Mastice di Chios gli usi e le proprietà benefiche

Mastice di Chios: gli usi e le proprietà benefiche

Tosse, alito cattivo, disturbi intestinali: scopriamo come agisce il mastice di Chios, resina naturale in grado di alleviare numerosi fastidi

C’è un tesoro naturale che cresce solo a Chios, isola greca a sud di Lesbo e vicina alla costa turca. È il mastice (o mastica, o ancora mastiha) ricavato dal Lentisco (Pistacia Lentiscus), pianta sempreverde diffusa in tutta l’area del Mediterraneo.

Le proprietà terapeutiche di questa linfa sono riconosciute e apprezzate fin dal V secolo avanti Cristo e confermate da studi più recenti.

Le caratteristiche del mastice di Chios

Se la pianta da cui viene ricavato è diffusa in numerosi Paesi, solo a Chios è consentita la coltivazione e la lavorazione del mastice. I contadini autorizzati seguono uno specifico protocollo per l’attività produttiva, per poi esportare la preziosa resina in tutto il mondo.

Il processo di produzione è molto lungo e inizia in primavera. Durante il cambio di stagione, infatti, i contadini effettuano le incisioni sul tronco e sui rami della pianta per far scendere la resina. Questa, a contatto con l’aria, si solidifica in cristalli (o “lacrime”) color giallo ambra, traslucidi e duri. Poi inizia la lavorazione vera e propria che impegna i produttori, riuniti in un’associazione, per diverse settimane.

Le gocce di resina vanno pulite e lavate, fino a diventare quasi trasparenti, e infine essiccate. Il prodotto finale è disponibile sotto forma di polvere, pillole, gocce o cristalli masticabili. Il mastice di Chios, infatti, è la più antica forma conosciuta di chewing gum. È un prodotto di origine protetta (Dop) dell’Unione Europea ed è in vendita in farmacia, erboristeria e online.

Il mastice di Chios per il benessere di stomaco e intestino

I cristalli di questa resina hanno un persistente odore balsamico e un gusto leggermente amaro – che può ricordare il cedro, l’anice o il pino – ma rinfrescante. Le sostanze funzionali sono numerose: oli essenziali, acidi terpenici, fitosteroli, polifenoli, antocianine.

Insieme creano uno straordinario pool sinergico, con proprietà antinfiammatorie, antimicrobiche e antiossidanti, alleato della nostra salute soprattutto durante i cambi di stagione. Innanzitutto contrasta i disturbi causati dallo stress. Il mastice di Chios è uno dei rimedi naturali più efficaci contro colite, gastrite, reflusso e dispepsia, anche di natura nervosa.

Ne basta un grammo al giorno, per due settimane. Prendine una capsula da 350 mg, tre volte al giorno e lontano dai pasti, con un abbondante bicchiere d’acqua. Grazie all’azione antibatterica e disinfettante dei suoi componenti triterpenici, già a bassi dosaggi è in grado di prevenire e ridurre i fastidiosi sintomi delle infiammazioni gastrointestinali.

Può inoltre mitigare l’aggressività dell’Helicobacter pylori, batterio responsabile di gastriti e ulcere. Lo puoi assumere insieme ad altri estratti vegetali benefici per l’apparato digerente, come malva e altea.

Aiuta a digerire meglio

È sufficiente consumarne un cristallo a fine pasto. Puoi ridurlo in polvere, scioglierlo in un bicchiere d’acqua e bere. Oppure puoi masticarlo a lungo, come se fosse un chewing gum. A contatto con la saliva, la resina si ammorbidisce e si “trasforma” in una sostanza gommosa bianca e opaca, rilasciando le sue proprietà. In commercio esistono comunque gomme da masticare già pronte a base di questa sostanza.

Per alleviare eventuali bruciori dopo i pasti, soprattutto durante la bella stagione, puoi preparare un frullato. Ti occorrono un bicchiere di latte di mandorle non zuccherato, un fico fresco e due cristalli di mastica triturati.

Questa bevanda ti aiuterà a tamponare l’eccesso di secrezione acida, riportando lo stomaco in equilibrio. Se lo bevi mezz’ora prima dei pasti, invece, favorisce il senso di sazietà. La resina di origine greca ha infine proprietà antidiarroiche.

Il mastice di Chios per la salute di bocca e denti

La preziosa resina previene la formazione della placca dentale, sbianca i denti, purifica l’alito. Queste proprietà benefiche e curative sono conosciute fin dai tempi dell’antica medicina araba. Per questo viene impiegata per la preparazione di dentifrici e collutori.

Inoltre, è tra i componenti di paste per le otturazioni e adesivi per dentiere. Se soffri di gengivite o parodontite, puoi preparare un collutorio fai-da-te. Diluisci in un bicchiere di acqua due cristalli di mastice ridotti in polvere e una goccia di olio essenziale di tea tree per uso alimentare. Grazie alla sua azione antisettica, è utile anche per calmare la tosse.

Altri usi del mastice di Chios

L’azione lenitiva e cicatrizzante di questa resina naturale è apprezzata anche per il trattamento delle imperfezioni dell’epidermide. Dovrebbe far parte della tua beauty routine sia se soffri di acne e impurità che in caso di pelle secca e screpolata, per calmare il prurito e lenire le desquamazioni.

Tra i cosmetici naturali già pronti, puoi provare la pomata di Alma Briosa, che unisce alle proprietà rigeneranti del mastice di Chios quelle emollienti del basilico santo Tulsi e cicatrizzanti della lavanda .

Buone notizie anche per le fan dell’aromaterapia. La resina del lentisco, infatti, può essere bruciata, come avviene per l’incenso, per purificare e profumare gli ambienti chiusi.

Come consumarlo in cucina

Il mastice di Chios può essere aggiunto a ricette sia dolci che salate. Per apprezzarne le proprietà già elencate non è necessario essere delle cuoche provette. Se ad esempio pratichi attività sportiva e sudi tanto, puoi consumarlo con frutti ricchi di sali minerali come le pesche.

Dopo l’allenamento frulla due pesche, tre lacrime di mastice polverizzate, il succo di un limone e acqua fredda. Bevi subito. Se sei a dieta e vuoi assimilare meno calorie, puoi abbinarlo alle spezie in polvere. In un mortaio pesta due-tre cristalli di resina, due pizzichi di curcuma e due grani di pepe nero.

Puoi usare questo mix per condire un carpaccio di salmone o di pesce spada. In questo modo rendi il piatto più digeribile e migliori l’assimilazione dei grassi buoni, gli Omega 3, che riducono la presenza di grassi cattivi nel sangue.

Le ricette con il mastice di Chios

Se ami viaggiare, potrai apprezzare questa resina come ingrediente di numerose ricette in Grecia e nei Paesi del Medio Oriente. Il mastice di Chios viene innanzitutto utilizzato per preparare un liquore aromatico chiamato Mastika o Masticha. Può essere bevuto come digestivo o utilizzato per cocktail, versato su macedonie di frutta e gelati.

Nei paesi arabi la resina viene aggiunta al latte, alle creme al cucchiaio e usata per realizzare il formaggio alla mastica prodotto in Siria e in Libano. La preparazione più famosa, però, è il Dondurma, il gelato turco a cui il mastice conferisce la caratteristica consistenza gommosa.



Gastrite cronica rimedi naturali che la bloccano
Rimedi Naturali

Gastrite cronica: rimedi naturali che la bloccano

Rimedi naturali per le scottature solari
Rimedi Naturali

Rimedi naturali per le scottature solari

Ippocastano usi e proprietà benefiche
Rimedi Naturali

Ippocastano: usi e proprietà benefiche

Micosi delle pelle, eliminarla con rimedi naturali
Rimedi Naturali

Micosi delle pelle, eliminarla con rimedi naturali

Bardana per curare l'acne usi e consigli
Rimedi Naturali

Bardana per curare l’acne: usi e consigli

Malva rimedio per sfiammare il colon
Rimedi Naturali

Malva: rimedio per sfiammare il colon

Cerfoglio rimedio naturale contro punture di insetti
Rimedi Naturali

Cerfoglio: rimedio naturale contro punture di insetti

Il bergamotto: gli usi e le proprietà benefiche
Rimedi Naturali

Il bergamotto: gli usi e le proprietà benefiche

Micosi delle pelle, eliminarla con rimedi naturali
Rimedi Naturali

Micosi delle pelle, eliminarla con rimedi naturali

Macchie bianche o rossastre sulla cute? Potrebbe essere la micosi della pelle, un’infezione che è possibile alleviare con semplici rimedi naturali

Leggi di più