Candida: cause, sintomi e rimedi

Un'infezione che colpisce soprattutto le donne provocando bruciori, prurito e perdite. Scopriamo insieme le cause e la cura

candida

La candida è un’infezione fungina che colpisce le mucose del corpo, provocando prurito e arrossendo nella zona colpita, causando la formazione di chiazze bianche. Esistono diverse tipologie di candidassi, ma le più colpite sono solitamente le donne che contraggono la candida nelle parti intime, soprattutto in determinati periodi della loro vita come in gravidanza oppure durante una cura antibiotica. Questo tipo di candida viene denominata candida albicans ed è un fungo che trova nelle mucose vaginali un ambiente ideale provocando, nella sua fase acuta, diversi fastidi tipici come prurito intimo e arrossamento. Un altro sintomo tipico è la comparsa di perdite bianche con aspetto liquido e grumoso.
Ma da cosa è causata la candida? Questa infezione è di natura endogena, ciò significa che viene prodotta dal corpo stesso per via di un’alterazione nell’equilibrio della flora batterica intestinale. Le cause della candida sono solitamente lo stress, un abbassamento delle difese immunitarie (a causa a esempio di una cura antibiotica), una dieta ricca di lieviti e zuccheri, una cattiva igiene, abiti troppo stretti e biancheria intima inadatta. Quando si viene colpite dalla candida, soprattutto nella fase acuta, bisogna rivolgersi a un ginecologo che possa indicare una terapia antimicotica. Per prima cosa infatti è fondamentale rendere il microbo inattivo e in seguito modificare le abitudini igieniche e alimentari in modo da non creare più un terreno fertile per la formazione della candida.
In caso di ripetute infezioni da candida è necessaria una terapia antimicotica orale e localizzata con ovuli, antimicotici e creme. A questi vanno sommati i rimedi naturali, ossia una serie di misure preventive per tenere in salute la flora batterica e le mucose intime. La prima cosa da fare è quella di modificare l’alimentazione, riducendo il consumo di lieviti e dolci e privilegiando soprattutto i carboidrati con un lento assorbimento, il pane, la pasta e il riso di tipo integrale. Indispensabili anche la verdura e la frutta fresca che sono ricche di sali minerali, vitamine e fibre. Nella dieta infine si devono inserire fermenti lattici e yogurt per mantenere in equilibrio la flora batterica.
Importanti anche le misure igieniche che possono prevenire la candida. Utilizzate solo detergenti intimi non aggressivi e quelli chimici, prediligendo quelli naturali che rispettano l’acidità delle mucose, come il sapone di Marsiglia, che svolge un effetto lenitivo.

In gravidanza

La gravidanza è un momento della vita nel quale le donne sono più predisposte a contrarre la candida, a causa dell’aumento degli estrogeni circolanti. Secondo alcuni dati scientifici la candida è presente nel 40% delle donne in stato interessante, il doppio rispetto alle donne che non sono incinta.


Vedi altri articoli su: Salute |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *