Meteo di fine marzo: settimana di bel tempo “maggio-style”

Bel tempo stabile e prolungato su tutta la Penisola fino a venerdì. Marzo ci saluta mostrandoci la sua faccia migliore.

Meteo della settimana dal 27 al 31 marzo

Qualche pioggia residua fra il pomeriggio e la serata di lunedì al sud e poi, da martedì in avanti, tanto sole su tutto lo Stivale con un clima decisamente primaverile – “da inizio maggio”, recitano gli esperti metereologi di Meteo.it – piogge assenti e temperature ben al di sopra della media stagionale.

La settimana che ci apprestiamo a vivere sarà dunque una delle più semplici e veloci da raccontare dal punto di vista del clima: una ampia fascia di alta pressione infatti stazionerà stabilmente sull’Italia fino a tutta la giornata di venerdì “proteggendo” la nostra beneamata Penisola da ogni attacco di perturbazioni e regalando una stabilità abbastanza inusuale per il mese di marzo.

Sarà il prossimo week-end a riportare il tempo nell’alveo della normalità: è infatti previsto l’arrivo di una perturbazione che significherà il ritorno della pioggia su diverse regioni. Ma questa, come si suol dire, è un’altra storia e ce ne occuperemo a tempo debito.

meteo tendenze

Raccontare il dettaglio degli accadimenti della italica settimana dal punto di vista del meteo è compito facile: lunedì 27 l’ampio soleggiamento “ereditato” dal fine settimana resterà regolarmente presente su tutto il centro-nord fino al nord del Lazio e all’Umbria compresi, sulla Sardegna e sulla Sicilia, sebbene con temperature ancora stazionarie. Maggiore nuvolosità sulla dorsale appenninica dagli Abruzzi in giù, con qualche pioggia e qualche temporale possibili sul basso Lazio, sulla Campania, sulla Lucania e sulla Calabria.

A partire da martedì 28 l’intera penisola sarà baciata dal sole. Qualche residuo di nuvolosità, specialmente in mattinata, si registrerà sulla Calabria e sulla Sicilia Orientale, ma anche questi fenomeni saranno in progressiva scomparsa con l’andare della giornata. Le temperature cominceranno ad essere in aumento.

L’ago del barometro si manterrà stabilmente sul bel tempo per mercoledì 29, giovedì 30 e venerdì 31 marzo, sostanzialmente senza soluzione di continuità e senza eccezioni significative da segnalare in nessuna regione. Da segnalare come la colonnina di mercurio finirà, almeno per le massime, ben al di sopra dei venti gradi, sfiorando addirittura quota 25 a Firenze e raggiungendoli a Bolzano. Anche l’escursione termica, benché ancora presente, comincerà a ridursi e le minime a prendere una conformazione più primaverile avvicinandosi al valore delle massime.

 

Meteo del week-end del 25 e 26 marzo

Instabile al centronord, prevalentemente soleggiato al centro-sud. Questa in estrema sintesi la situazione metereologica sull’Italia per il prossimo week-end che, fedele alla tradizionale “nomea” pazzerella di marzo, sarà ancora “indeciso” fra appartenere alla coda dell’inverno o all’anticipo della primavera.

La pioggia sarà presente con una certa costanza nell’arco dei due giorni soprattutto sulle regioni del nord-ovest e sulla Sardegna, mentre domenica in serata una più ampia zona di instabilità estenderà a gran parte del centro-nord una pioggerella più blanda ma diffusa.

meteo tendenze

Diamo dunque uno sguardo di insieme alla situazione di sabato 25 marzo: una zona perturbata ed instabile proveniente dai cieli della Francia arriverà sull’Italia fra la serata di venerdì e la prima mattinata del giorno successivo, così che su Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia Occidentale e Sardegna il risveglio sarà accompagnato dalla pioggia. Sulle Alpi i rovesci si trasformeranno in neve e a causa delle alte temperature del periodo, acuiranno il rischio di slavine e valanghe nei punti soggetti a tali fenomeni. Si raccomanda pertanto la prudenza. Le nubi, anche se senza significative precipitazioni, si presenteranno anche sulla Toscana e lungo la costa del Tirreno fino a metà del Lazio. Sul nord-est, sul versante adriatico e sul resto delle regioni la situazione sarà decisamente migliore con una netta prevalenza di cieli soleggiato o al più poco nuvolosi. Unica eccezione una accentuazione della nuvolosità in tarda serata sulle Marche con qualche possibile piovasco isolato.

