La dieta del riso

Dieta del riso: come dimagrire mangiando solo riso.

Dieta del riso
La dieta del riso prevede due fasi, nella prima sono premessi solo questo cereale più la frutta.

Una dieta che sta prendendo sempre più piede, la dieta del riso, ideata dal medico tedesco Walter Kempner per le persone obese.

Secondo i sostenitori di questa dieta bisogna prendere esempio dalle popolazioni orientali, che consumano prevalentemente riso ed hanno un fisico magro e snello. Questo perché, secondo le teorie a sostegno di tale regime alimentare, mangiando soltanto riso, si possono perdere fino a 4 kg senza fatica e continuando a mangiare con gusto.

La dieta dura circa una settimana ed ha un potente effetto drenante e disintossicante. Cerchiamo di conoscere più da vicino questo cereale e in cosa consiste la dieta.

Il riso

Il riso è un cereale noto fin dall’antichità ed è stato uno dei primi ad essere utilizzato a fini alimentari. Esistono molte varietà di riso, tra cui le più note sono: Arborio, Carnaroli, Parboiled, Roma, Venere, Basmati e Vialone Nano. I chicchi si differenziano per grandezza, colore e sapore.

Il riso è ricco di carboidrati, in particolare di amido, e povero di grassi. Apporta minerali come fosforo e potassio, nonché le vitamine del gruppo B.

Fornisce circa 360 kcal ogni 100 g.

Viene considerato un alimento disintossicante, rinfrescante, astringente (se brillato) o di stimolo intestinale (se integrale). È naturalmente privo di glutine, quindi può esser consumato da chi soffre di celiachia, oltre da chi è intollerante al frumento.

È molto indicato per in caso di diete a basso contenuto di grassi o per chi soffre di difficoltà digestive. In caso di diabete non va consumato in bianco, ma sempre abbinato al pomodoro o altre verdure, per abbassarne l’indice glicemico. L’acqua della bollitura del riso, poi, è ottima per calmare le irritazioni della pelle, soprattutto nel caso dei bambini e dei malati.

La dieta del riso

Vediamo ora in cosa consiste la dieta del riso.

Può essere seguita per un periodo di circa un mese e si divide in due fasi.

Nella prima fase, chiamata fase di disintossicazione, è possibile assumere fino ad un massimo di 800-900 kcal al giorno.

Gli unici alimenti consentiti sono il riso, meglio se integrale, e la frutta. Si potranno usare come condimenti pochissimo sale e qualche cucchiaino di olio extravergine di oliva. Questa fase può durare due settimane (tre al massimo in chi ha molto peso da perdere), perché l’organismo si sgonfia e perde i liquidi in eccesso, consentendo la perdita di peso.

Nella seconda fase si ha la graduale reintroduzione di tutti gli altri alimenti, fino a raggiungere le 1200 kcal giornaliere.

Si introducono le verdure e gli altri carboidrati, per un paio di volte alla settimana. Una volta a settimana è possibile mangiare il pesce. Gli alimenti vanno sempre conditi con pochissimo sale e qualche cucchiaino di olio extravergine di oliva. Una volta consolidato il peso perso si introducono gradualmente anche gli altri alimenti.

Molti esperti sono contrari a questa dieta, perché la ritengono troppo sbilanciata nei nutrienti, soprattutto a livello del contenuto proteico, con rischio di perdere la massa magra e non quella grassa.


Vedi altri articoli su: Dieta |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *