La dieta molecolare

Secondo il professore Pierluigi Rossi restare in forma non è questione di calorie ma di molecole e di come metallizziamo il cibo

E se le calorie non esistessero? Se per non ingrassare bastasse controllare la combinazione dei cibi che ingeriamo perché è solo questione di molecole? Lo sostiene il dottor Pierluigi Rossi, specialista in scienza dell’alimentazione e attualmente docente all’università degli studi di Bologna. Secondo il professore noi non ingeriamo le calorie piuttosto le molecole presenti nel cibo. Un piatto di pasta ha sempre le stesse calorie ma causa reazioni diverse a seconda dell’organismo quindi per dimagrire non dobbiamo razionare gli alimenti ma controllarne la combinazione molecolare e la qualità.

Con un corretto equilibrio di carboidrati, proteine, fibre e vitamine non sarà più necessario sperimentare in ogni stagione una dieta diversa. Ricordate di mangiare verdura, sia cotta che cruda, a pranzo e a cena mentre la frutta è indicata per gli spuntini a metà mattina e a metà pomeriggio (sono consigliati 5 pasti al giorno per mantenere stabile il livello di glicemia ed evitare di avere fame). Inoltre il dottor Rossi suggerisce a merenda di bere una bevanda d’orzo perché ricca di fibra idrosolubile che favorisce la corretta regolarità intestinale. Importanti a ogni pasto anche l’olio extravergine d’oliva come condimento e le spezie e le erbe aromatiche perché secondo il professore sono antiossidanti naturali e aiutano a raggiungere la sazietà. E per dimagrire davvero, oltre alla dieta molecolare serve l’attività fisica: almeno una camminata di 5 km a passo spedito al giorno.

Chi volesse approfondire l’argomento, può farlo leggendo il libro Dalle Calorie alle Molecole – Il nuovo orizzonte nel controllo del peso di Pierluigi Rossi.

Scoprite quali sono le diete must del 2014.


Vedi altri articoli su: Dieta |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *