olio essenziale

Olio essenziale di Manuka: proprietà e usi

Antinfiammatorio, cicatrizzante e disinfettante. L’olio di Manuka è perfetto per contrastare acne, ma anche per evitare di prendere verruche e per combattere infiammazioni genitali.

E’ meno noto dell’olio essenziale di Melaleuca, ma è altrettanto efficace (forse addirittura di più) per contrastare batteri, funghi e lieviti. Stiamo parlando dell’olio essenziale di Manuka ricavato dalla spremitura delle foglie del Leptosperrmum Scoparium, una pianta della famiglia delle Mirtacee diffusa in Australia e Nuova Zelanda.

Perfetto come antinfiammatorio, l’olio viene utilizzato anche come antisettico, antimicotico, antivirale, antibiotico, germicida,immunostimolante e rigenerante. La sua funzione battericida risulta superiore, addirittura di 30 volte, rispetto all’olio essenziale di Tea Tree (Melaleuca). Da tempo l’olio viene utilizzato contro la Candida albicans, un innocuo lievito che vive naturalmente in ogni organismo umano, ma che in alcuni soggetti  può svilupparsi in eccesso trasformandosi, anche a causa di una scorretta alimentazione, in un agente patogeno opportunistico.

Principi attivi e usi

Capace di allontanare insetti e insetticida su piante e animali, l’olio può in realtà essere usato per contrastare infiammazioni genitali, micosi e problemi della pelle. Tra i principi attivi che contiene il più importante è il Linalolo ed è utilizzato nell’uomo per combattere acne, eczemi, irritazioni, psoriasi, punture di insetti. Una vespa vi ha punto mentre stavate facendo una scampagnata in compagnia di amici? Alcune gocce di olio sulla zona colpita vi regaleranno un sollievo immediato. L’olio di Manuka ha infatti la capacità di neutralizzare le tossine del veleno e far scomparire il dolore, ma è spesso utilizzato anche contro le vesciche e per contrastare acne giovanile. Chi frequenta dunque le piscine può acquistare in erboristeria un piccolo flaconcino di olio essenziale di Manuka anche a scopo preventivo: spalmarne poche gocce su mani e piedi prima di raggiungere il bordo vasca permette di allontanare il rischio di prendere le verruche.


Chi soffre di dolori reumatici, gonfiori e limitazioni al movimento delle articolazioni e del tessuto connettivo in tutto il corpo prima di utilizzare farmaci antireumatici ed antinfiammatori, che vengono prescritti dal medico dopo una corretta diagnosi, può provare a massaggiarsi gli arti con una miscela composta da  2-3 gocce di olio essenziale in un cucchiaio di olio di mandorle dolci. L’olio di Manuka è inoltre utilizzato in caso di problemi gengivali e dentali: in questo caso è possibile aggiungere 2 gocce di olio ad un cucchiaino di miele e a dell’acqua per fare degli sciacqui 2 o 3 volte al giorno. Le proprietà antinfiammatorie dell’olio vi aiuteranno a sentire meno dolore, mentre potrà essere utilizzato direttamente sulla parte interessata in caso di cicatrici sulla pelle. L’olio di Manuka è infatti anche un ottimo disinfettante (tanto da rendere potabile l’acqua infetta da parassiti) e cicatrizzante.

 

Ti potrebbe interessare anche

bagni sonori meditazione
Salute

Bagni sonori, meditazione e ritiri benessere: i trend del 2020

Salute

Riposino pomeridiano: perché fa bene

Salute

Stress: le tisane che aiutano lo stomaco

Probiotico o senza lattosio? Tutti i tipi di yogurt e come sceglierli
Salute

Probiotico o senza lattosio? Tutti i tipi di yogurt e come sceglierli

Vaccino antinfluenzale 2020: quando si può fare regione per regione
Salute

Vaccino antinfluenzale 2020: quando si può fare regione per regione

Rimedi Naturali

Olio di tea tree: come usarlo come deodorante

Salute

Menopausa precoce: i sintomi

Salute

5 mosse per alleviare lo stress

Salute

Menopausa precoce: i sintomi

Cosa fare quando l’età fertile volge al termine prima del normale? Ecco i campanelli d’allarme e i rimedi per affrontare questo momento.

Leggi di più