Taglie americane e taglie italiane: come districarsi

Una guida semplice e completa per aiutarvi nel complesso mondo delle taglie americane e trovare facilmente le corrispondenti italiane

Perché perdere tempo con un cubo di Rubik o scervellarsi con un difficilissimo Sudoku? Se amate i rompicapo non avete che da tuffarvi nel complicato mondo delle taglie americane, che si rivelerà una sorprendente sfida alla vostra logica ed al vostro intuito…

A parte gli scherzi, vi sarà certo capitato di avere a che fare con la conversione di taglie e misure americane in quelle comuni europee e l’operazione non si rivela affatto facile perché la modalità di misurazione e, spesso, anche ciò che concretamente si misura, è notevolmente differente da quello a cui siamo abituati dalle nostre parti. Orientarsi non è semplice: ed ecco che in vostro aiuto arriva UnaDonna.it, con un semplice e completo vademecum per confrontare le diverse taglie di capi di abbigliamento e accessori che intendete comprare, o farvi comprare, negli Stati Uniti. Lo shopping on-line di prodotti provenienti da  oltre oceano sta diventando sempre più popolare grazie a modalità di scelta e di acquisto sempre più vaste e semplificate. Avere sottomano tabelle di conversione delle taglie può dimostrarsi quanto mai utile.

Targhette per taglie vestiti

Abbigliamento

Non temete: se non avete resistito e siete entrate da neofite a fare shopping in un mall della 5th Avenue, troverete certamente commessi molto gentili e tabelle di conversione appese un po’ dappertutto, cosa assai comune nei negozi americani. Farsi un’idea prima, tuttavia, può rivelarsi importante per orientarsi con più sicurezza tra gli scaffali dei negozi. Vediamo un po’ i dettagli.

UOMINI

Camice

[table id=3 /]

Felpe, maglie, t-shsirt

[table id=4 /]

Abiti, giubbotti, cappotti

[table id=5 /]

Pantaloni (compresi jeans)

[table id=6 /]

DONNE

Felpe, maglie, t-shsirt

[table id=7 /]

Abiti, giubbotti, cappotti

[table id=8 /]

Pantaloni e Gonne

[table id=10 /]

Jeans

[table id=11 /]

Scarpe

Taglie in fila

Spesso avrete sentito dire che alcuni brand di calzature hanno prezzi più bassi in America che in Europa e ciò, in linea di massima, è corrispondente al vero. Ecco quindi che un viaggio nella Grande Mela (o perché non approfittare dei viaggi di un vostro amico?) è una bella occasione per rifornire il guardaroba di scarpe. Ma, al solito, attenzione alle misure che anche in questo caso presentano una diversa scala per l’uomo e per la donna. Come in Europa, anche in America esiste il “mezzo numero”, anche se, come vedrete dalle tabelle, spesso non corrisponde al “mezzo numero” di casa nostra. Inoltre, ricordatevi sempre di tenere conto delle differenze che esistono nella misurazione tra i diversi produttori, anche se questa è un fatto soprattutto di “esperienza”…

Scarpe uomo

[table id=24 /]

Scarpe donna

[table id=25 /]

Reggiseni, bikini e biancheria intima

E qui raggiungiamo l’apice della complicazione. Prendete appunti. In America le taglie di reggiseni e bikini sono articolate e formate da due elementi: un numero che indica il giro petto (la circonferenza del busto appena sotto al seno) e una lettera dell’alfabeto che rappresenta la grandezza della coppa. Quindi, in realtà, non esiste una tabella per convertire direttamente la misura “unica” italiana, ma occorre verificare entrambe le dimensioni per capire cosa acquistare.

Reggiseno, bikini: giro sottoseno

[table id=15 /]

Reggiseno, bikini: coppa

[table id=16 /]

Slip (donna)

[table id=17 /]

Slip/boxer (uomo)

[table id=18 /]

Accessori

Ogni oggetto ha una sua misura, anzi due: una in America e una in Italia. Volete assolutamente mettere al dito un anello a stelle e strisce o regalare al vostro boy-friend un cappello Stetson da cow boy? Ecco le tabelle di conversione da utilizzare…

Anelli

[table id=19 /]

Cinture uomo

[table id=20 /]

Cinture donna

[table id=21 /]

Guanti uomo e donna

[table id=22 /]

Cappelli

[table id=23 /]

Vestiti e muro

 

Foto di MNicoleM, Hey Mr Glen


Vedi altri articoli su: Abbigliamento

Commenti

  • Silvia S.

    vorrei segnalare che queste misure sono completamente sfasate e se prese come referenza avranno risultati catastrofici…
    per esempio io porto una 12 qui in america che in Italia è una 48/50 non una 46!!!
    E di scarpe porto il 9, che in Italia è un 40 non un 44!!! chiunque abbia scritto queste deliranti tabelle non ha idea di cosa stia dicendo!!!

  • Anna Invernizzi

    Carissima Silvia, le indicazioni che abbiamo fornito ci risultano corrette, come puoi tranquillamente verificare navigando un po’ sul web. Se trovi qualche inesattaezza e hai informazioni aggiuntive da darci, ti ringraziamo del contributo.

  • Valentina

    Cara Anna io in Italia ho il piede num 42 sto acquistando da un sito cinese che mi chiede taglia usa può aiutarmi? Grazie