rosacea

Rosacea, cause e rimedi

Come si manifesta la rosacea e come si distngue dall’acne? Ecco perchè è importanti rivolgersi subito allo specialista in presenza di sintomi

Tra le malattie che colpiscono la pelle, la rosacea è certamente una tra le più fastidiose perché si manifesta generalmente sul viso. Oltre ai problemi causati dai sintomi, infatti, può creare anche disagi psicologici. Ma quali sono le cause e come si può intervenire per curarla?

La rosacea, cos’è

Spesso confusa con l’acne, la rosacea è un disturbo cutaneo che solitamente si manifesta in soggetti con la carnagione chiara, sebbene non siano rari episodi della malattia anche in persone dalla pelle più scura.

Visivamente si manifesta con un arrossamento della pelle che si estende nella parte centrale del volto, accompagnato anche dalla presenza di piccoli brufoli, sulle guance e sul naso.

L’eruzione cutanea tipica di questo disturbo è molto simile all’acne ma compare generalmente in soggetta di età compresa tra i 30 e i 50 anni e non in adolescenza. Per questo, spesso, la si definisce l’acne dell’adulto.

Le cause di questo disturbo

Come accade per molti disturbi, anche per la rosacea non sono note cause certe. È riconosciuto che sono diversi fattori che concorrono, anche insieme, a originare il disturbo. Una multifattorialità che va dall’alimentazione al clima, passando per lo stress.

L’eccessiva esposizione alla luce solare, ad esempio, può provocarne la comparsa. Ma anche il clima circostante, troppo caldo o troppo freddo, o il vento potrebbero avere un ruolo nell’origine del disturbo.

In alcuni casi, nelle donne soprattutto, la rosacea potrebbe essere una reazione ad alcuni tipi di cosmetici, o semplicemente – questo vale per tutti – una risposta del corpo a un particolare stress emotivo.

È stato inoltre dimostrato come alcuni alimenti, quelli piccanti in primis, rappresentano un fattore scatenante nella riacutizzazione. Non solo: anche alcuni farmaci possono aggravare la condizione.

Alcuni studi, infine, suggeriscono un legame tra questo disturbo e alcuni batteri, ma non è stata provata una causalità diretta tra l’infiammazione batterica e la rosacea.

I sintomi della rosacea

Ma come si manifesta esattamente questa malattia dermatologica? I segni che la caratterizzano possono essere diversi e dipendono anche dalla gravità della patologia stessa.

Tra quelli più comuni si annoverano certamente un marcato rossore sul viso, spesso accompagnato da un persistente senso di bruciore e gonfiore. Frequenti sono anche la comparsa di piccole lesioni, papule o pustole sul viso e l’ispessimento e la secchezza della pelle nelle zone del volto colpite.

La rosacea può colpire anche l’area intorno al naso e agli occhi, causando in questi casi anche irritazione oculare e gonfiore, mentre in alcuni casi si può assistere anche alla dilatazione dei piccoli vasi sanguigni che si trovano su naso e guance.

Non è raro che questo disturbo, oltre che sul volto, possa generare sintomi anche in altre zone vicini, come cuoio capelluto, orecchie e collo e in talvolta anche sul torace.

Come comportarsi?

Nell’eventualità di comparsa di uno o più sintomi, è opportuno rivolgersi al proprio medico: prima si interviene meno gravi saranno le conseguenze. Non esiste un esame specifico per individuare tale patologia, pertanto la diagnosi dello specialista si basa essenzialmente sulla tipicità dell’eruzione cutanea.  

È importante infatti che la patologia venga diagnostica in tempo non solo per intraprendere l’adeguato trattamento farmacologico, ma anche per evitare di assumere comportamenti sbagliati che potrebbero aggravare la situazione. Come detto, alcuni alimenti, prodotti di bellezza e alcune condizioni climatiche e ambientali sono assolutamente da evitare in questa condizione.

Il parere di uno specialista e la corretta terapia, da una parte limitano i danni sulla pelle e dall’altra aiutano a ridurre gli effetti negativi sullo stile di vita del soggetto che ne viene colpito.

Avere segni indesiderati sul volto può infatti compromettere la qualità della vita del paziente, che spesso, soprattutto nelle relazioni sociali, prova un senso di frustrazione, imbarazzo, disagio.

Rimedi per curare la rosacea

Una volta che il dermatologo ha diagnosticato la rosacea, inviterà il paziente a seguire una cura specifica per ridurre gli effetti della malattia sulla pelle del viso. Il trattamento che indicherà lo specialista può essere diverso da caso e caso e dipendere dall’entità del disturbo. La scelta su come intervenire è legata anche alla frequenza con cui compaiono i sintomi che possono essere persistenti o alternarsi nel tempo.

Una via per trattare la patologia potrebbe essere quella di assumere farmaci antibiotici, per via orale o da applicare direttamente sulle zone interessate, attraverso creme e pomate.

Lo specialista potrebbe anche consigliare una adeguata protezione solare e prodotti ad alto effetto emolliente.

Va detto che brufoli e altre lesioni che caratterizzano questa malattia dermatologica potrebbe lasciare alcune cicatrici sulla pelle. Per rimediare, è possibile intervenire sulla cute danneggiata con diversi trattamenti che includono, ad esempio, la tecnologia laser e l’elettrocauterizzazione.



Le 5 migliori coppette mestruali e perché sceglierle
Salute

Le 5 migliori coppette mestruali e perché sceglierle

10 migliori colluttori per prevenire la placca
Salute

10 migliori colluttori per prevenire la placca

Semi di chia, proprietà benefiche e controindicazioni
Salute

Semi di chia, proprietà benefiche e controindicazioni

Come la pandemia ha impattato sulla nostra salute mentale
Salute

Come la pandemia ha impattato sulla nostra salute mentale

I sette chakra cosa sono e a cosa servono
Salute

I sette chakra: cosa sono e a cosa servono

Quante calorie ha una pizza
Salute

Quante calorie ha una pizza

I cibi che contengono vitamina d
Salute

I cibi che contengono vitamina d

Massaggio ayurvedico, i benefici
Salute

Massaggio ayurvedico, i benefici

Esercizi cardio
Fitness

Esercizi cardio: dimagrire a casa come in palestra

Squat jump, plank, salto con la corda, skip e mountain climber: l’elenco degli esercizi cardio “brucia grassi”, da fare a casa, è davvero lungo.

Leggi di più