Domenica 26 la posizione della perturbazione rispetto allo Stivale sarà diversa: lungo il proprio tragitto verso il centro dell’Europa si troverà maggiormente spostata verso il nord-est. Di conseguenza la maggiore probabilità di precipitazioni sarà sulla zona compresa fra la Lombardia Orientale, le Venezie, la Romagna e lungo la costa adriatica fino alle Marche. Migliore la situazione sull’Ovest del Settentrione e soprattutto sulla Sardegna dove splenderà il sole. La situazione tuttavia tenderà a peggiorare con lo scorrere delle ore: la pioggia, pur prevalentemente blanda, comparirà anche sugli Abruzzi e sulla zona pugliese del Gargano e lungo la dorsale appenninica fino alla Lucania. Sui rilievi del centro non si esclude la comparsa di qualche fiocco di neve. Le temperature saranno in leggero calo rispetto ai giorni precedenti su quasi tutta la Penisola.

 

Meteo della settimana dal 20 al 24 marzo

La primavera è iniziata ufficialmente anche per il calendario ma proprio in questi giorni un ritorno del maltempo, specialmente al nord, contribuirà a spezzare un po’ quel clima di stampo decisamente primaverile che aveva caratterizzato l’intero primo scorcio di marzo.

Sarà soprattutto a cavallo della metà della settimana che le piogge, causate da una perturbazione di media entità proveniente dall’Atlantico, ritorneranno a fare capolino su parte della nostra Penisola, spostandosi poi “a macchia di leopardo” fino al prossimo week-end.

Ma se dunque dal punto di vista climatico la situazione non può che classificarsi come un peggioramento, da quello invece della salubrità dell’aria si tratta esattamente dell’opposto: soprattutto nelle città del centro-nord, la prolungata assenza di precipitazioni aveva portato i livelli di anidride carbonica nell’aria ai limiti – se non in qualche caso oltre – dei termini stabiliti dalla legge per misurare l’aria “respirabile”. Il ritorno della pioggia, dunque, da questo punto di vista sarà un toccasana che riporterà la situazione sotto controllo. Non tutto il male viene per nuocere, recitava un vecchio adagio…

meteo tendenze

Sereno o poco nuvoloso su tutte le regioni sarà il tempo nella giornata di lunedì 20 marzo, dove al di là di una maggiore o minore variabilità da zona a zona, le precipitazioni resteranno assenti e le temperature massime elevate in linea con quanto accaduto nei giorni precedenti.

Già martedì 21 sarà una giornata un po’ diversa: le prime avvisaglie della nuova perturbazione arriveranno sul centro-nord portando una giornata molto più nuvolosa e le prime piogge su Alpi e Prealpi, dapprima deboli e poi sempre più “decise” con lo scorrere delle ore. Se la pioggia lambirà a sera la Liguria e l’Emilia, i cieli saranno coperti fin sull’Umbria e sulla Sardegna, con temperature in leggero calo. Sulle regioni del sud, invece, resta largamente prevalente il sereno, se si eccettua qualche isolata precipitazione possibile sulla Sicilia.

Mercoledì 22 la differenza fra nord e sud sarà ancora più accentuata. Se infatti a partire dalla fascia Sardegna-Lazio-Abruzzi in giù i cieli saranno prevalentemente sereni o poco nuvolosi senza grosse eccezioni, al di sopra di essa lòa giornata sarà decisamente piovosa ed instabile su tutte le regioni. Le piogge più forti sono attese al nord-ovest, dove non mancheranno fenomeni temporaleschi. Sulle Alpi tornerà la neve ad una quota intorno ai 1500 metri.

Giovedì 23 la situazione resterà abbastanza simile a quella di mercoledì, con Piemonte, Liguria, Lombardia e Veneto Occidentale sotto la pioggia praticamente per tutto il giorno. In miglioramento la situazione sul resto delle Venezie, sulla Toscana e sull’Emilia dove eventuali piovaschi residui saranno in diminuzione con lo scorrere della giornata. Sereno o poco nuvoloso altrove.

Una situazione che resterà praticamente analoga anche per venerdì 24, quando saranno ancora le regioni nord-occidentali ad essere sotto l’acqua, seppur progressivamente in modo più blando. Le schiarite saranno più frequenti ed accentuate sia sulle Venezie che sulla fascia Emilia-Toscana.

Meteo del week-end 18-19 marzo

Qualche annuvolamento più accentuato ma pur sempre privo di precipitazioni fra Liguria e Toscana, un fugace peggioramento con qualche goccia di pioggia sulla Valle d’Aosta e, nella giornata di domenica, un maggiore addensamento di nubi, sempre innocue, sul nord-est e sull’Emilia.

Sono solo queste scarne segnalazioni a costituire le poche e poco convinte eccezioni al quadro meteorologico generale sull’Italia per il prossimo week-end, che si annuncia ancora una volta votato al bel tempo e alle temperature miti, non di rado al di sopra dei livelli medi stagionali. Una situazione di stabilità assicurata dalla zona di alta pressione che continuerà imperterrita a stazionare sulla nostra Penisola almeno fino alla giornata di martedì.

Ma attenzione, non vi lasciate ingannare dalle massime decisamente fuori scala e spesso ben oltre i 20 gradi: marzo resta marzo, e l’escursione termica fra il giorno e la notte resta decisamente elevata con differenze notevoli delle temperature percepite. Non fatevi sorprendere, dunque, onde evitare qualche facile malanno di stagione…

meteo tendenze

Il dettaglio sulle giornate del prossimo fine settimana sarà decisamente rapido. Sabato 18 continua la fase di bel tempo su tutte le regioni, fatte salve come accennato in precedenza, qualche piovasco isolato possibile sulla valle d’Aosta e un aumento della nuvolosità sulla fascia centrale Liguria-Toscana senza però piogge. Sereno o poco nuvoloso altrove. Attenzione ai venti che, sulle coste, saranno generalmente in aumento, in particolare sul Mar Ligure e sul basso Tirreno.

Domenica 19 la fascia di nuvolosità sarà più spostata verso le Venezie, con qualche piovasco che potrà verificarsi solo sulle zone di confine dell’Alto Adige. Poco altro da segnalare rispetto al sole prevalente, se non un possibile addensamento di nubi nel pomeriggio sulle coste del Lazio e della Campania. Temperature stabili se non in leggero aumento.

 

Meteo della settimana dal 13 al 17 marzo

Potrebbe essere il 21 marzo – paradossalmente il giorno per antonomasia dell’arrivo della primavera – la data in cui una “recrudescenza” invernale ritornerà sull’Italia riportando un po’ di pioggia e di maltempo. Ma a parte il fatto che i contorni precisi di questo peggioramento sono ancora tutti da definire, fino ad allora la nostra beneamata Penisola conoscerà un lungo periodo di bel tempo e stabilità con un accento spiccatamente primaverile e con temperature che sarebbe un eufemismo definire come soltanto come miti.

Infatti, al netto di un rapido e fugace abbassamento delle stesse nelle regioni del sud nella giornata di mercoledì derivante dall’irrompere di una corrente di aria più fresca, sul resto dell’Italia e per il resto della settimana il sole la farà da padrone e la colonnina di mercurio arriverà di quando in quando a sfondare i venti gradi. Trattandosi di marzo non v’è dubbio che si tratti dunque di una bella notizia…

meteo tendenze

Tanto sole e piogge praticamente assenti con pochissime eccezioni. Il clima sull’Italia della settimana è presto descritto in poche parole. Lunedì 13 sarà la Sicilia a rischiare qualche piovasco sebbene isolato e poco convinto soprattutto in serata, martedì 14 anche questa piccola sacca di maltempo sarà definitivamente sparita dall’orizzonte, lasciando campo aperto ad un cielo ampiamente sereno o al più poco nuvoloso.

Ma se nella prima parte della settimana le temperature massime oscilleranno fra i 12 ed i 18 gradi senza oltrepassare questo limite, a partire da mercoledì 15 la situazione tenderà a cambiare soprattutto al centro-nord dove, perdurando il bel tempo, esse cominceranno ad innalzarsi fino a raggiungere i livelli inconsueti di 21-22.

Se inoltre nella giornata di mercoledì al sud, come già accennato, tale aumento sarà “frenato” da alcune correnti di aria più fresca, a partire da giovedì 16 e per tutto venerdì 17 tutta l’Italia all’unisono sarò sotto il sole. E lo sarà anche per il prossimo week-end, almeno fino alla “fatidica” data del 21 marzo…

 

Meteo del week-end 11-12 marzo

Un fine settimana tutto sommato soleggiato e di stampo decisamente primaverile attende la maggior parte degli italiani.

Fra sabato e domenica, infatti, la stabile zona di bassa pressione che ha albergato sulle nostre latitudini fin dalla metà della settimana uscente, confermerà la sua presenza ed il suo corredo fatto di giornate soleggiate o, al più, poco nuvolose.

Insomma, un week-end che ricorderà molto da vicino l’ormai imminente primavera anche se, come si conviene al mese di marzo, la prudenza non deve indurci a scoprirci più di tanto. Specialmente al centro sud, infatti, la temperatura sarà in lieve diminuzione a causa di una corrente di aria più fresca che giungerà sullo Stivale a dispetto del contesto di bel tempo.

meteo tendenze

Cominciamo dunque con il vedere cosa accadrà, meteorologicamente parlando, nella giornata di sabato 11 marzo: il sole sarà grande protagonista su tutta la Penisola ed i cieli si manterranno nella maggior parte delle regioni tersi e limpidi. Qualche nuvola in più, comunque innocua, si potrà addensare sulla parte bassa della dorsale appenninica e sulla costa adriatica al di sotto delle Marche, mentre la Sicilia Orientale sarà l’unica zona dove potrebbero verificarsi comunque sporadici piovaschi. Se al nord la temperatura resterà decisamente primaverile, al centro ed al sud sarà invece in leggero calo, accompagnata dai venti che sulle coste, specialmente quelle joniche, spireranno piuttosto forti.

Anche domenica 12 la situazione si manterrà in gran parte dominata dal bel tempo. Due sono le più significative evoluzioni rispetto a sabato: da un lato un aumento della nuvolosità, ma senza pioggia, sul nord-ovest e dall’altro un deciso attenuarsi del vento sulle coste del centro-sud, specie adriatiche, con conseguente rialzo della temperatura. La situazione di stabilità resterà prevalente anche per l’inizio della settimana successiva.

 

Meteo della settimana dal 6 al 10 marzo

Dopo un inizio di settimana piuttosto instabile prima al nord e poi, specialmente martedì, al centro sud, da metà settimana sembrerebbe in arrivo una “ventata di primavera“, assicurata da una situazione di alta pressione che si avvicinerà alla nostra penisola a partire da mercoledì e che porterà su tutto lo Stivale giornate soleggiate, poco nuvolose, asciutte e dalla temperatura mite e decisamente primaverile.

Stabilità che sconfinerà anche nel prossimo week-end. Buone nuove, dunque, sul fronte meteorologico, anche se la risaputa volubilità del mese di marzo non ci può autorizzare a cantare vittoria prima del dovuto. Anche perché fra martedì e mercoledì mezza Italia sarà ancora sotto l’acqua…

meteo tendenze

Subito i dettagli di ogni giornata a partire da lunedì 6 marzo, giornata piuttosto travagliata e piovosa, soprattutto nelle regioni del centro, dove la perturbazione già vista nel fine settimana continuerà a far sentire i suoi effetti dopo essere transitata sul Settentrione. Piogge in serata in particolare sul Tirreno Centrale., sulla Toscana, sul Lazio e sull’Umbria con qualche nevicata possibile sull’Appennino. Instabile il tempo anche altrove con poche aree “immuni” dal maltempo.

La situazione tenderà a peggiorare nel corso della giornata: martedì 7 sarà infatti la giornata “peggiore” della settimana. Il maltempo sarà concentrato soprattutto sul centro-sud, nella fascia dello Stivale che va dalle Marche giù fino alla Sicilia. Le piogge in queste regioni saranno decisamente intense con anche pericolo di nubifragi e temporali improvvisi. Attesa anche la neve sugli Appennini a quote relativamente basse. Migliore la situazione sul nord a partire dalle regioni occidentali dive fin dalla mattinata splenderà il sole che poi si estenderà a tutto l’arco alpino e alla Sardegna.

Mercoledì 8 la situazione sarà simile a quella del giorno precedente, ma dai contorni più stemperati e con un progressivo miglioramento che vedrà in serata il ritorno del sereno ovunque. Le piogge residue resteranno ancora agli Abruzzi, sulla Campania, sulla Lucania e sulla Calabria, con qualche escursione nella Sicilia Orientale. Sulle altre regioni sole prevalente e temperature in aumento.

Giovedì 9 il clima sull’intera Italia sarà decisamente primaverile. Il sole sarà largamente prevalente e solo in poche zone, come sullo Jonio, si potranno verificare isolati e poco convinti rovesci, dalla vita comunque breve. In molte regioni la colonnina di mercurio durante le ore del giorno si avvicinerà più ai 20 che ai 15 gradi, consolidandosi poi ancora di più venerdì 10 dove il bel tempo bacerà la nostra Penisola senza soluzione di continuità.

 

Meteo del week-end 4-5 marzo

Torna il maltempo nel fine settimana, toccando soprattutto il nord nella giornata di sabato e coinvolgendo anche il sud in quella di domenica. E’ purtroppo questo il poco allettante responso dei metereologi per il prossimo fine settimana, primo del mese di marzo.

Infatti, la stabilità conosciuta la scorsa settimana su gran parte della Penisola sarà “spazzata via” da una nuova perturbazione di origine atlantica che nella notte fra venerdì e sabato arriverà sull’Italia da nord-ovest e si sposterà verso sud-est nel corso delle ore successive, peraltro “raddoppiata” da una sorta di seconda perturbazione “gemella” che avrà l’effetto di rafforzare gli effetti della prima. Week-end con l’ombrello, dunque, per molti italiani…

meteo tendenze

Sabato 4 marzo il fronte di bassa pressione piomberà sull’Italia Settentrionale: fin dal primo mattino piogge e temporali anche piuttosto intensi si verificheranno sul Piemonte e sulla Liguria per allargarsi poi con una certa rapidità a tutto il nord comprese le Venezie e nel pomeriggio alla Toscana, alla costa Tirrenica fino alle porte della Campania ed al centro su Emilia Romagna ed Umbria. La neve ricomparirà copiosa su tutto l’arco alpino. Sul resto delle regioni e sulle Isole Maggiori la situazione si manterrà serena o poco nuvolosa. Attenzione ai venti che saranno su tutte le coste piuttosto intensi e tendenzialmente aumenteranno la loro intensità con il passare delle ore. Le temperature si manterranno invece sostanzialmente stazionarie.

Domenica 5 la “doppia perturbazione” avrà invece nella fascia centrale dello Stivale il suo epicentro. Sarà soprattutto il versante tirrenico quello maggiormente interessato da piogge e temporali anche intensi lungo tutto il suo arco dal Levante Ligure fino alla Calabria e alla Sicilia. Piogge diffuse soprattutto al mattino ci saranno comunque anche sulla costa adriatica, lungo la dorsale appenninica e sul resto del meridione. In miglioramento rispetto a sabato la situazione al nord, dove specialmente nelle zone pianeggianti da ovest ed est si verificheranno schiarite non infrequenti, anche se la tendenza generale resterà orientata al variabile piuttosto che al bello, con la possibilità di qualche isolato piovasco. Resta invece la neve copiosa sulle Alpi, specialmente su quelle Centrali. La situazione generale tenderà a migliorare in serata con il progressivo attenuarsi delle piogge che scompariranno quasi completamente nella notte fra domenica e lunedì.

 

Meteo della settimana dal 27 febbraio al 3 marzo

Salutiamo anche il mese di febbraio di questo 2017 che è passato con una velocità che non si giustifica con il fatto che si tratti del mese più corto dell’anno. Nella prossima settimana, infatti, il calendario volterà pagina e si inoltrerà nel notoriamente “pazzerello” mese di marzo, quello variabile ed imprevedibile per definizione.

Ed infatti i prossimi giorni vedranno una certa alternanza di situazioni e qualche “cambio di fronte”: se infatti lunedì sarà una giornata di pieno sole su tutto lo Stivale, martedì una rapida perturbazione arriverà sul nord Italia portando di nuovo la pioggia, per poi sparire ancora da mercoledì. Solo venerdì un nuovo fronte di nuvolosità tornerà a coprire i cieli, ancora una volta al centro-nord. Variabilità “soft” dunque per questo primo scorcio di mese: limitata al nord e senza grandi scossoni in generale…

meteo tendenze

Cominciamo la nostra breve analisi con lunedì 27, giorno in cui il sole sarà ovunque largamente prevalente. Uniche eccezioni una maggiore nuvolosità con qualche pioggia sulla Liguria ed un peggioramento serale sulle Alpi dive comparirà anche la neve.

Martedì 28, ultimo giorno del mese di febbraio, vedrà una perturbazione atlantica – quella “avvistata” sulle Alpi la sera precedente – portare una breve ma piuttosto intensa ondata di piogge su tutte le regioni del nord, da ovest ad est, sull’Emilia e sulla Toscana. Neve sulle Alpi in maniera piuttosto diffusa. Fatto salvo qualche isolato piovasco “periferico” anche sul Lazio e sull’Umbria, il resto delle regioni centro-meridionali godranno di una giornata soleggiata o al massimo poco nuvolosa, con temperature stabili.

La situazione sarà comunque in progressivo miglioramento a partire dalla serata, tanto che per mercoledì 1° marzo, i cieli sullo Stivale saranno nuovamente e completamente sgombri di nubi. Sole prevalente e continuo per tutta la giornata, dunque, da nord a sud senza soluzione di continuità e senza fenomeni rilevanti da segnalare.

La situazione resterà pressoché invariata anche per giovedì 2, con al massimo una maggiore nuvolosità locale e piuttosto intermittente sull’alto appennino, sul Levante ligure e sulla Toscana tirrenica, dove potranno verificarsi occasionali piovaschi. Nulla da segnalare altrove.

Infine venerdì 3: se tutte le regioni del centro-sud resteranno baciate da un bel sole indisturbato, sul nord e specialmente su Alpi e Prealpi, una nuova perturbazione arriverà in mattinata portando pioggia e, intorno ai 1000 metri, la neve. Il fronte del maltempo si spingerà in giornata fino a sconfinare sulle zone pianeggianti e sulla Liguria e ad interessare l’Emilia e a lambire la Toscana. Nel week-end, infatti, tutto il centro-nord subirà un peggioramento che nel corso della domenica si estenderà a gran parte dell’Italia.


Vedi altri articoli su: Meteo |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *