manicure-semipermanente

Manicure semipermanente: precauzioni e rischi

La manicure semipermanente è una moda che si è diffusa anche in Italia, ma bisogna stare molto attenti per evitare che si rovinino le unghie.

Siete delle appassionate di nail art, tip e manicure? Fate attenzione perché le vostre unghie sono a rischio, soprattutto se vi affidate a centri estetici low cost.
Arriva dalla Gran Bretagna, grazie ad un documentario della BBC, l’allarme nei confronti della moda della manicure semipermanente che ha conquistato anche l’Italia.
Un allarme non indifferente per un mercato in costante aumento e che è una voce di spesa consistente nella routine di bellezza delle italiane.

Una nail art semipermanente pericolosa

La colpa sarebbe principalmente del metilmetacrilato, una sostanza bandita negli Stati Uniti fin dagli anni Settanta, ma non in Italia e in Gran Bretagna.
Bisogna però aggiungere che in Europa la normativa è molto, molto più restrittiva e l’uso del metilmetacrilato sia davvero molto basso, rispetto ai polimeri acrilici, normalmente usati nelle colle per unghie.
Inoltre la colla viene applicata sulle unghie e non sulla pelle ed è per questo di casi di danni causati dal metilmetacrilato se ne sono visti davvero molto pochi.

I danni della colla per unghie (e non solo)

Resta il fatto che l’uso continuato di colle per unghie, solventi e lime abrasive può causare danni non indifferenti alla struttura dell’unghia e creare fastidi ed inestetismi.
Come dimostrano nel documentario, il gel acrilico, se portato a lungo può causare unghie che si spezzano, danneggiate e sottilissime e arrossare e seccare la pelle delle mani: ne è la prova vivente Tacey Harrod, una parrucchiera inglese che le ha portate per ben dieci anni.
Si aggiunge il rischio di micosi dovute all’umidità che si crea tra la tip e l’unghia durante l’uso nella vita di tutti i giorni.
Inoltre l’utilizzo di lampade UV non è certo un toccasana per la pelle delle nostre mani, anche se la durata dell’uso è piuttosto limitata nel tempo.
Non solo: i solventi per togliere lo smalto sono piuttosto aggressivi e possono andare ad intaccare la lamina ungueale.
Il rischio si raddoppia se, spinti dalla voglia di risparmiare, si sceglie un centro estetico low cost che utilizza prodotti economici e che potenzialmente possono avere una maggiore quantità di sostanze irritanti per la pelle e che vadano a rovinare la superficie delle unghie.
Secondo i dermatologi sarebbe meglio affidarsi alla manicure semipermanente non più di una volta al mese per evitare di rovinarsi le unghie.
Ricordatevi sempre di usare olii e prodotti appositi per ripristinare lo stato ideale delle vostre unghie ed evitare che si rovinino.




Manicure

Black is the new black: lo smalto nero è tornato

Manicure in estate, come curarla
Manicure

Manicure in estate, come curarla

Manicure

Manicure: trucchi per non rovinarla con acqua salata e sabbia

Smalto rosa: effetto nude
Manicure

Nail art nude: la tendenza 2019 da copiare

Semipermanente unghie corte: le tendenze autunnali
Manicure

Semipermanente unghie corte: le tendenze dell’autunno

Colori accesi per l'estate 2018.
Manicure

Smalti accesi per l’estate 2018

Unghie nere
Manicure

Unghie nere opache, in gel e decorate per un look dark

Unghie rosa: tendenze per la primavera 2018
Manicure

Unghie rosa: tendenze per la primavera 2018

Manicure in estate, come curarla
Manicure

Manicure in estate, come curarla

Tempi duri per la manicure in estate. Come fare per avere delle mani curate e impeccabili anche l’estate quando il nostro smalto rischia di avere vita breve? Scopriamolo insieme.

Leggi di più