferimento al meccanismo delle stelline, utilizzato per classificare la potenza dei freezer. Ad ogni stella corrisponde una temperatura di conservazione di -6 °C. Se il tuo freezer ha una sola stella, devi consumare i surgelati entro una settimana. Ne ha due (-12°C)? Devi consumarli entro un mese. Se il freezer ha tre o quattro stelle, infine, puoi conservare i surgelati fino alla data di scadenza riportata sulla confezione.

Abitudini corrette

Ricorda: a fare la differenza, per mantenere la temperatura frigo ideale, sono anche i tuoi comportamenti. Evita di aprire e chiudere in continuazione – o di lasciare aperta per troppo tempo – la porta del frigorifero (o del freezer).

Ad ogni apertura, infatti, la temperatura interna dell’elettrodomestico aumenta, assorbendo calore dall’ambiente esterno. Non è quindi un comportamento indicato per una corretta conservazione degli alimenti. Alcune categorie di prodotti, inoltre, hanno specifiche esigenze di conservazione.

Carne e pesce, ad esempio, hanno bisogno di un freddo maggiore. Dovresti posizionarli nei ripiani più bassi del frigo. Verdura e frutta vanno sistemate nei cassetti, mentre le bevande (latte, acqua, succhi di frutta…) nell’anta laterale. Puoi riporre uova, latticini e cibi cotti sui ripiani alti o centrali, cioè dove è leggermente meno freddo.

Ricorda, poi, di non inserire mai all’interno del frigorifero gli alimenti ancora caldi. Stesso discorso per scatolette e vasetti ancora sigillati, che puoi tranquillamente conservare in dispensa. Se possibile, evita di sovraccaricare il frigorifero. Occupare tutti gli spazi disponibili, infatti, rende più difficile mantenere omogenea la temperatura.

Ultimi suggerimenti per la temperatura frigo ideale

Non trascurare né la manutenzione né la pulizia interna. Dimenticare di sbrinare il frigo e il freezer causa grossi accumuli di ghiaccio e fa diminuire drasticamente il potere refrigerante dell’apparecchio. Verifica periodicamente le condizioni nelle guarnizioni delle porte di frigo e freezer.

La mancanza di aderenza, infatti, consente l’ingresso di aria calda dall’esterno. Stai progettando un nuovo arredamento per la tua cucina e hai ampio spazio a disposizione? Per frigo e freezer scegli la zona più fresca della stanza. Evita, dunque, le pareti più esposte al sole e sistemalo il più lontano possibile dal forno.



Piccioni, come allontanarli con metodi naturali
Pulizie di Casa

Piccioni, come allontanarli con metodi naturali

Come pulire l'estrattore e la centrifuga
Pulizie di Casa

Come pulire l’estrattore e la centrifuga

Come pulire l'ardesia con prodotti naturali
Pulizie di Casa

Come pulire l’ardesia con prodotti naturali

Pulizie post vacanza
Pulizie di Casa

Pulizie post vacanze, 10 cose che dovete assolutamente pulire

Lavare a mano, come farlo nel modo corretto
Pulizie di Casa

Lavare a mano, come farlo nel modo corretto

Come lavare le mascherine di stoffa
Pulizie di Casa

Come lavare le mascherine di stoffa

Igienizzare i nuovi must have per una casa a prova di covid-19
Pulizie di Casa

Igienizzare: i nuovi must have per una casa a prova di covid-19

Come pulire il congelatore
Pulizie di Casa

Come pulire il congelatore

Come pulire le airPods
Elettrodomestici

Come pulire le airPods

Le airpods sono diventate un accessorio che viene utilizzato frequentemente, ma come si fanno a pulirle? Ecco alcuni consigli.

Leggi di più