Meteo di fine settembre: settimana instabile specialmente al sud

Nelle regioni meridionali diverse situazioni climatiche di instabilità si susseguiranno nell'arco della settimana. Migliore il tempo altrove, anche se non mancheranno le piogge anche al nord e sulla Sardegna.

Meteo della settimana dal 25 al 29 settembre

La prima settimana autunnale di questo 2017 non tradisce le aspettative, almeno dal suo punto di vista.

Il tempo che l’accompagnerà sarà infatti variabile e piuttosto piovosa specialmente al centro-sud, dove si susseguiranno diverse “ondate” di instabilità che porteranno con sé acquazzoni e temporali. Al nord le cose andranno un po’ meglio, con una prevalenza delle schiarite rispetto agli annuvolamenti, ma comunque non senza eccezioni soprattutto sulle Alpi e sulla Sardegna nelle giornate centrali della settimana.

meteo tendenze

 

Cominciamo dunque ad analizzare il tempo delle singole giornate a partire da lunedì 25 agosto: l’instabilità dei precedenti giorni si conferma soprattutto lungo tutta la costa adriatica, sulla dorsale appenninica e sulla Calabria, con rovesci piuttosto intensi ma tendenti alla attenuazione in serata. Sul resto delle regioni il cielo sarà comunque prevalentemente nuvoloso, anche se le precipitazioni dovrebbero limitarsi a pochi e sparsi piovaschi sul Veneto e sulla Sardegna.

Martedì 26 sarà soprattutto la Sardegna ad essere sotto “scacco” del maltempo. Per tutta la giornata forti piogge e temporali si abbatteranno sull’isola dove non si esclude la possibilità di qualche nubifragio. Pioggia anche su Umbria e Abruzzi, sebbene in misura minore, e sull’arco alpino, specie quello occidentale. Temperature tendenzialmente stazionarie.

Mercoledì 27 nuova giornata e nuovo scenario. Su tutto il centro-nord, compresa la Sardegna, tornerà a prevalere il bel tempo, con cieli dove le schiarite avranno generalmente la meglio sugli annuvolamenti. A partire dal basso Lazio e fino alla Calabria, passando per Lucania e Campania tornerà invece copiosa la pioggia, portata da una nuova perturbazione, la decima di questo travagliato mese di settembre. I rovesci arriveranno a coinvolgere anche la Sicilia e, specialmente a sera, assumeranno talvolta carattere temporalesco.

Questa situazione sarà confermata anche per giovedì 28, quando addirittura si accentuerà la differenza fra zone “al sole” – centro-nord e Sardegna – e sotto l’acqua – sud e Sicilia, anche se soprattutto nel Lazio ed in Campania la situazione sarà migliore rispetto a mercoledì.

Le piogge si attenueranno a sera, ma torneranno protagonista nella giornata di venerdì 29 ancora con il “solito” schema di gioco: rovesci e temporali al sud questa volta soprattutto sulla costiera jonica, sulla Sicilia Orientale, più sparsi sulla Campania e sul basso Lazio. Qualche piovasco si potrà registrare sull’arco alpino. Sul resto delle regioni tempo sereno o poco nuvoloso.

 

Meteo del week-end 23-24 settembre

E’ ufficialmente arrivato l’autunno, lo dice anche il calendario. E lo dice, da un po’ di giorni ormai, anche il clima che ha ormai svoltato abbastanza stabilmente verso la nuova stagione, abbandonando il bel tempo.

Anche questo primo week-end della nuova stagione non cambierà questo trend. Se infatti sabato sarà giornata tutto sommato stabile e dalla temperatura piacevole – se si eccettua un aumento della nuvolosità sulle regioni settentrionali – per domenica è previsto invece un nuovo peggioramento sulla maggior parte delle regioni a causa di due situazioni metereologiche concomitanti: il “ritorno” sui suoi passi della zona di bassa pressione che era sui Balcani e che era già passata sullo Stivale ad inizio della scorsa settimana e l’arrivo contemporaneo di una nuova perturbazione atlantica che colpirà soprattutto il sud.

 

Cominciamo dunque il nostro consueto dettaglio da sabato 23 settembre: al Nord e sulle Isole Maggiori il cielo potrà presentare qualche irregolare annuvolamento che si accentuerà nel corso della giornata. Nel pomeriggio non si esclude qualche isolata pioggia sulle Alpi centro-occidentali e nel sud-est della Sardegna. Sul resto delle regioni sarà ancora prevalente un cielo sereno o poco nuvoloso. Le temperature saranno generalmente stazionarie o in ulteriore lieve aumento sulla Sardegna e sulla Sicilia.

Domenica 24 la situazione sarà più instabile. Al mattino sarà ancora prevalente il sereno o poco nuvoloso, ma già verso mezzogiorno potranno comparire i primi rovesci sulle Marche e sull’Abruzzo che si estenderanno poi a tutte le regioni del Nord-Est, alla Lombardia orientale, alla Puglia, alla Calabria e a parte della Sicilia. In queste zone la colonnina di mercurio perderà qualche posizione e si abbasserà di un paio di tacche.

 

Meteo della settimana dal 18 al 22 settembre

Continua questo settembre meteorologicamente travagliato e piovoso che ci ha regalato sicuramente più nuvole che sprazzi di sole e continua sulla falsa riga di quanto ci ha proposto fino ad ora: una perturbazione atlantica, la settima del mese, attraverserà l’Italia da nord a sud nella prima parte della settimana portando, sebbene in misura e moneti diversi sulle varie zone dello Stivale, nuove piogge e temperature decisamente fresche, per non dire autunnali.

La situazione generale tenderà a migliorare nella seconda parte della settimana, specialmente a partire da giovedì, quando il vortice ciclonico avrà spostato la sua influenza più sul Mediterraneo orientale.

meteo tendenze

Cominciamo dunque da lunedì 18 settembre: il tempo, già instabile da domenica, si manterrà piovoso e coperto su tutto il nord, con particolare sulle Venezie e sulla Liguria. Coinvolte nel maltempo anche le regioni del centro ed in particolare modo l’Emilia Romagna, la Toscana le zone settentrionali di Marche ed Umbria, dove non mancheranno temporali anche intensi. Nel corso della giornata l’area di influenza della pioggia tenderà a spostarsi verso sud-est, “liberando” le zone del Piemonte e della Valle d’Aosta e coinvolgendo nelle piogge il Lazio e la Sardegna settentrionale. Sul resto delle regioni il tempo sarà sereno o poco nuvoloso.

Martedì 19 la situazione sarà sostanzialmente confermata, con instabilità perdurante Sul Nord-Est e sul versante adriatico, non senza interessamenti anche di Lazio e Toscana. Gli spostamenti dei gruppi di nuvole sullo Stivale porteranno ad un graduale miglioramento della situazione al nord e ad un peggioramento in serata anche su Campania e Calabria, dove potranno verificarsi le prime piogge.

Mercoledì 20 sarà l’ultimo giorno di permanenza sulle nostre latitudini della perturbazione: le residue zone interessate da piogge, comuneu qmeno intense che nei giorni precedenti, saranno il Trentino e i territori intorno all’Alto Adriatico al mattino, tutta la costa adriatica fra Romagna e Puglia nel pomeriggio, con graduale attenuazione dei rovesci in serata. Altrove prevarrà di nuovo il sole ed il bel tempo, anche se le temperature si manterranno stazionariamente fresche.

Giovedì 21 la perturbazione avrà definitivamente lasciato l’Italia. Se si eccettua qualche isolato piovasco residuo sulla Puglia e sulla Sicilia orientale, il resto dell’Italia godrà di una giornata serena o poco nuvoloso, con temperature in leggero rialzo. Situazione confermata anche per venerdì 22, quando le precipitazioni saranno praticamente assenti ed il sole decisamente prevalente, al netto di qualche nuvola “innocua” sul Tirreno centrale e sulle Alpi, specialmente in serata.

 

Meteo del week-end 16-17 settembre

Sarà ancora all’insegna del tempo instabile il prossimo fine settimana. La perturbazione che così tanti disagi ha creato nei giorni scorsi, resterà ancora per sabato ed in parte anche domenica sulla nostra Penisola, in particolare sul centro-nord dove la bassa pressione regnerà sovrana.

Per quanto riguarda possibili nubifragi causati dai forti temporali, il livello di allarme è stato innalzato ad “arancione” per le regioni del Lazio dell’Umbria e della Toscana e a “giallo” per quanto riguarda l’Emilia Romagna. La prudenza, dunque, è in questi casi d’obbligo. La situazione sarà in graduale miglioramento a partire da domenica.

meteo tendenze

Sabato 16 settembre è dunque una giornata ancora all’insegna della pioggia al centro-nord, mentre sulle regioni del sud rimarrà il sole e le temperature resteranno elevate. Le zone dove si concenterà maggiormente il maltempo saranno quelle del nord-est, l’arco alpino, e le zone centrale nella fascia Toscana-Emilia-Umbria-Lazio dove la situazione sarà difficile soprattutto nel pomeriggio, quando è acceso il citato all’erta meteo della Protezione Civile.

Leggermente migliore la situazione sul nord-ovest, dove, in un contesto comunque nuvoloso, le piogge saranno più sparse ed intermittenti e di limitata entità. Sulla Sardegna e sul resto delle regioni, perdura invece il sole, con cieli sereni e al più poco nuvolosi. Temperature generalmente stazionarie.

Domenica 17 la perturbazione avrà spostato il suo “centro” più attivo verso est, liberando gran parte dello Stivale. Resteranno sotto la pioggia per quasi tutto il giorno solo la zona delle Alpi, dove non si esclude qualche nevicata ad alta quota, il Friuli, l’alta Toscana e le zone interne del Lazio, specialmente nelle ore centrali della giornata. Altrove le piogge saranno rade e sparse e tendenti a scomparire in serata, dove quasi tutta l’Italia dovrebbe avere una tregua che sarà però di breve durata. Già da lunedì, infatti, un’altra perturbazione sarà di nuovo alle porte con il suo carco di nuvole e pioggia.

 

Meteo della settimana dall’11 al 15 settembre

Il maltempo sta colpendo l’Italia, specialmente nella sua fascia centrale, con una intensità notevole, provocando anche gravi situazioni di pericolo e gravi danni per la notevole quantità d0acqua riversata in breve tempo in alcune zone dello Stivale.

Purtroppo sembra proprio che questa situazione climatica “pre-autunnale” sia destinata a perdurare per un po’ di tempo, almeno fino alla fine della settimana: infatti, se da martedì la forte perturbazione che ha colpito l’Italia fra venerdì e lunedì si allontanerà verso il centro dell’Europa, fin da giovedì ne arriverà un’altra che, sebbene meno intensa, non risparmierà nuove piogge e temporali almeno sul centro-nord fino a domenica.

meteo tendenze

Lunedì 11 settembre è ancora giornata di “allerta” dal punto di vista del maltempo. Le piogge saranno ancora intense su gran parte della Penisola, fatta salva la “fetta” di territorio del nord-ovest, della Sardegna e della Sicilia Orientale. Sulle altre regioni i rovesci saranno ancora insistenti con rischio di nubifragi questa volta sulle regioni meridionali, in particolare sulla Puglia, sulla Lucania e sulla Calabria. Le temperature saranno in diminuzione dove piove ed in leggera ripresa dove la “buriana” è passata.

Martedì 12 il grosso della perturbazione si sarà spostato verso est, lasciando i nostri cieli. Residui di pioggia di intensità decrescente saranno ancora presenti al mattino sul Triveneto, sulla Lombardia orientale e sull’Emilia Romagna, per spegnersi quasi completamente nel pomeriggio ed in serata. Altrove torna il sereno o poco nuvoloso, con temperature però che non registreranno riprese di rilievo, restando piuttosto fresche.

Mercoledì 13 sarà giornata “di tregua”, con clima sereno ed asciutto su tutte le regioni, fatta salvo qualche piovasco isolato e “timido” che potrebbe verificarsi sulle Alpi. Sarà però una tregua di breve durata, perché già da giovedì 14 una nuova perturbazione proveniente dall’Atlantico arriverà sull’Italia portando nuovamente piogge e temporale innanzi tutto sulle regioni del nord-ovest e sull’arco Alpino. Sereno o poco nuvoloso ancora sul resto delle regioni.

Venerdì 15 il fronte della perturbazione avrà allargato la sua influenza su tutto il settentrione, coinvolgendo anche l’Emilia e la Toscana. Su queste zone ci saranno piogge intense, anche se è presto per precisarne l’intensità e la costanza.

 

Meteo del week-end 9-10 settembre

 

Arriva l’autunno. Almeno, questo sembra essere il responso guardando le previsioni metereologiche del prossimo week-end. Pioggia, temporali, instabilità e venti piuttosto freschi saranno infatti protagonisti per tutto il fine settimana, prima solo al centro-nord e poi su tutte le regioni.

Se si tratti di una situazione irreversibile e le il clima sull’Italia abbia già voltato pagina rispetto all’estate, è ancora presto per dirlo, dato che per la prossima settimana sembra avvicinarsi una situazione di maggiore stabilità, ma il buon senso ci dice che siamo quasi a metà settembre e che forse è meglio mettersi il cuore in pace…

meteo tendenze

Sabato 9, dunque, sarà giornata climaticamente travagliata specialmente al centro-nord. Una forte perturbazione che ha già fatto sentire i suoi effetti fin da venerdì, arriverà infatti sulla nostra Penisola proveniente dall’Atlantico e avrà proprio l’Italia come “epicentro” nelle ore successive. Le previsioni pertanto riportano piogge e temporali persistenti e forti su tutto il centro-nord per tutta la giornata con rischio di nubifragi su Levante ligure, sulle zone della Lombardia adiacenti ai rilievi e sul Veneto occidentale.

I temporali e la pioggia sconfineranno anche al centro, coinvolgendo Emilia Romagna, Toscana ed Umbria, mentre sul resto delle regioni, Sardegna compresa, resisterà una situazione di generale bel tempo, con qualche annuvolamento in più rispetto ai giorni scorsi ma generalmente senza pioggia. Bel tempo anche al sud, fatto salvo qualche isolato temporale estivo.

Domenica 10 l’area di maltempo sarà assai più estesa di sabato, a motivo del progressivo spostamento della perturbazione: piogge e temporali intensi ed insistenti copriranno anche tutto il centro e la Sardegna, per sconfinare fino al sud in Calabria e Sicilia. In serata qualche schiarita sul nord-ovest, dove le piogge cesseranno, mentre resteranno “immuni” dal maltempo solo la costa jonica e la Puglia. Temperature in generale calo.

 

Meteo della settimana dal 4 all’8 settembre

Una prima metà di settimana all’insegna del bel tempo ed una seconda parte un  po’ più instabile a seguito di una perturbazione atlantica, invero non particolarmente intensa, che attraverserà la nostra beneamata Penisola da nord a sud.

Questo in sintesi il quadro meteorologico dell’Italia nella prima settimana “intera” di settembre, che quindi come avrete intuito scorrerà senza troppi scossoni e secondo i classici canoni del periodo, quello che vede l’ormai “tarda” estate trasformarsi a poco a poco in autunno.

I momenti di maltempo saranno comunque piuttosto fugaci e localizzati: il “vero” peggioramento si registrerà nel week-end quando una ben più probante nuova perturbazione porterà acqua abbondante al centro-nord. Ma questa è un’altra storia…

meteo tendenze

Poco da segnalare dunque per quanto riguarda lunedì 4, martedì 5 e mercoledì 6 settembre: il sole resterà ampiamente prevalente su tutte le regioni con temperature piacevoli stazionarie o in lieve ripresa rispetto ai giorni precedenti. Solo mercoledì qualche piccola avvisaglia della nuova perturbazione si potrà verificare soprattutto nelle ore pomeridiane, in modo sporadico sull’arco alpino e con un po’ più di insistenza sulla Liguria, specie sul Levante, e sul nord della Toscana. Gli altri annuvolamenti sparsi che potranno verificarsi in altre regioni non daranno seguito a precipitazioni.

Giovedì 7 sarà probabilmente la giornata più tribolata della settimana. La perturbazione giungerà infatti fin dalle prime ore del mattino piogge e temporali piuttosto intensi e diffusi si manifesteranno su tutto il nord-est, sulla Toscana, sull’Emilia Romagna sul Levante Ligure e su Umbria e Marche, anche se qui in maniera meno continuativa. Qualche pioggia più sparsa potrebbe verificarsi anche lunga la dorsale appenninica ed in alcune zone della Campania. Sulle regioni del sud prevarrà ancora il sereno. Le temperature saranno in calo al nord e tendenzialmente stazionarie sulle altre regioni.

Venerdì 8 la perturbazione avrà già lasciato le nostre latitudini quasi interamente, lasciando solo sporadici strascichi di pioggia sulle Alpi e su alcune zone del sud come la Campania, il Gargano e la Sicilia Orientale. Nel resto dell’Italia sarà ristabilito il sole con temperature nuovamente in lieve aumento.

 

Meteo del week-end 2-3 settembre

Siamo ormai arrivati a settembre, il mese dove tutto torna alla “normalità”. Anche il clima, come fin da subito settembre ci fa capire. Il primo week-end del nuovo mese, infatti, ci farà conosce una sorta di anticipo di autunno cui non eravamo più abituati: su tutta la Penisola, anche se in maniera molto più marcata nelle regioni del centro-nord, saremo di fronte ad un abbassamento delle temperature brusco e sensibile che potrebbe attestarsi anche nell’ordine della decina di gradi.

La pioggia e l’instabilità portate dalla nuova perturbazione atlantica che giunge sull’Italia proprio in queste ore, è la principale responsabile di questa situazione di cambiamento che sembra abbastanza passeggera, ma che segna però una svolta importante nel percorso climatico dell’anno. Infatti non torneremo più indietro: anche se nella prossima settimana si ristabilirà un prevalente bel tempo, il caldo e le temperature raggiunte nelle scorse settimane non saranno più possibili nel 2017. Per l’estate “vera” appuntamento quindi all’anno prossimo.

meteo tendenze

Sabato 2 settembre si aprirà con la pioggia, comparsa già venerdì. Il maltempo sarà piuttosto accentuato soprattutto sul nord-est e sull’Emilia Romagna dove non è da escludere il rischio di nubifragi, con forme temporalesche forti e persistenti. Maltempo e pioggia anche sul resto delle regioni settentrionali, sulla Toscana e sull’Umbria, mentre i rovesci saranno più in forma locale e sporadica lungo la dorsale appenninica. Anche la Campania e la Lucania potranno conoscere qualche piovasco, specialmente nel pomeriggio. Ovunque, anche nelle regioni del centro-sud dove tutto sommato reggerà un tempo sereno, le temperature si abbasseranno decisamente. Al nord il calo termico sarà notevole e non di rado le massime finiranno per scendere sotto i venti gradi.

Domenica 3 la traiettoria verso est della area di perturbazione renderà migliore la situazione in tutto il versante occidentale dello Stivale, mentre sotto la pioggia ci sarà ancora quello orientale. Su Piemonte, Liguria, Lombardia e lungo tutta la costa tirrenica tornerà a prevalere il sole, mentre sul Triveneto, Emilia Romagna, Marche, Abruzzi e Puglia prevarrà la pioggia, di tanto in tanto di origine temporalesca. Qualche pioggia in serata ci sarà anche in Calabria e sulla Campania. Temperature generalmente stazionarie al centro-nord, in diminuzione al sud.

 


Vedi altri articoli su: Meteo |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *