Come pulire lo zenzero

Se tra gli ingredienti di una ricetta dovete utilizzare dello zenzero, ma non sapete da quale parte cominciare, ecco i nostri consigli per pulirlo.

Pelare lo zenzero
Un cucchiaio è tutto quello che ci serve per pulire lo zenzero.

Lo zenzero è una pianta molto diffusa in Oriente che si sta rapidamente diffondendo anche nelle gastronomie italiane (si può anche coltivare lo zenzero in casa). Presenta molte proprietà benefiche: è aromatizzante, digestivo, stimolante e migliora la circolazione sanguigna.

Spesso lo zenzero viene consumato come spezia, si trova sotto forma di polvere o nella versione fresca, cioè la radice intera. Sono molto buone entrambe: lo zenzero fresco va pulito prima di usarlo ed ha un sapore più fresco e meno forte, quello secco è molto più intenso e deciso. Se decidete di acquistare l’intera radice ecco alcuni consigli per pulirla e poterla usare nella vostra ricetta preferita.

Si può usare in cucina in tanti modi: tagliato a fettine sottili, grattugiato o addirittura spremuto, per ricavarne il succo.

Come pulirlo

Lo zenzero è ricoperto da uno strato legnoso che deve essere eliminato. Anche se l’idea di sbucciare lo zenzero come se fosse una patata risulta essere la soluzione più semplice, non è quella consigliabile: oltre ad essere pericolosa, potrebbe costringervi ad eliminare, oltre la buccia, anche la polpa dello zenzero.

Staccate quindi il pezzo di radice che servirà per la vostra preparazione e procuratevi un semplicissimo cucchiaio.

Utilizzate il dorso del cucchiaio ponendolo sulla radice e facendo una leggera pressione, poi cominciate a grattare verso il basso e vedrete che la buccia scivolerà via senza troppe difficoltà.

Al posto del cucchiaio potete utilizzare un pelapatate che vi faciliterà il lavoro quando la radice risulta troppo irregolare.

Quando pulite lo zenzero il consiglio è quello di tagliare e sbucciare solo i pezzi necessari per la vostra ricetta, in questo modo lo zenzero che verrà utilizzato in un secondo momento si conserverà meglio e più a lungo perché protetto dalla buccia stessa (ecco tanti consigli per conservare lo zenzero nel migliore dei modi).

Ricapitolando in tre step:

  1. Tagliate il pezzettino di zenzero che vi serve;
  2. Usate un cucchiaio o un pelapatate per pelare la quantità necessaria;
  3. Tagliate lo zenzero in fettine sottili, dadini o grattugiatelo.


Vedi altri articoli su: Consigli di cucina |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *