perdite vaginali

Disturbi vaginali: cosa significano le perdite e come liberarsi dal fastidio

Le secrezioni intime sono un fenomeno normale nelle donne e per lo più fisiologico in certe fasi della vita. Vediamo quali sono le perdite vaginali più diffuse per conoscere e sapere quando rivolgersi allo specialista.

Il secreto vaginale è utile al mantenimento della lubrificazione e pulizia dei genitali interni, se aumenta sensibilmente nella quantità è definibile “leucorrea”, termine medico con cui si intende la fuoriuscita di abbondanti secrezioni vaginali che possono essere di origine fisiologica, durante il periodo fertile o in gravidanza, o patogena in occorrenza di infezioni. Imparare a riconoscerne le diverse tipologie è la migliore prevenzione in caso siano indicatori di qualcosa che non va.

Le tipologie di secreti vaginali

Se le perdite sono di colore bianco trasparente e gelatinose, sono indice di un elevato quantitativo di estrogeni, come durante l’ovulazione, una condizione più tipica delle giovanissime che tende a normalizzarsi con la regolarizzazione del ciclo mestruale nella donna più adulta. Anche la pillola anticoncezionale induce alla produzione di questo tipo di secrezioni, sempre a causa dell’apporto ormonale che fornisce all’organismo.

Se il secreto vaginale è tendente al giallo è sintomo di un’infezione in corso da non trascurare. Potrebbero indicare una cervicite o una vulvovaginite, nulla che un rimedio ginecologico non possa risolvere. Talvolta basta davvero poco per causare un’infezione, un’igiene non del tutto accurata, l’uso di biancheria intima sintetica, un’alimentazione scorretta e conseguenti disturbi intestinali, possono essere fattori favorenti. Le perdite bianche, se somiglianti alla chiara d’uovo sono perfettamente fisiologiche e accompagnano il periodo ovulatorio della donna; se però il bianco è più intenso così come l’odore, la consistenza si avvicina a quella della ricotta e sono accompagnate da un fastidioso prurito, si tratta quasi sicuramente di un’infezione da lieviti, il più diffuso è la candida albicans.


All’inizio di una gravidanza possono manifestarsi le tipiche perdite di sangue da impianto, così definite perché appunto caratterizzano l’attaccarsi della cellula uovo alle pareti uterine. Si differenziano dalle mestruazioni perché sono di lieve entità e di colorazione rosea e non propriamente rossa.

Un’ultima tipologia di secreto, forse la più diffusa, è lo spotting ossia le più tipiche perdite marroni di sangue. A volte a causare il fenomeno è lo stress, che altera l’equilibrio ormonale. Altri fattori scatenanti: disturbi alimentare e l’uso di pillola contraccettiva, entrambi influenti sulle curve ormonali. Nelle adolescenti, possono indicare l’inizio del periodo di fertilità, nelle donne in periodo fertile essere sintomo di fibromi benigni e per chi è in gravidanza è bene che il fenomeno sia monitorato, al fine di scongiurare la minaccia di un possibile aborto spontaneo.

In genere tutti i fenomeni secretivi fisiologici rientrano col tempo; in caso contrario è bene rivolgersi allo specialista.



Essenze per rilassarsi
Rimedi Naturali

Essenze per rilassarsi

bagni sonori meditazione
Salute

Bagni sonori, meditazione e ritiri benessere: i trend del 2020

Salute

Riposino pomeridiano: perché fa bene

Salute

Stress: le tisane che aiutano lo stomaco

Probiotico o senza lattosio? Tutti i tipi di yogurt e come sceglierli
Salute

Probiotico o senza lattosio? Tutti i tipi di yogurt e come sceglierli

Vaccino antinfluenzale 2020: quando si può fare regione per regione
Salute

Vaccino antinfluenzale 2020: quando si può fare regione per regione

Rimedi Naturali

Olio di tea tree: come usarlo come deodorante

Salute

Menopausa precoce: i sintomi

Salute

5 mosse per alleviare lo stress

Conduciamo delle vite piene e tra lavoro e impegni della vita privata capita spesso che dobbiamo affrontare situazioni stressanti. Ecco 5 consigli su come ridurre lo stress.

Leggi di più