Acne tardiva

Acne tardiva: come curarla e affrontarla senza farmaci.

Acne tardiva
Acne tardiva: colpisce le donne tra i 30 e i 45 anni.

Di solito insorge in età adolescenziale, ma qualcuno la sperimenta da adulto. Di cosa parliamo? Dell’acne tardiva, un problema cutaneo di natura ormonale, che colpisce prevalentemente le donne. Vediamo in cosa consiste questo problema, quali sono i rimedi per ridurne i fastidi e se esiste una alimentazione appropriata per tenerlo sotto controllo.

Cos’è l’acne tardiva?

L’acne tardiva è caratterizzata dalla comparsa di foruncoli, pustole e comedoni (cisti) arrossati in diverse aree del viso (in particolare nella parte bassa, lungo la mandibola, dietro le orecchie, sul collo e sul mento), della schiena e del décolleté, che si irritano e si infiammano, proprio come nel caso dell’acne giovanile.

Colpisce le donne tra i 30 e i 45 anni per effetto di diversi fattori. Sicuramente lo stress (lavorativo e familiare) ha un ruolo determinante, perché scatena ansia, difficoltà a sopportare le responsabilità e le tensioni lavorative, alterando la corretta produzione delle ghiandole sebacee. In questo caso si ha un peggioramento dell’acne in prossimità del ciclo mestruale.

Un altro fattore importante è lo squilibrio ormonale. Infatti un eccesso di ormoni androgeni, come il testosterone (come nel caso della sindrome dell’ovaio policistico), o gli squilibri legati all’avvicinarsi della menopausa, stimolano eccessivamente le ghiandole sebacee.

L’acne tardiva può presentarsi anche in quelle donne che hanno assunto e poi interrotto pillole anticoncezionali ad altro dosaggio.

Rimedi naturali

Parliamo ora dei rimedi. Accanto ai farmaci, spesso antibiotici, esistono molte soluzioni di origine naturale.

In omeopatia si utilizzano 5 granuli di Calcarea Sulphurica 7 CH o di Selenium 9 CH, da assumere due volte al giorno.

In fitoterapia sono noti gli impacchi a base di foglie di borraggine, la quale ha una azione antisettica. Si ottiene preparando un decotto di borraggine da applicare sulle zone colpite. Molto utile è anche la bardana, che contiene sostanze ad azione depurativa ed antibatterica. Si può utilizzare sia come tisana sia come crema ad uso locale.

Un altro importante rimedio è l’ippocastano, che ha proprietà antinfiammatorie, lenitive e stimola il microcircolo. Anche in questo caso si può preparare una tisana da bere, oltre che da usare per fare impacchi sulle zone infiammate.

Non bisogna dimenticare l’Aloe vera, che ha proprietà antibatteriche e cicatrizzanti. Un’altra soluzione sono le maschere all’argilla, che alleviano le sensazioni di prurito e bruciore, come anche gli impacchi preparati con acqua e qualche goccia di olio di tea tree o di olio essenziale di timo o origano, sempre abbinati a qualche goccia di succo di limone che ha una azione disinfettante.

Alimentazione

Un valido aiuto per combattere l’acne tardiva è curare la propria alimentazione, che dovrà essere sana ed equilibrata, povera in grassi e zuccheri raffinati, lasciando perdere le diete troppo restrittive.

È fondamentale bere almeno 2 litri di acqua al giorno e mangiare verdura e frutta di stagione, che sono più ricche di antiossidanti. In questo modo l’organismo riuscirà a liberarsi dalle tossine. Molto indicati sono gli ortaggi giallo-arancioni e quelli a foglia verde.

Un valido aiuto alla depurazione sono anche le tisane a base di carciofo, cardo e tarassaco, che agiscono a livello epatico, ma anche il tè verde, un potente antiossidante. È importante assumere anche alimenti ricchi di omega 3 e di zinco, come il pesce (salmone, alici, sgombro) e la frutta secca.

Non deve mancare l’olio extravergine di oliva usato a crudo, ricco di acidi grassi essenziali e di vitamina E. Per chi lo tollera anche l’aglio è un ottimo depurativo. È preferibile scegliere i cereali integrali, perché hanno un basso indice glicemico, che riducono i livelli di insulina e, di conseguenza, lo stato infiammatorio. Infine è consigliabile assumere giornalmente dei probiotici che ristabiliscono l’equilibrio intestinale, strettamente legato al benessere della pelle.


Vedi altri articoli su: Rimedi Naturali | Salute |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *