Cucine Rastelli, design italiano con un’anima internazionale

Nato nel 2014 da un'idea di Renzo Rastelli, il nuovo brand offre design, innovazione e funzionalità, con il tocco creativo firmato Ferruccio Laviani e Karim Rashid

Rastelli Beluga, equilibrio di colori e materiali tra la linearità dei tubolari metallici, la massa dell’anta in rovere termotrattato, e la lamiera forata
Rastelli Beluga, equilibrio di colori e materiali tra la linearità dei tubolari metallici, la massa dell’anta in rovere termotrattato, e la lamiera forata
  • Rastelli Beluga, equilibrio di colori e materiali tra la linearità dei tubolari metallici, la massa dell’anta in rovere termotrattato, e la lamiera forata
  • Rastelli Tiffany, ante laccate lucide e opache, decorativi,  preziose finiture oro e argento, maniglie in acciaio o oro lucido, schienali in granito nero assoluto o marmo bianco di Covelano con venature  oro o argento
  • Rsatelli R1 (quercia moka), aspetto estetico della cucina minimale
  • Rastelli R1 bianco legno con profili in alluminio verticali e orizzontali
  • Rastelli R1 in bianco noce tabacco con l'anta in 8 diversi materiali (laminatino finitura legno, laminato bordo laser, polimerico, laccato opaco, laccato lucido monofacciale, impiallacciato rovere, vetro e ceramica)
  • Rastelli Royale termocotto, lo spazio della composizione si sviluppa fino a divenire parte integrata e integrante della zona living
  • Rastelli Royale bianca con l’anta di forte spessore di 28 mm presentata in una serie di varianti
  • Rastelli Royale acacia, pensata per cucinare e muoversi comodamente. I materiali spaziano dai laminati finitura legno ai laccati opachi e lucidi spazzolati per arrivare al vetro e alle essenze legno più pregiate  come l’ebano e i roveri termotrattati
  • Rastelli Kook con lavello che può nascondersi sotto un tagliere in finitura per creare una superficie continuativa
  • Rastelli Kooks con serrandine che contengono ripiani illuminati a ledL e una cappa integrata sopra il piano cottura
  • Rastelli Kookle con ante in corian applicato su un telaio di alluminio nascosto: tecnicità, solidità e minimalismo estetico
  • Rastelli Karan con un’isola aperta a forma di piedistallo
  • Rastelli Karan, silhouette arrotondata con le ante in vetro in finitura opaca e lucida e  ceramica
  • Rastelli Beluga, la luce viene inserita come quarta dimensione dello spazio
  • Rastelli Beluga, composizione di sobria eleganza che interpreta lo spazio che la contiene
  • Rastelli Beluga, esempio di design experience, esperimento sensoriale che coinvolge i cinque sensi, sistema concreto ad architettura aperta
  • Rastelli Beluga con ante con apertura scorrevole complanare che non ingombrano e permettono agevole accesso all’interno dei contenitori
  • Rastelli Tiffany cacao, un’interpretazione all’avanguardia dello stile classico

La filosofia delle cucine Rastelli

Design, qualità e green racchiudono lo stile della mission del gruppo Rastelli che, nato quest’anno da un’idea di Renzo Rastelli di Aran Cucine, sta già diventando un punto di riferimento del settore offrendo un prodotto poliedrico, che non smette mai di evolvere, che conferma il design italiano e contemporaneamente aspira all’internazionalità. Tutto questo tenendo sempre ben presenti i temi dell’ecocompatibilità e dell’ergonomia. Il risultato è quello di una cucina moderna che interpreta al meglio la perfetta simbiosi tra design e funzionalità, dove la cura di ogni dettaglio si propone di soddisfare contemporaneamente il gusto estetico del cliente ma anche l’utilizzo che dovrà fare di sportelli, ante e piani cottura.

Esperienza e innovazione con Ferruccio Laviani e Karim Rashid

“Le mie creazioni sono prima di tutto colpi di pancia”. Il guizzo creativo è il segreto di Ferruccio Laviani, uno dei due architetti che firmano il design delle cucine Rastelli. Con lui anche il designer industriale canadese Karim Rashid, confermando subito l’obiettivo di penetrare non solo il mercato italiano, ma quello internazionale. La genialità funzionale di Ferruccio Laviani e Karim Rashid è inconfondibile, anima ogni minimo particolare dei modelli che portano il loro design.

Beluga, il mix equilibrato di Laviani

Uno dei “colpi di pancia” di Laviani ha prodotto il modello Beluga, che interpreta lo spazio come un’orchestra e consente di contaminare in maniera originale ombra e luce, volume e vuoto, lamiera e materiale naturale. Il tutto con armonia ed equilibrio. La composizione ruota attorno a due caratteristiche distintive: l’utilizzo della luce come quarta dimensione nello spazio, in un costante equilibrio di colori e materiali, e la planarità grazie alle ante con apertura scorrevole complanare, che permettono di annullare l’ingombro e di accedere con facilità all’interno dei contenitori. Una cucina Beluga è una vera design experience.

Rastelli Beluga
Modello Beluga: la luce viene inserita come quarta dimensione dello spazio

Karan e Kook, l’innovazione funzionale di Rashid

Karim Rashid ha firmato i modelli Karan e Kook, assolutamente innovativi. Karan risponde al pensiero di Rashid per il quale la cucina è il cuore della casa. Il concetto si sviluppa con unì’isola aperta a forma di piedistallo dalla curva affusolata, invito esplicito a prendere posto e a godersi il pranzo. Il mixer di luci led, un tagliere multiuso sopra il lavello, l’utilizzo del vetro per le ante in finitura opaca e lucida oltre che alla ceramica sono tutti dettagli che rendono ancora più esclusivo un modello già originalissimo. “Per la cucina Kook ho voluto creare un design innovativo per convertire le sfide culinarie più impegnative in puro piacere estetico”, spiega Karim Rashid e basta guardare anche solo le foto per rendercene conto.
La scelta sapiente di stili e materiali si ritrova anche nei modelli R1, Royale e Tiffany.

Rastelli Kook
Modello Kook con serrandine, ripiani illuminati a led e cappa integrata sopra il piano cottura


Vedi altri articoli su: Arredamento |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *