Mento sfuggente, come correggerlo

Mento sfuggente, come correggerlo?

Come correggere il mento sfuggente, quali sono le cause e i principali rimedi dal trucco al filler fino alla mentoplastica.

Il mento sfuggente o mento retruso è una caratteristica che riguarda un’ampia fetta di popolazione e che, in molti casi, non rappresenta esclusivamente un inestetismo o comunque solo un difetto estetico.

Sono tante, infatti, le cause che determinano questa particolare condizione. Di che si tratta? Il mento si trova all’indietro, proiettato verso il collo, rendendo sbilanciato il contorno del viso.

Sono tanti i rimedi con cui poter intervenire, sia in modo temporaneo (come con il trucco) che in modo permanente, basti pensare alle ultime innovazioni in campo di medicina estetica e di chirurgia. Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere in merito.

Cos’è il mento sfuggente

Il mento sfuggente (o mento retruso) è una caratteristica molto diffusa che viene percepita come un vero e proprio inestetismo. Si riconosce facilmente: il mento, infatti, sembra proiettato all’indietro, come se indietreggiasse verso il collo. Di conseguenza, anche il labbro inferiore sembra spostato indietro e non risulta in linea con quello superiore. In questo caso si parla di mento sfuggente, anche se a determinare la posizione del mento è prima di tutto la mandibola.

In sostanza, mascella inferiore e mascella superiore non sono allineate. Questo fa sì che il mento non risulti perfettamente in armonia con il resto del viso. Si tratta di un’evenienza che può insorgere con l’avanzare degli anni – quando il viso cede strutturalmente nei contorni – ma può essere anche una caratteristica congenita o presente fin dall’infanzia.

Quali sono le cause e i problemi che comporta

Sono tante le cause che possono determinare il mento sfuggente, a partire da quella congenita. In questo caso, la mascella superiore e quella inferiore si sviluppano diversamente quando si è nel ventre della mamma. Al tempo stesso il problema può fare la sua comparsa in età adulta, specialmente a causa di artrite. Le cause riguardano anche difficoltà di masticazione per problemi di malocclusione dentale e disfunzioni temporomandibolari.

Il mento sfuggente non è solo un fatto estetico, ma provoca anche effetti collaterali importanti dal punto di vista strutturale, funzionale e della salute. Solitamente chi ha il mento sfuggente avverte dolore alla mandibola e alla mascella quando mastica o quando ride, risente anche di difficoltà respiratorie (come le apnee notturne) e di problemi posturali.

Rimedi per il mento sfuggente: come correggerlo con il make up

Il mento sfuggente si può correggere, anche in modo definitivo. Tuttavia, come vedremo più avanti, è bene ponderare con attenzione ogni tipo di scelta. Esistono, però, dei rimedi “naturali” che consentono ugualmente di minimizzare questo difetto del viso.

Tra questi il più efficace è il make up. Armatevi di terra e illuminante: con un pennello definite l’area sotto il mento servendovi della terra abbronzante. Aggiungete, invece, dell’illuminante al centro del mento.

Questo gioco di luci e di ombre vi aiuterà a bilanciare l’ovale e a far sembrare il viso più armonioso e simmetrico.

I filler all’acido ialuronico per migliorare l’aspetto del viso

Passiamo, a questo punto, ai rimedi che consentono di ottenere risultati durevoli nel tempo e di correggere in modo davvero evidente il mento sfuggente.

Iniziamo da una soluzione non chirurgica, rappresentata dai filler all’acido ialuronico. Come sappiamo i filler iniettano delle sostanze riempitive – l’acido ialuronico, appunto – in grado di rimodellare e riempire eventuali zone del viso che hanno perso di turgore e volume. Con i filler è possibile anche rimodellare la zona del mento e il profilo mandibolare, trasformando il contorno del viso.

Consigliamo di optare per questa soluzione quando si tratta di un problema estetico, che non cela problematiche gravi di masticazione o malocclusione su cui, invece, è doveroso intervenire in modo diverso.

Tra i vantaggi del filler il fatto di essere indolore e di essere svolto in tempi molto brevi, con risultati che possono durare fino a 1 anno. Non si tratta, infatti, di un effetto permanente, in quanto l’acido ialuronico viene assorbito spontaneamente dal nostro organismo.

Si tratta di una procedura di medicina estetica che si esegue in ambulatorio e senza anestesia, senza particolari effetti collaterali. Il costo medio del filler al mento oscilla tra i 200 e i 400 euro.

Intervenire chirurgicamente: mentoplastica e Beauty-full chin

Esiste anche una soluzione chirurgica, ossia la mentoplastica, per correggere in modo definitivo il problema del mento sporgente. In cosa consiste? Viene inserita una protesi nella zona da correggere, effettuando una piccola incisione proprio sotto il mento.

Il risultato finale è incredibile: il mento risulta proiettato in avanti e il profilo del viso nettamente migliorato, più simmetrico e armonioso.

Si tratta pur sempre di un intervento chirurgico, infatti comporta anche una piccola cicatrice che, però, se il taglio viene ben eseguito può essere davvero impercettibile. Gli esperti consigliano la mentoplastica a chi ha un problema da lieve a moderato, con un mento che risulta troppo piccolo o comunque sproporzionato in rapporto al resto del volto. La mentoplastica interviene sulle dimensioni del mento, si esegue in anestesia generale e l’intervento dura circa 1 ora.

Un’altra soluzione di tipo chirurgico che sta prendendo piede in questi anni si chiama Beauty-full chin e punta a risolvere definitivamente il problema del mento sfuggente, agendo sulla causa. Si tratta di un intervento di chirurgia ortognatica che prevede un rimodellamento del mento e del viso, migliorando l’area della mandibola. L’intervento, solitamente, si abbina a un trattamento ortodontico. A seconda del caso specifico, infatti, il paziente porta prima o dopo l’intervento un apparecchio dentale, con lo scopo di migliorare in modo completo e definitivo l’aspetto del volto.

Questo tipo di intervento si può eseguire a partire dai 17-18 anni d’età (dopo lo sviluppo) ed è consigliato in particolar modo quando il mento sfuggente si accompagna a un deficit mandibolare.

Mentre la mentoplastica corregge esclusivamente l’estetica del mento sfuggente, l’intervento Beauty-full chin agisce sia sull’estetica che sulla funzionalità. Si vanno a correggere i problemi della malocclusione – come abbiamo avuto modo di constatare, tra le cause più ricorrenti del problema – e a ripristinare equilibri importanti come quello masticatorio, respiratorio e posturale. L’intervento viene eseguito in circa 3 ore in anestesia generale, con 1-2 notti di ricovero previste da protocollo. Il costo di questo trattamento è molto più elevato rispetto a quello della mentoplastica.

Vi suggeriamo di affidarvi sempre a personale medico altamente qualificato.



Tipi di naso, alla francese, aquilino e altri ancora
Skincare

Tipi di naso, alla francese, aquilino e altri ancora

filler labbra
Skincare

Filler labbra: pregi e difetti

5 migliori trattamenti per il ringiovanimento del viso
Skincare

Trattamenti per il ringiovanimento del viso: i 5 migliori del momento

Come far crescere le ciglia, velocemente e in modo naturale
Skincare

Come far crescere le ciglia, velocemente e in modo naturale

Peeling viso per macchie
Skincare

Peeling viso per macchie: che cos’è e in che cosa consiste

Creme solari per pelli acneiche
Skincare

Creme solari per pelli acneiche, quali scegliere

Scottature solari migliori creme da usare per dare sollievo alla pelle
Skincare

Scottature solari: le 5 migliori creme da usare per dare sollievo alla pelle

Prodotti per il corpo Lush
Skincare

Prodotti per il corpo Lush, quali provare assolutamente