Perfette per arredare la scrivania dell'ufficio: le piante hanno anche effetti su umore e produttività.

La natura in ufficio: piante sempreverdi sulla scrivania

Ossigenano l’aria, combattono lo stress e aumentano la produttività sul lavoro: vediamo quali piante scegliere per la nostra scrivania.

Vi trascorriamo parecchie ore ogni giorno, testimone silenziosa dei nostri sbalzi d’umore, dei nostri nervosismi, delle chiacchiere con i colleghi. La scrivania del nostro ufficio è come se fosse una parte di noi ed è inevitabile, soprattutto per noi donne, personalizzarla e arredarla per renderla ancora più nostra. Possiamo farlo non soltanto riempiendola di oggetti (fotografie, portapenne colorati, post-it) ma anche con qualche bella piantina, in grado di migliorare perfino l’umore e la produttività.

Depurare l’ufficio con le piante

Se a dirlo è addirittura la Nasa non possiamo non crederci: le cosiddette “piante da ufficio” non sono soltanto un complemento d’arredo green e di design ma possiedono delle specifiche proprietà benefiche per cui riescono a depurare l’aria da sostanze nocive volatili (VOC). Risultato? Migliorano l’umore e di conseguenza anche il livello di produttività sul lavoro. In maniera particolare sarebbero dieci le piante in grado di ridurre lo stress e di garantire l’umidità “ideale” all’interno del nostro ufficio.

L'Aloe e l'Agave sono le piante grasse consigliare per la scrivania

Aloe e Agave

Alcune di queste sono piante grasse, come l’Aloe, molto semplice da curare e capace di resistere anche negli spazi più piccoli, molto apprezzata per le sue proprietà curative. Poi c’è l’Agave, che non ha bisogno di acqua anche per periodi lunghi, cresce con ritmi lenti ed è perfetta per arredare lo spazio di una scrivania.


Le altre amiche verdi dell’ufficio

L’Areca palmata è nota da tempo per la sua capacità di depurare l’aria producendo molto ossigeno e umidità e combattendo l’elettrosmog; inoltre ha un bell’aspetto, dunque è perfetta per abbellire l’ufficio. Forse non proprio adatto alla scrivania ma perfetto in un open space è il Bambù, eccellente nel filtrare sostanze come il benzene, il formaldeide e il tricloroetilene. Cresce rapidamente, dunque potremmo servircene per comporre un bel separé ecologico tra le scrivanie. La Dracena marginata ha delle belle foglie bicolori e non ha bisogno di cure particolari; anche questa pianta ha proprietà ossigenanti. Il Falangio, noto anche come “pianta ragno”, è nemica dei composti volatili e degli allergeni e ha una funzione anti-stress naturale. Andrà bene posizionata sugli scaffali più alti o in vasi pensili da appendere al soffitto. La Melissa va bene anche sulla scrivania, non richiede cure eccessive e grazie agli olii essenziali delle sue foglie mantiene il buon umore e il benessere al lavoro. Il Filodendro è un’altra pianta da appartamento che va bene anche per l’ufficio, libera l’aria dai composti volatili e dall’anidride carbonica in eccesso.  Idem la Felce di Boston. Secondo la Nasa è però lo Spatifillo la vera pianta “regina” dell’ufficio: ciò si deve alla sua elevata capacità di depurare l’aria dalle sostanze nocive.

Ti potrebbe interessare anche

Giardinaggio

Vasi low cost: come creare un orto in casa

Terrazzo con piante.
Giardinaggio

Piante per arredare il terrazzo

Giardino fiorito
Giardinaggio

Giardino fiorito: qualche consiglio

Serra: come rendere l'orto chic
Giardinaggio

Serra: come rendere l’orto chic

Coltivare i pomodori
Giardinaggio

Coltivare il pomodoro: come farlo se non si ha molto spazio

Piante grasse
Giardinaggio

Piante grasse da interni e da giardino

Campo di zucche
Giardinaggio

Orto: come coltivare la zucca

Orchidea
Giardinaggio

Scopriamo le orchidee rare

5 consigli per una tavola estiva
Consigli per la casa

5 consigli per una tavola estiva

Ecco qualche consiglio utile per apparecchiare una tavola bella e colorata in perfetto stile estivo.

Leggi di più