prevenzione tumore al seno

Tumore al seno: la prevenzione è l’arma vincente

La lotta al tumore del seno, il cancro più diffuso nel sesso femminile, passa per la prevenzione. Da iniziare giovanissime, già a 20 anni, e portare avanti con costanza.

Quello del tumore del seno è un rischio ancora sottovalutato da molte donne, stando a una recentissima ricerca dell’University of Michigan Medical School, ora pubblicata sulla rivista “Patient Education and Counseling”. Almeno una donna su cinque tenderebbe a sottovalutare il problema – anche chi ha casi precedenti in famiglia o abitudini di vita non salutari (fumo, alcol, sedentarietà, scorretta alimentazione) ed è per questo più a rischio.

E le italiane?

Le donne del Bel Paese non sembrano assai più attente, nonostante la sempre maggiore diffusione di una cultura della prevenzione e del controllo costante. Secondo i dati raccolti nell’ultima campagna del nastro rosa della LILT, la Lega Italiana per la Lotta ai Tumori, solo il 9,4 per cento sa quale sia l’incidenza: molte pensano che ne colpisca una su 50 o 100.

Esami strumentali per la diagnosi
Esami strumentali per la diagnosi

La statistica dice invece che ad essere colpita da tumore del seno è una donna su 10 – si tratta del tumore più frequente nel sesso femminile.

Eppure, un po’ di attenzione, grazie a screening e progressi della medicina, può aiutare a individuare precocemente un tumore mammario, e migliorare il proseguo del trattamento.

La sopravvivenza, per un tumore individuato nello stadio 0, è del 98 per cento.

Ma quali sono i primi sintomi?

Generalmente le forme iniziali di tumore del seno non causano dolore. E il dolore al seno non è collegato col tumore, ma più spesso alle naturali variazioni ormonali dovute al ciclo. Più attenzione bisogna invece fare a noduli palpabili o visibili, ad alterazioni del capezzolo, della pelle, della forma del seno, o a perdite monolaterali. Ma la maggior parte dei tumori del seno non dà segno di sé, e risulta solo da esami diagnostici: mammografia o ecografia, eventuale biopsia. Ecco perché la prevenzione è più importante che mai.

La prevenzione

La prevenzione del tumore del seno va iniziata già attorno ai 20 anni, con l’autopalpazione da eseguire ogni mese (dal settimo al quattordicesimo giorno di ciclo, osservano eventuali mutazioni nella forma del seno o del capezzolo e individuando eventuali noduli), per proseguire con controlli annuali (dal ginecologo o dal senologo), fino alla mammografia annuale dopo i 50 anni.

Senza dimenticare una corretta alimentazione – la dieta mediterranea sopra tutte, un regolare esercizio fisico, l’astenersi da fumo e dall’abuso di alcol.

La cura

 

Ovviamente una diagnosi precoce è importante per la cura del tumore del seno, che per lo più prevede un intervento chirurgico: ove possibile, si ricorre alla chirurgia conservativa seguita dalla radioterapia; sia in caso di chirurgia conservativa che in caso di mastectomia si procede poi con la ricostruzione del seno; mentre la chemioterapia può essere utile, ma non sempre necessaria.

Infine, paiono essere in corso enormi progressi anche per la forma più aggressiva di cancro del seno, il triplo negativo (che costituisce il 10 per cento circa delle forme di carcinoma del seno): finora privo di bersagli terapeutici, contro di esso molte ricerche recenti stanno aprendo la strada a farmaci di nuova generazione.



Microplastiche, gli effetti sulla salute e come evitarle
Salute

Microplastiche, gli effetti sulla salute e come evitarle

Come perdere peso senza dieta: 10 consigli
Salute

Come perdere peso senza dieta: 10 consigli

Raffreddore: come curarlo a tavola
Salute

Raffreddore: come curarlo a tavola

Cinque cibi da evitare a colazione
Salute

Cinque cibi da evitare a colazione

Bevande zero calorie e proteine vegetali i trend alimentari del 2020
Salute

I trend alimentari del 2020

Natale in salute 5 consigli per sopravvivere ai pasti infiniti
Salute

Natale in salute: 5 consigli per sopravvivere ai pasti infiniti

L'acqua del rubinetto fa davvero male o no?
Salute

L’acqua del rubinetto fa davvero male o no?

bagni sonori meditazione
Salute

Bagni sonori, meditazione e ritiri benessere: i trend del 2020

allenamento di coppia
Fitness

Allenamento di coppia: i benefici per il cuore

Fare sport insieme al proprio partner aiuta il rapporto di coppia, migliora l’intesa e fa bene a mente, corpo e cuore!

Leggi di più