Disturbi alla tiroide

La tiroide è una delle principali ghiandole endocrine dell’organismo e dal suo funzionamento dipendono tanti piccoli o gravi disturbi che possono influenzare il nostro stato di salute

Il dato allarmante che emerge da una recente ricerca ha dimostrato che milioni di italiani sono colpiti da disturbi della tiroide (un’alta percentuale sono donne in età giovane) senza neanche saperlo perché non ne conosce i sintomi primari, spesso molto “generici” e in comune con altre malattie o patologie.
Attraverso specifici screening e analisi del sangue mirate è possibile scoprire se si è affetti da un disturbo della tiroide e intervenire in tempo con cure e terapie idonee perché anche in questo caso è sempre meglio prevenire il sopraggiungere di patologie più gravi che curarne altre quando oramai è troppo tardi.

Sintomi del malfunzionamento della tiroide

I campanelli di allarme che solitamente devono far  subito pensare di trovarsi di fronte ad un problema di tiroide che sia un ipertiroidismo (quando in pratica la tiroide funziona molto) o un ipotiroidismo (è il caso opposto ovvero quando la tiroide funziona troppo poco e male) sono specifici per quanto “confondibili” con altre patologie molto simili.
Nel caso di una ghiandola tiroidea che lavora troppo – ipertiroidismo –  i sintomi più comuni sono aritmie cardiache, palpitazioni, fatica mentale, ansia, fiato corto o troppo, nervosismo, debolezza muscolare, aumento di appetito ma notevole perdita di peso, sudorazione alta, cute sempre calda, occhi sporgenti e tipico rigonfiamento alla base del collo. Nelle donne inoltre causa alterazioni del ciclo mestruale. Nel caso, invece in cui la tiroide lavori poco –  ipotiroidismo i sintomi specifici sono specificatamente: cute fredda, aumento del peso ingiustificato, debolezza, depressione, sonnolenza, gonfiore del viso, stitichezza, anomalie del ciclo mestruale nelle donne e metabolismo rallentato.

Tiroide autoimmune e infiammata

La tiroide si dice cronica e autoimmune (scientificamente nota anche come tiroide di Hashimoto, dal nome del medico Giapponese che la studiò per primo e ne portò alla luce i sintomi e le cure ) quando l’organismo sviluppa degli anticorpi rivolti proprio alla tiroide, causandone la sua infiammazione. Questo stato di infiammazione dura per tutta la vita e può essere a sua volta causa di altre patologie più gravi. Per tanto la tiroide infiammata che può essere tenuta sotto controllo con una adeguata terapia farmacologica non deve essere sottovalutata mai.


Tiroide ingrossata

Un qualsiasi aumento della tiroide è comunemente detto “gozzo tiroideo” e le cause che lo provocano sono diverse. Innanzitutto un ingrossamento della tiroide si può avere durante il primo periodo del ciclo mestruale e durante la gravidanza ma rappresentano condizioni fisiologiche normali che colpiscono quasi il 14% delle donne.
Attenzione: il buon funzionamento della tiroide in gravidanza è importante in quanto la ghiandola subisce in questi 9 mesi un maggior carico di lavoro e il suo ruolo è necessario e indispensabile per lo sviluppo del tessuto cerebrale del nascituro. Deve perciò essere sana o in caso di patologie essere controllata e tenuta sotto terapia.
In altre circostanze la tiroide ingrossata può celare una malattia come il morbo di Graves dovuto a un eccesso di ormoni tiroidei, una grave carenza di iodio, infiammazioni della tiroide, tumori o la presenza di un nodulo.

Noduli tiroidei

I noduli alla tiroide possono presentarsi in gruppi o solitari, quest’ultimi spesso si presentano di grandi dimensioni e tendono col tempo a ingrossarsi. In gruppo i noduli tiroidei sono spesso di piccole dimensioni e si presentano come cellule tondeggianti alla base del collo a volte visibili anche a occhio nudo o tramite palpazione medica. La maggior parte dei casi si tratta di tumori benigni (cisti o adenomi) che possono perfino essere asintomatici e quindi essere “trascurati” fino al sopraggiungere di sintomi più specifici. È necessario tenere sotto controllo i noduli alla tiroide per scongiurare una progressione in una forma maligna.

Rimedi per la tiroide

Nei casi gravi la tiroide va operata chirurgicamente e si parla di tiroidectomia, ovvero asportazione totale della ghiandola o di parte di essa. Si opta per questo tipo di intervento nel caso in cui si presenti un grosso nodulo oppure un tumore maligno di una certa portata. L’operazione è di per sé estremamente delicata e richiede un periodo post operatorio lungo e difficile per il degente.
Nella maggior parte dei casi soprattutto dinnanzi a patologie come l’ipotiroidismo e l’ipertiroidismo però i rimedi per curare la tiroide sono farmacologici e non chirurgici, vanno eseguite delle terapie a base di medicine anti-tiroidee che hanno lo scopo di inibire la produzione degli ormoni tiroidei appunto per impedire il progredire della malattia.
La tiroide secca, vero e proprio estratto secco di tiroide di maiale, invece rappresenta un rimedio medico del campo biologico e non omeopatico come si è sempre creduto utile per curare alcuni disturbi legati alla tiroide, va assunto sotto controllo di un medico endocrinologo e solo in determinate circostanze in quanto, come tutti i farmaci, ha degli effetti collaterali “importanti”.



bagni sonori meditazione
Salute

Bagni sonori, meditazione e ritiri benessere: i trend del 2020

Salute

Riposino pomeridiano: perché fa bene

Salute

Stress: le tisane che aiutano lo stomaco

Probiotico o senza lattosio? Tutti i tipi di yogurt e come sceglierli
Salute

Probiotico o senza lattosio? Tutti i tipi di yogurt e come sceglierli

Vaccino antinfluenzale 2020: quando si può fare regione per regione
Salute

Vaccino antinfluenzale 2020: quando si può fare regione per regione

Salute

Menopausa precoce: i sintomi

Salute

5 mosse per alleviare lo stress

Sigarette elettroniche e morti in America: cosa sta succedendo?
Salute

Sigarette elettroniche e morti in America: cosa sta succedendo?

SPA

Benessere (di)vino: le SPA con vigna da visitare in autunno

Ricca di polifenoli e sostanze antiossidanti, l’uva è un vero e proprio elisir di bellezza e bontà! Ecco le SPA con vigna da provare in questa stagione

Leggi di più