Riciclo creativo: la seconda vita delle bustine del tè

Tè verde, bianco o nero: le sue proprietà non si esauriscono con l'infusione nella nostra tazza. Ecco cosa possiamo fare con le bustine una volta che le abbiamo usate

riciclare le bustine del tè

Dopo aver imparato come si prepara e come si serve il tè verde, adesso scopriamo cosa possiamo fare con la bustina usata una volta finita la nostra pausa rilassante. Sì, perché i filtri usati del tè hanno ancora molto da offrire prima di essere gettate e possono venirci incontro nella cura del corpo e in quella della casa grazie alle sostanze contenute e ancora sfruttabili dopo l’infusione. Il tè infatti contiene il tannino che è un composto che conferisce alle piante proprietà astringenti che possono essere sfruttate in vario modo.

maschera tonificante riciclando le bustine del tè
Ingredienti per la maschera per il viso con le bustine di tè riciclate
Un aiuto per la pelle

Se avete la pelle arrossata dal sole oppure avete qualche lieve bruciatura potete applicarvi delle bustine di tè umide per arrecare sollievo alla zona interessata, ma anche i tagli da rasatura possono essere trattati con il tè: basta applicarvi una bustina inumidita e tenuta in freezer per qualche minuto in modo da raffreddarla ed il gioco è fatto. Se siete amanti del tè verde potrete riutilizzarne le bustine per realizzare una maschera tonificante per il viso seguendo questa ricetta: fate seccare il contenuto di due bustine di tè verde e mettetelo in un mixer con due cucchiai di yogurt bianco, un cucchiaio di miele e un cucchiaio di limone; mischiate il tutto fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Distribuitelo sul viso con un lieve massaggio e lasciatelo agire per un quarto d’ora poi eliminatelo con dell’acqua tiepida, vi stupirete dell’effetto ricostituente di questa maschera casalinga e “riciclona”.

Rilassate dalla testa ai piedi
Riclicare le bustine del tè
riciclare le bustine del tè

I tannini rilasciati dal tè hanno anche il potere di sgonfiare le occhiaie, basta applicarne due bustine strizzate nella parte interessata e lasciare agire. Se invece volete occhi riposati mettete le bustine esauste nel freezer per 20 minuti circa, poi appoggiatele sulle palpebre chiuse e godetevi la sensazione di freschezza e relax. Per i piedi si può preparare un pediluvio defatigante ed anti odore con parecchie bustine di tè ed acqua calda e così sarete a posto dalla testa ai piedi!

In casa e in giardino

Con le bustine del tè usate possiamo anche realizzare un ottimo concime per le piante, è sufficiente mescolarle al terreno, ma siamo anche in grado di tingere i tessuti immergendoli nel tè raffreddato per un’oretta e poi lavandoli in acqua e aceto. Possiamo poi usarle per pulire il pavimento mettendole nell’acqua del secchio o per lucidare il legno dei mobili usando uno spruzzino contenente acqua in cui sono immerse le nostre fantastiche ed insostituibili bustine del tè usate!


Vedi altri articoli su: Riciclo creativo | Skincare |

Commenti

  • thairatristano@yahoo.it

    bellisima paginaaaaaaaaaaaaaaa complimenti x la creatività

  • Stefania Silvi

    Grazie! Sempre felici di riusare, riciclare, ridefinire e rifare con ciò che abbiamo già in casa…

  • Angeli'

    Straordinario questo metodo, semplice, economico e sbrigativo. Bravissimi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *