La tavola di Capodanno

Come personalizzare uno dei banchetti più importanti dell'anno

tavola di capodanno

Per la sera del 31 dicembre molti hanno scelto di aspettare l’inizio del 2015 a casa, in compagnia di amici o parenti. In questi casi la tavola di Capodanno sarà il fulcro del festeggiamento e proprio per questo va preparata senza trascurare alcun dettaglio. Innanzitutto le decorazioni cambieranno in funzione dello stile della serata: se il clima sarà informale si potranno scegliere accessori più pratici, piatti e bicchieri usa e getta, posate di plastica in colori sempre molto allegri come buon augurio per il nuovo anno. Se la cena sarà più formale e soprattutto per poche persone potremo “agghindare” la nostra tavola secondo un tema specifico, con piatti particolari o con i servizi riposti affinché proprio questa magica festa sia l’occasione speciale che stiamo aspettando per utilizzarli. E se qualche pezzo andrà in frantumi, varrà il detto che in questa notte invita a buttare o rompere qualcosa,  per scaramanzia e buon augurio per il futuro.

La cenetta romantica tête-à-tête

brindisi capodanno
Per la tavola da due persone la fantasia può scatenarsi arrivando anche ad eccessi di lusso sfrenato: promossi i candelieri, il rosso fuoco, le posate scintillanti, i sottopiatti dorati o argentati. Visto il ridotto numero dei commensali si possono anche osare posate e piatti diversi per ogni portata, per evitare la mistione dei sapori e garantire una esperienza sensoriale perfetta anche a tavola.
L’idea in più potrebbe essere una bella dedica personalizzata da appoggiare sopra al tovagliolo, magari arrotolata a mo’ di antica pergamena. Immancabile il sottofondo musicale che deve essere romantico e non invadente. Per i più timidi questa potrebbe essere anche l’occasione perfetta per fare promesse o richieste da ricordare per sempre, magari accompagnate da un bel mazzo di fiori, un dono importante o il classico anello che in questo caso sarebbe “benedetto” dall’arrivo del nuovo anno.

Il capodanno con gli amici più cari

Una tavola accogliente e non troppo impegnativa deve essere allegra e coerente: va bene scegliere il classico abbinamento rosso/oro, o due colori a contrasto come il giallo e il blu, o il verde e arancione. Sono simpatici anche i look etnici, come il giapponese con accessori squadrati e semplici, o il minimal-chic. Non dimenticate mai però la tradizione: apparecchiate pure in modo stravagante ma non tralasciate qualche portata che tutti si aspettano, come le lenticchie o il cotechino a mezzanotte. Si può scegliere anche un tono un po’ vintage, abbinando a ciascun invitato un bicchiere diverso, magari un po’ “invecchiato” da buttare all’arrivo del nuovo anno. Questi suggerimenti valgono sia per la tavola apparecchiata sia per il modello buffet, dove tutti sono liberi di scegliere le pietanza per poi sedersi su tavoli allestiti con tovaglie che possono essere impreziosite da centrotavola di fiori freschi o di oggetti riciclati, come le bottiglie di plastica che, ritagliate e modellate, diventano bellissimi porta candele o segnaposto.

C’è sempre una versione alternativa…

Chi sceglie la sera di Capodanno per fare qualcosa di diverso e mangiare senza fronzoli per uscire alla scoperta della città, non deve trascurare il suo banchetto. Anche se si mangiano panini o si consuma un pasto frugale, è fondamentale curare i dettagli, come la salvietta color pervinca o bronzo acquistata per l’occasione, o il flute comunque in cristallo per brindare. Sembrano particolari insignificanti, ma in realtà non sono altro che piccole manifestazioni di amore, formalità che rendono la vita più piacevole e che vanno accolte con entusiasmo.


Vedi altri articoli su: Decorazioni di Natale |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *