Applicazione correttore Luminys Touch di Pupa

Correttore: a ognuna il suo colore

Scopri quale colore di correttore scegliere per avere una pelle radiosa e senza imperfezioni.

Il correttore non serve solo per correggere piccole imperfezioni o rughette ma è un vero e proprio alleato di bellezza durante il make up. Permette di correggere ogni tipologia di discromia per una pelle più uniforme ed eterea.

In commercio esistono tante tipologie di correttore ed è importante conoscerne tutte le caratteristiche per una scelta accurata in base alle proprie necessità e tipologia di pelle. Su una pelle matura o secca, per esempio, è importante scegliere una texture cremosa ed idratante mentre per una pelle mista o grassa è preferibile scegliere un correttore in polvere.

Vediamo insieme quale colore di correttore scegliere in base alle discromie o imperfezioni da correggere.


Correttore Beige

È il classico correttore conosciuto da tutte. Si utilizza un po’ per tutto: minimizzare rughette ed occhiaie, discromie ed imperfezioni. Va scelto in base al proprio colore di pelle tenendo presente che il correttore tendente verso il giallo illumina la pelle, mentre quello più aranciato è indicato per coprire macchie scure o violacee come le occhiaie. Il correttore beige è il primo passo per entrare nel mondo della correzione make up, si adatta infatti a tutte le tipologie di imperfezioni regalando alla pelle un aspetto più sano e radioso.

Correttore Verde

È il correttore che copre meglio le discromie e le imperfezioni che virano verso il rosso. È dunque perfetto per coprire brufoletti infiammati, capillari, arrossamenti, rosacea. Si applica direttamente sull’imperfezione, prima del fondotinta, e una volta fissato con la cipria garantisce una copertura ottimale e duratura per tutta la giornata. Se i rossori non sono localizzati ma sono diffusi su gran parte del viso è possibile unire un po’ di correttore verde direttamente al proprio fondotinta liquido.

Correttore Arancio

È il correttore ideale per nascondere le occhiaie di colore blu-viola, ma anche ematomi e lividi. È molto utilizzato dai make up artist in quanto consente di donare luminosità alle zone più scure del viso che altrimenti non potrebbero essere corrette. Il correttore beige, per esempio, risulterebbe troppo chiaro e tenderebbe a far virare le macchie scure verso il grigio.

Correttore Rosa

Il correttore rosa aiuta a donare luminosità al viso. Si utilizza in modo particolare per regalare radiosità alle pelli più chiare, quasi diafane. Diversi primer viso ad effetto illuminante hanno una colorazione rosata e permettono di ottenere una pelle levigata e luminosa in pochi istanti.

Correttore Viola

Il correttore viola, come quello rosa, è indicato per correggere la propria tonalità di pelle. Il viola è utilizzato per ravvivare il colorito spento di una tonalità di pelle più scura, quasi olivastra.
Sia il correttore viola che quello rosa si possono utilizzare insieme al fondotinta per un effetto make up più naturale.



Infoltimento sopracciglia: come funziona
Make up

Infoltimento sopracciglia: come funziona

Come mi trucco

Come mi trucco a Capodanno

Make up

Aria d’autunno: le nuove fragranze della stagione

Make up

Palette ombretti, i colori da scegliere per l’autunno

Make up

Eye topper: gli ombretti che danno un tocco speciale al vostro sguardo

Ho gli occhi marroni: come mi trucco?
Come mi trucco

Ho gli occhi marroni: come mi trucco?

Mascara semipermanente: costo e quanto dura
Make up

Mascara semipermanente: costo e quanto dura

I rossetti nude più belli dell'autunno
Make up

I rossetti nude più belli dell’autunno

Biorivitalizzazione, che cos'è e come si pratica presso i centri Dr Lips
Skincare

Biorivitalizzazione, che cos’è e come si pratica presso i centri Dr.Lips

La biorivitalizzazione è un trattamento che permette la rigenerazione dei tessuti. Scoprite come funziona il trattamento nei centri Dr Lips.

Leggi di più