Spazzolino elettrico per bambini

Spazzolino elettrico per bambini

Quando iniziare a lavare i denti ai bambini? E soprattutto quale spazzolino scegliere? In questo articolo cerchiamo di rispondere alle domande più frequenti.

In collaborazione con Quale Scegliere

I genitori lo sanno bene: prendersi cura dell’igiene del proprio bambino include moltissime attività quotidiane, tanta pazienza e particolare attenzione. Una delle abitudini da non tralasciare è quella di prendersi cura dei suoi dentini fin da subito. Un’operazione che con un po’ di pratica può diventare semplice e divertente anche per il proprio bimbo. 

Come lavarli, quando e quali prodotti scegliere sono solo alcune delle tante domande che un genitore si pone quando è il momento di introdurre questa importante routine quotidiana. In questo articolo cercheremo di rispondere a quelle più frequenti.

Quando iniziare a lavare i denti ai bambini?

Anche se i primi denti da latte saranno poi sostituiti da quelli definitivi, l’igiene orale inizia già con lo spuntare del primo dentino. Questo può avvenire attorno ai 6 mesi di vita del piccolo ma anche più avanti. Iniziare da subito è infatti fondamentale per una serie di motivi tra cui, per esempio, l’importanza di consentire al bambino di familiarizzare con lo spazzolino. Per stabilire così una routine quotidiana che lo accompagnerà poi per tutta la vita. 

Lavare i dentini da latte è inoltre importante per mantenerli sani ed evitare problemi futuri. La loro caduta precoce, la presenza di carie e una scarsa igiene orale potrebbero poi dare vita a problemi di nutrizione o sviluppo del linguaggio (oppure altre problematiche di vario genere) all’arrivo dei denti permanenti.

Spazzolino e dentifricio: quale scegliere?

All’inizio si potrà utilizzare uno spazzolino adatto ai primi mesi, bagnandolo in acqua ma senza dentifricio e passandolo poi con delicatezza su ogni dentino, mentre si tiene in braccio e si culla il piccolo. In questa prima fase è importante scegliere uno spazzolino ultra morbido, dotato di una testina di piccole dimensioni e manico largo. 

A partire dai 2 anni l’impresa diventerà più semplice e si potrà insegnare al proprio bimbo a farlo da solo (ma sempre con la supervisione di un grande!), trasformando questa attività in un’operazione da effettuare almeno mattina e sera.

In commercio esistono ormai moltissimi modelli di spazzolini per bambini, suddivisi per fasce d’età che vanno dai 0 ai 2 anni, dai 3 ai 6 e dai 6 anni in su, con qualche variazione a seconda del casa produttrice. A partire dai 3 anni si può inoltre optare per uno spazzolino elettrico per bambini, una scelta che potrebbe rivelarsi saggia quando il bambino non ne vuole sapere di lavarsi i denti.

Questione dentifricio: da usare sono sempre e solo quelli indicati per bambini, meglio se contenenti fluoro. I dentisti lo raccomandano infatti per la prevenzione delle carie. Alcuni potrebbero obiettare che il fluoro, se ingerito, potrebbe causare danni ai denti. Ma negli ultimi anni le opinioni degli esperti sono cambiate e si è dimostrato che le quantità di fluoro che il bimbo inevitabilmente ingerisce sono talmente minime da non costituire un pericolo.

Gli alimenti da evitare

Fare attenzione allo zucchero non è affatto una novità e questo vale non solo in quanto è importante offrire un’alimentazione corretta al bambino in termini generali, ma anche per mantenere i denti sani e tenere il problema delle carie a distanza. Evitate dunque succhi di frutta, bibite, dolciumi, ma anche snack salati di produzione industriale, non di certo privi di questi carboidrati. Poi, tra dire il fare, si sa… non sempre è possibile evitare questi alimenti al 100%; consentirli solo in speciali occasioni è probabilmente la strada giusta.

Lavare i dentini: un’impresa non sempre facile!

Spazzolare i denti per due minuti e almeno un paio di volte al giorno non sempre è un’attività entusiasmante per i bambini. Cosa fare quindi quando il bambino si rifiuta di lavarsi i denti? Un primo suggerimento è quello di creare una routine fatta di piccoli step sempre uguali e accompagnata da canzoncine e stratagemmi diversi per rendere questo momento divertente e da condividere assieme. Lavarsi i denti tutti assieme è spesso un’ottima idea per rendere il bambino partecipe! 

Se ciò non bastasse, un’ottima soluzione è lo spazzolino elettrico per bambini: oltre ad essere più semplice da utilizzare, spesso è caratterizzato da colori vivaci, stickers da applicare ed effetti luminosi e sonori che aiutano a rendere l’uso dello spazzolino molto più accattivante.

Per ulteriori informazioni sugli spazzolini elettrici per bambini potete dare un’occhiata alla guida all’acquisto a cura di Qualescegliere.it. 



Cellulare in acqua: cosa fare se cade in mare
Auto & Tech

Cellulare in acqua: cosa fare se cade in mare

Franchigia per noleggio auto: cosa sapere
Auto & Tech

Franchigia per noleggio auto: cosa sapere

Ndivia Shield K1
Auto & Tech

10 tablet sotto i 200 euro

Auto & Tech

Buonissimo carburante eni: la spesa vale di più

Auto & Tech

Come aprire un blog

Tim Cook, CEO di Apple
Attualità

iPhone 6 curvo: inizia la “guerra” degli smartphone

Frullatore o frullatore ad immersione: quale conviene davvero?
Elettrodomestici

Frullatore o frullatore ad immersione: quale conviene davvero?

Avete deciso di acquistare un frullatore ma non sapete scegliere se comprarne uno a immersione o meno? Ecco come fare la scelta giusta.

Leggi di più