Cocktails e grappa: Show of Taste di Distilleria Bocchino

Grazie alla storica firma Bocchino, i distillati si affrancano dalla nicchia post-pasto e diventano sorprendenti ed innovativi compagni dal primo al dolce!

GrappaBocchino_Composizione-Sigillo-Nero

Siamo nei tempi della ricerca e dell’innovazione, e nessun campo umano si sottrae a quella che sta diventando un regola imprescindibile di mercato. Essere innovativi e creativi, non è spesso semplice anche perché la vera innovazione non è possibile “dimenticando” il passato, le proprie tradizioni e le proprie radici. Ecco perché i grandi innovatori sono quelli che riescono a mettere in discussione sé stessi, a trovare forme ed armonie nuove coniugandole con la qualità, la sapienza e la saggezza accumulata in anni di esperienza. Ebbene, tutto ciò vale anche nel campo della ristorazione, dove questo stato di cose non fa che continuare a regalarci occasioni e sorprese, proponendoci sempre più di frequente interessantissime proposte da esplorare, gustare e scoprire. Una fra le più originali è senza dubbio quella lanciata dalla prestigiosa distilleria Bocchino di Canelli, fondata dal capostipite Carlo nel 1898 e portata vanti di generazione in generazione per oltre un secolo fino ad oggi dalla famiglia Bocchino. Se infatti il consumo di distillati è da sempre associato ad un momento “meditativo” di fine pasto, la distilleria piemontese intende scardinare questa radicata convinzione lanciando, grazie alla collaborazione di grandi professionisti, uno “Show of Taste” dove la grappa diventa parte integrante di inediti cocktail in grado di accompagnare tutto il pasto, lungo un sorprendente percorso che vi stupirà. E stupirà i vostri ospiti…

Un percorso sorprendente

La sommelier Valentina Benedetti, il Restaurant Manager Nicola Ultimo e il Bartender Andrea Rella: questa la “squadra” dell’Hotel Park Hyatt di Milano che ha elaborato gli speciali cocktail che hanno rivestito di nuova luce i preziosi distillati bocchino. Come ad esempio il Carlo’s Ice Tea, fresco ed invitante con la sua grappa aromatizzata alla menta o il Bloody Mary Millesimato, una rivisitazione del popolare drink al pomodoro. O ancora il New Italian Cosmo nato per “sposarsi” con i dolci e che sfrutta le suggestioni della Grappa di Moscato di Cantina Privata Bocchino. E per creare un connubio unico, lo chef stellato Andrea Aprea del Ristorante Vun del Park Hyatt di Milano, ha creato un originale menu di portate perfetto connubio delle proposte Bocchino, dall’antipasto al dolce. Per i cultori della materia o i semplici curiosi, questi innovativi cocktail potranno essere gustati al Park Bar dell’hotel milanese, mentre i più intraprendenti potranno cimentarsi nel tentativo di riprodurre i drink grazie ai prodotti della Distilleria Bocchino. Ma presto l’iniziativa si arricchirà di un nuovo capitolo: la distilleria Bocchino proporrà per tutti un calendario di appuntamenti attraverso alcuni dei più rinomati ristoranti d’Italia per una esperienza di gusto ed aromi con al centro, naturalmente, i nuovi cocktail “Show of Taste” Bocchino.

Cento anni di tradizione: Marta Micca Bocchino

Cosa significa per voi oggi portare avanti la stessa passione di Carlo Bocchino? 

Significa continuare a rafforzare quei valori che sono sempre stati l’anima della nostra azienda: la qualità e il rispetto del nostro territorio.

Si può dire che la vision dietro alla vostra campagna sia “innovare” nel solco della tradizione? Come si possono coniugare questi due imprescindibili elementi?

Assolutamente sì. Innovare per noi significa guardare al futuro ispirandoci anche ad altri settori e ai mercati Esteri e adattandoli alla nostra realtà, sempre nel rispetto della tradizione e del patrimonio di esperienza che la nostra azienda ha sviluppato in oltre 100 anni di attività.

Come è nata l’idea di creare un connubio fra distillati e cocktail? E’ il primo tentativo in tal senso o ce ne sono stati altri?

L’idea è nata dal desiderio di sperimentare un percorso insolito, che rompesse gli schemi del consumo tradizionale, un’iniziativa capace di risaltare le nostre grappe, ma in una nuova veste. Così ci siamo avvalsi della collaborazione di mixologist e chef stellati che hanno saputo offrirci momenti di alta gastronomia con i loro cocktail e dessert alla grappa.

Fra quelli della “gamma Bocchino” qual è il suo cocktail prediletto?

Carlo’s Ice Tea senza dubbio. E’ stata per me una vera sorpresa!

Possiamo avere una anticipazione riguardo a qualcuna delle location che includerete nel vostro calendario di appuntamenti?

Abbiamo coinvolto gli chef stellati che hanno sposato il nostro progetto e che, grazie alla loro competenza, hanno saputo valorizzare al meglio la nostra grappa. Siamo partiti dal Piemonte per poi spostarci nelle zone geografiche più vicine ai nostri consumatori affezionati.


Vedi altri articoli su: Consigli di cucina | Eventi | Ricette Cocktail |