La sciatica: un’infiammazione del nervo ischiatico

Sciatica: cause e rimedi di uno dei fastidi più comuni che riguardano il nervo sciatico.

Sciatica
Sciatica: la postura al lavoro può influire sul dolore.

Non bisogna dire semplicemente che si soffre di sciatica, perché il dolore che parte dal nervo sciatico (o ischiatico), tra l’altro il nervo più lungo del nostro corpo (parte dal midollo spinale, arriva alle natiche alle cosce fino a raggiungere la parte posteriore delle gambe), in realtà è l’avvisaglia di qualche altro problema che riguarda il nervo, per esempio un’ernia del disco.

Di solito il dolore, che può essere da lieve a lancinante con intorpidimento e formicolio, passa in un arco di tempo che va dalle 4 alle 8 settimane senza praticare alcuna terapia; nel frattempo si può anche ricorrere a qualcosa per alleviare il fastidio. Ovviamente se dopo questo tempo il dolore persiste è il caso di rivolgersi al medico che per diagnosticare la sciatica potrebbe richiedere esami specifici, come una radiografia spinale, una risonanza magnetica oppure una TAC.

Le cause della sciatica

Il nervo sciatico svolge un ruolo molto importante nel corpo umano dal momento che controlla molti muscoli della parte inferiore della gamba garantendo sensibilità a cosce, gambe e piedi. Quando la radice del nervo viene compressa nella parte più bassa della colonna vertebrale si manifesta la tipica sciatica.

Come già detto, di solito la causa di questa situazione è l’ernia al disco dovuta alla fuoriuscita della sostanza gelatinosa che si trova al centro del disco (detta, appunto, ernia) e che penetra attraverso delle lesioni che si aprono sul rivestimento esterno del disco (che è un’intercapedine cartilaginea che separa le vertebre della colonna). Il disco con l’ernia inizia a premere sulla radice del nervo e così si scatena la sciatica.

Possono esserci anche altre cause per la sciatica, per esempio la gravidanza inoltrata, la stenosi spinale lombare (restringimento di una o più zone del canale spinale dove si trova il midollo), la spondilolistesi (una vertebra scivola su un’altra), un trauma e altre cause ancora che vengono diagnosticate dal medico.

Ci sono, inoltre, delle situazioni che possono rappresentare dei fattori di rischio per lo scatenarsi della sciatica, per esempio l’età, lavori che prevedono torsioni della schiena o il sollevamento dei pesi, una vita troppo sedentaria, il diabete.

Cura e terapia per la sciatica

È possibile intervenire con metodi di automedicazione, come borse del ghiaccio nella prima fase di dolore acuto e dopo 48 ore passare all’acqua calda, esercizi di stretching, ginnastica o farmaci senza ricetta.

In caso di ernia al disco si può ricorrere anche alla fisioterapia per correggere la postura, rafforzare i muscoli della schiena e migliorare la flessibilità. Va bene il riposo, ma senza esagerare. Se l’automedicazione non basta, toccherà passare a cure più intensive, ovviamente dietro prescrizione medica. C’è poi chi ricorre a metodi alternativi, come l’agopuntura, sedute di massaggi, la chiropratica, addirittura l’ipnosi.


Vedi altri articoli su: Salute |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *