Yogurt con il Bimby

Lo yogurt è nutriente, disintossicante, ipocalorico; un toccasana per chi desidera perdere peso. Ecco la ricetta per poterlo fare in casa.

yogurt-bimby
Yogurt fatto in casa con il Bimby.

Lo yogurt è un alimento antichissimo che si ottiene da una trasformazione del latte, cui vengono aggiunti dei fermenti lattici, ottenendo una crema densa, di sapore acido ma gradevole, ricchissima di fermenti vivi: ogni grammo di yogurt contiene circa un miliardo di batteri lattici vivi.  Oltre ad avere un valore nutritivo pari a quello del latte, lo yogurt risulta più digeribile: inoltre ha poteri disintossicanti e serve come supporto per chi è sottoposto a terapia antibiotica. La storia dello yogurt, specie nel nostro Paese, è molto particolare e molti di noi, specie i più giovani, sono talmente abituati all’offerta di yogurt aromatizzati del supermercato che non sanno veramente come sia lo yogurt naturale, cioè quello dal gusto acido.

Che cos’è lo yogurt?

Si tratta di un prodotto ottenuto dalla fermentazione del latte, un suo derivato, quindi. La sua scoperta in passato probabilmente è stata casuale ed è avvenuta in tante culture del mondo senza che entrassero in contatto. Se si lascia un paio di giorni il latte fuori dal frigo, i batteri lo vedranno come un banchetto e se sono quelli giusti, inizieranno a mangiarlo, o meglio a mangiarne una componente ben precisa, il lattosio, metabolizzandolo e creando il loro prodotto di scarto, l’acido lattico (approfondiamo il tema yogurt e intolleranze qui). Questo acidifica il composto, che da latte prende il nome di yogurt, che può avere tanti sapori in base al ceppo di batteri.

Per evitare la diffusione delle malattie infettive, nelle industrie fin dall’inizio i batteri, i “fermenti lattici” che vengono messi nel latte per fare lo yogurt, sono controllati. In Italia sono ammessi solo il lactobacillus bulgaricus e lo streptocuccus termophilus, che non sono nocivi per l’uomo se ingeriti. Al momento della consumazione, per legge, devono essere vivi: lo yogurt scade quando questi fermenti muoiono, perché altri batteri, pericolosi per la salute, potrebbero prendere il loro posto.

Le origini dello yogurt

Tra gli ingredienti della cucina naturale lo yogurt è uno tra quelli di origine più antica ed è noto da tempi immemorabili per le sue proprietà benefiche. Le sue radici provengono dall’Asia e la sua scoperta, presso le popolazioni che allevavano il bestiame e si nutrivano principalmente di latte, fu molto probabilmente casuale. Non a caso il termine yogurt è asiatico, in particolare deriva dalla parola turca che significa “miscelare”.

Lo yogurt è stato per millenni il cibo base di molte popolazioni dell’India che lo consideravano molto salutare, però solo nel secolo scorso la scienza si interessò a esso. Fu il biologo russo Ilya Metchnikoff a collegare la caratteristica longevità del popolo bulgaro al consumo di yogurt. Fece delle analisi scoprendo i fermenti lattici che oggi sono noti come lactobacillus bulgaricus (il nome venne dato in collegamento proprio al popolo bulgaro) e streptococcus termophilus i quali hanno il potere di rafforzare le difese immunitarie eliminando e sostituendosi ai batteri nocivi che vivono nel nostro organismo. A utilizzare in termini economici gli studi scientifici di Metchnikoff fu un imprenditore spagnolo, Daniel Carasso, che iniziò la produzione a livello industriale e la commercializzazione dello yogurt.

Benefici dello yogurt e proprietà

Per la leggerezza e le proprietà nutritive, lo yogurt è utile alle donne in gravidanza, ai bambini e agli anziani, che ne traggono giovamento come coadiuvante nella cura dell’osteoporosi. Lo yogurt serve anche ai fumatori (e soprattutto a chi vuole smettere di fumare) come a chi vive in ambienti inquinati, perché agisce come potente depurativo.

Lo yogurt è ricco di proteine, calcio, vitamine del gruppo B; è un alimento consigliato a tutti perché non dà intolleranze, lo possono mangiare anche i celiaci perché non contiene glutine e anche gli intolleranti al lattosio perché quest’ultimo è presente in percentuale bassissima. Aiuta poi a controllare il colesterolo e incrementa la flora batterica intestinale, rafforzando il sistema immunitari; facilita la digestione, mantiene in salute il colon e combatte l’alitosi, poiché aiuta ad eliminare il solfuro di idrogeno causa di questi due disturbi.

Ma, in particolare, è l’alimento ideale per chi desidera dimagrire. Lo yogurt, prima di tutto, ci consente di risparmiare calorie: infatti la sua consistenza cremosa lo rende indispensabile per preparare salsine salate e creme dolci nelle quali abitualmente impiegheremmo maionese, burro o crema di latte. In questo modo, lo yogurt diventa un’utile alternativa a condimenti decisamente più grassi e dunque sconsigliabili in qualunque regime alimentare dimagrante. Lo yogurt naturale è quindi nient’altro che latte fermentato. E visto che viene tolta la componente dolce naturale del latte (il lattosio) e viene aggiunta una componente acida, il suo sapore è più aspro.

Proprio perché il vero yogurt è solo quello naturale, noi vi proponiamo la ricetta per poterlo fare in casa, con l’aiuto prezioso del Bimby.

  • Resa: 1 kg.
  • Preparazione: 10 minuti
  • Cottura: 5 minuti

Ingredienti

  • 1 litro latte intero
  • 3 cucchiai yogurt greco

Preparazione

  1. Versare il latte nel boccale e pastorizzarlo a 80° per 5 min., vel. 3.

  2. Lasciar raffreddare il latte nel boccale fino a una temperatura di circa 37°.

  3. Filtrare il latte con un colino in un altro recipiente.

  4. Versare nel boccale (non c’è bisogno di lavarlo) lo yogurt e 5 cucchiai di latte precedentemente pastorizzato e raffreddato.
  5. Amalgamare per 30 sec., vel. 2.
  6. Aggiungere il latte restante (senza mescolare) e chiudete bene il coperchio.

  7. Avvolgere il boccale con una coperta e lasciare riposare per circa 12 ore.
  8. Dopo 12 ore, se si trova del siero più liquido sulla superficie, eliminarlo.

  9. Travasare lo yogurt nei barattoli, chiudete il coperchio e lasciare in frigo, dove si addenserà ulteriormente.

  10. Si può conservarlo in frigo per circa una settimana o utilizzarlo per produrre altro yogurt.


Vedi altri articoli su: Fatto In Casa | Ricette con il Bimby | Ricette Light |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *