I benefici della serotonina

Un ormone prodotto dal nostro organismo, importante per il nostro benessere ma a volte va stimolato con alcuni rimedi

La serotonina, il cui nome scientifico è triptamina, un neurotrasmettitore monoaminico prodotto dal sistema nervoso centrale e dal sistema gastrointestinale, è nota comunemente come “l’ormone del buonumore”, infatti aiuta a regolare lumore (è uno dei più importanti antidepressivi naturali), il sonno (equilibrando il ritmo), l’appetito (regolandone il senso di sazietà), la temperatura corporea e la sessualità.
Si tratta dunque di un ormone importantissimo per il nostro benessere e non avere i giusti livelli può causare qualche piccolo disturbo.
Ma cosa accade se i valori di questo ormone sono troppo bassi? Innanzitutto per misurare questo parametro è sufficiente fare delle analisi del sangue specifiche in grado di mettere in evidenza i valori; generalmente un buon livello di serotonina si aggira intorno 101 e 283 ng/ml.
Possiamo dare una mano al nostro sistema nervoso e gastrointestinale per incrementare i livelli di serotonina? La risposta è affermativa e gli aiuti arrivano dall’alimentazione, dallo stile di vita sano e dai classici integratori.

una fonte preziosa di serotonina
Cibo

Il cibo è il principale stimolatore di serotonina e ci sono degli alimenti specifici che non devono mancare nella nostra dieta quotidiana.
Prezioso è tutto ciò che è ricco di omega 3 innanzitutto – infatti è noto che questo elemento aiuta a rilassarsi, combatte lo stress, abbassa i livelli della pressione alta, regola il sonno – i carboidrati integrali anche sono un ottimo alleato per incrementare la serotonina così come le banane, i kiwi, le patate, le uova, i latticini freschi, le noci e le mandorle ricchissimi tutti di vitamina B e di triptofano.
Dulcis in fundo, il cioccolato fondente si dice che sia il principale alimento che permette un’ elevata produzione di serotonina e mangiarne uno scacchettino al giorno sarebbe davvero una buona e sana abitudine!
Da bandire invece sono il caffè, che è considerato un inibitore della serotonina (non a caso si sconsiglia di berlo la sera…) e i carboidrati a base di farina bianca.

la seratonina è l'ormone del buon umore
Serotonina e stile di vita

Uno stile di vita sano basato sul movimento e la meditazione sono anche ottimi per aumentare la serotonina. Via libera dunque a belle passeggiate all’aria aperta e allo yoga che permettono di scaricare le tensioni e la stanchezza.

In natura

Tra i rimedi naturali citiamo una pianta particolare la cosiddetta griffonia usata a livello erboristico per stimolare l’incremento dei livelli di serotonina. Spesso nei preparati erboristici la griffonia si trova associata anche alla melissa e alla passiflora, anch’esse apprezzate per gli effetti benefici sul sistema nervoso, capaci di stimolare il rilassamento e il sonno.

Integratori di serotonina

Per chi necessita di una spinta in più, perché presenta delle difficoltà notevoli a causa di una alimentazione carente di vitamine e minerali capaci di stimolare la serotonina, può ricorrere agli integratori che però devono essere sempre assunti sotto prescrizione medica e solo in caso di effettivo bisogno.


Vedi Anche


Ti potrebbe interessare anche

5 alternative per non bere caffè al mattino
Salute

5 alternative per non bere caffè al mattino

3 metodi per mangiare più sano
Salute

3 metodi per mangiare più sano

Salute

Frutta estiva: i benefici

Salute

Evergreen life: prepara il tuo corpo all’estate

Salute

3 App per rimettersi in forma per l’estate

Leggere l'etichetta al supermercato
Salute

Come leggere le etichette degli alimenti

I probiotici: perché sono importanti per la nostra salute
Salute

I probiotici: perché sono importanti per la nostra salute

Danacol: la bevanda anticolesterolo ricca di steroli vegetali
Salute

Danacol: la bevanda anticolesterolo ricca di steroli vegetali

I probiotici: perché sono importanti per la nostra salute
Salute

I probiotici: perché sono importanti per la nostra salute

È bene introdurre quotidianamente alimenti contenenti probiotici e/o supplementare, qualora ci venga evidenziata una situazione di carenza.

Leggi di più