Salmone marinato

Un piatto leggero, facile e semplicissimo da preparare che tuttavia saprà sorprendere i vostri ospiti con un sapore ricco e avvolgente: ecco come marinare il salmone.

Antipasto di salmone marinato
Antipasto di salmone marinato.

Contrariamente a quanto spesso si pensa, il salmone marinato è un piatto di pesce davvero molto semplice da preparare in casa e che regala in poche, semplici (ma fondamentali) mosse una pietanza ricca di sapore e di tutti i nutrienti propri di questo tipo di pesce.

Il salmone, infatti, è un alimento molto buono per il nostro organismo: ricco di proteine, grassi polinsaturi del gruppo omega 3 e di vitamine del gruppo B.

La marinatura di cui vi parlo oggi è quella definita “a secco”, ovvero una operazione attraverso la quale il pesce viene trattato con una miscela di sale grosso, zucchero e aromi per circa 12 ore e che permette alle carni di perdere acqua prolungandone la conservazione.

Con questa tecnica potrete assaporare tutto il gusto più ricco e autentico di questo pesce ed apprezzarne così la genuina bontà!

Come mangiarlo?

Potete gustare il salmone marinato su dei crostoni di pane casereccio tostato e condirlo con una emulsione di olio, pepe rosa e aneto fresco. Oppure potrete servire il salmone marinato insieme ad una fresca insalatina mista di frutta e verdura (ananas, pompelmo rosa, mela verde, finocchio, sedano bianco) o semplicemente accompagnarlo ad una maionese fatta in casa (ideale sarebbe aromatizzata agli agrumi), a panna acida all’aneto o, ancora, ad una salsa a base di yogurt greco e wasabi.

Provatelo in una serata di “sushi casalingo” e vedrete come si sposerà bene con i famosi rolls!

  • Resa: 4 Persone servite
  • Preparazione: 12 ore 0 minuto

Ingredienti

  • 1 kilogrammo filetto di salmone fresco senza lische e con la pelle
  • 700 grammi sale grosso
  • 300 grammi zucchero bianco
  • aneto fresco
  • foglie di salvia
  • Finocchietto selvatico

Preparazione

  1. Mescolate in una ciotola il sale grosso e lo zucchero.
    Tritate finemente le erbe aromatiche e unitele alla miscela.
  2. Prendete un vassoio o una teglia e versateci 1/3 della miscela di sale e zucchero, adagiatevi il salmone dalla parte della pelle e coprite il filetto con la rimanente miscela.

    Coprite il vassoio con stagnola e mettete in frigorifero per almeno 12 ore.

  3. Vedrete che sul fondo della teglia si sarà formata dell’acqua.
    Estraete il pesce dalla miscela di sale e zucchero e pulitelo bene.
    Tagliatelo a fettine sottili e servite a piacere, seguendo una delle alternative proposte nella introduzione alla ricetta.


Vedi altri articoli su: Consigli di cucina | Fatto In Casa | Ricette con il salmone |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *