Meteo di fine agosto: da venerdì piogge al centro-nord

L'ondata di caldo tardo-estivo dovrebbe subire un forte rallentamento venerdì, quando una perturbazione riporterà la pioggia al nord rinfrescando tutta la Penisola.

Meteo della settimana dal 28 agosto al 1° settembre

Fino all’inizio di settembre. Tanto dovremo aspettare per vedere attenuarsi l’ondata di caldo che sta attraversando l’Italia in questi giorni regalando giornate ancora prettamente estive che possono portare gioia di chi si trova ancora nei luoghi di villeggiatura e fastidio a chi – e sono sempre di più – sta ormai riprendendo le proprie quotidiane attività “feriali” magari in una delle grandi città assediate dalla calura.

La settimana entrante, che ci accompagna verso settembre, sarà ancora dominata in gran parte dall’anticiclone africano che ha stazionato nei giorni scorsi sulla Penisola, assicurando ancora caldo e sole. Insomma, sembra ancora presto per decretare la fine dell’estate. Ance se ormai, siamo agli sgoccioli…

meteo tendenze

Cominciamo dunque con lunedì 28 agosto, giornata in linea con le precedenti e dunque caratterizzata prevalentemente dal sole e dal caldo. Solo nelle zone del nord-est, una piccola “sacca” instabile potrà portare nel corso della giornata ad isolate precipitazioni di tanto in tanto temporalesche che rinfrescheranno il clima, sebbene in modo effimero. Sul resto della Penisola cieli tersi, sereni o poco nuvolosi e temperature senza modifiche di rilievo rispetto allo scorso week-end.

Martedì 29 anche i residui accumuli nuvolosi sulle Venezie saranno completamente scomparsi, per lasciare spazio ad una giornata di pieno sole senza eccezioni. Temperature ancora stazionarie su livelli alti, ben oltre i trenta gradi di massima sulla maggior parte del territorio nazionale.

Situazione assolutamente invariata per mercoledì 30, ancora giornata di caldo e pieno sole ovunque, mentre giovedì 31, ultimo giorno del mese di agosto, un piccolo cambiamento sul quadro climatico generale si presenterà sotto forma di una di una prima perturbazione proveniente da ovest che irromperà nelel prime ore del mattino sulle zone nord-occidentali, a partire dal Piemonte e dalla Valle d’Aosta. Qui si verificheranno le prime precipitazioni con un sensibile abbassamento delle temperature, anche se la zona instabile resterà confinata a queste latitudini per tutta la giornata, senza “espandere” la propria zona di influenza. Sul resto delle regioni, se si eccettua una accentuazione della nuvolosità possibile sull’Arco Alpino, il bel tempo resterà prevalente.

Nella notte fra giovedì e venerdì 1° settembre, ci sarà probabilmente la svolta. La prima “timida” avvisaglia di maltempo si trasformerà in una perturbazione vera e propria che porterà piogge e temporali su tutto il nord, sull’Emilia, sulla Toscana, sull’Umbria e sulle Marche. Di conseguenza, le temperature al centro-nord subiranno un sensibile calo, percepibile anche di 6-8 gradi. Sulla Sardegna e sulle regioni meridionali continuerà a prevalere il bel tempo, con ampio soleggiamento, anche se le temperature, subendo l’influsso della perturbazione, saranno il lieve calo. La situazione si dovrebbe mantenere come descritto anche per il successivo week-end.

 

Meteo del week-end 26-27 agosto

L’ultimo week-end di agosto sarà ancora all’insegna del gran caldo portato dalla prevalente area anticiclonica africana che stazionerà sulla nostra Penisola ancora per qualche giorno. Il clima sarà dunque ancora prettamente estivo senza eccezioni di rilievo se non quelle localizzate sulle Alpi dove potrebbero verificarsi piogge e temporali ma anch’essi di sapore decisamente estivo. Sole prevalente e cieli tersi accompagneranno gli ultimi sgoccioli di vacanza degli italiani.. E sarà così anche nella prossima settimana.

meteo tendenze

Sabato 26 sarà dunque giornata di ampio bel tempo e sole pieno. Solo sull’arco alpino qualche nuvola in più potrà formarsi dando vita saltuariamente a qualche piovasco e a dei temporali sparsi. Null’altro da segnalare sul resto dell’Italia, se non le temperature che saranno in costante aumento su tutto il territorio nazionale, toccando punte intorno ai 36-37 gradi in alcune grandi città.

La situazione resterà immutata anche per domenica 27, giornata ancora una volta ampiamente soleggiata, senza nuvole e con rare piogge sui rilievi del nord. Le temperature saranno in ulteriore lieve aumento.

 

Meteo della settimana dal 21 al 25 agosto

Torna il bel tempo, stabilmente, sulla nostra beneamata penisola. E torna accompagnato dal gran caldo. Se infatti l’inizio della settimana sarà caratterizzato da cieli ampiamente soleggiati ma da una temperatura ancora mantenuta fresca dalle correnti settentrionali che ancora spazzano i cieli dello Stivale, a partire da giovedì si registrerà un decisa rimonta dell’alta pressione che riporterà la colonnina di mercurio a varcare quasi ovunque la fatidica quota dei 30 gradi in tema di massime.

Non si tornerà, beninteso, al caldo-record di qualche settimana fa, ma comunque il clima si presenterà decisamente più estivo e caldo. Per la gioia dei vacanzieri di questo ultimo scorcio del mese di agosto.

meteo tendenze

 

Scendiamo nel consueto dettaglio riguardo al meteo delle prossime giornate partendo da lunedì 21 agosto, giornata che vedrà una netta prevalenza del sereno con precipitazioni praticamente assenti su tutta l’Italia, salvo qualche isolato scroscio possibile sulla Calabria. Tuttavia, la persistenza delle correnti più fresche manterrà sostanzialmente costante, e quindi piuttosto mite, la temperatura. Anzi, al centro-sud dove l’effetto delle correnti si farà sentire più puntualmente, vedrà addirittura le massime diminuire di qualche grado. Attenzione ai venti sulle coste, anche piuttosto sostenuti.

La situazione si manterrà praticamente invariata martedì 22: sole pieno su tutte le regioni con piogge trascurabili ma temperature stazionarie e fresche, alimentate dei venti. In lieve aumento le temperature al nord.

Un innalzamento della colonnina di mercurio che si confermerà anche per mercoledì 23, giornata “di svolta” dove l’aumento delle temperature sarà generalizzato e coinvolgerà l’intera Penisola, centro-sud compreso. Ancora nessuna precipitazione di rilievo da segnalare, sebbene i venti rimangano a tratti sostenuti lungo le coste, specialmente sullo Jonio e sul basso Adriatico.

Giovedì 24 la nuova rimonta dell’alta pressione sarà del tutto consolidata ed in rafforzamento. In ragione di tale nuova situazione, non solo il sole rafforzerà il suo giù netto predominio su tutte le regioni, ma la temperatura tornerà di nuovo a salire tornado su livelli in linea con le medie stagionali. Da segnalare il ritorno oltre i trenta gradi in molte grandi città come Milano, Bologna, Roma o Firenze, mentre qualche temporale sparso ma piuttosto violento potrebbe comparire sulle Alpi, specie nel quadrante orientale.

Infine venerdì 25, giorno che chiude l’ambito feriale di questa ultima settimana interamente appartenente al mese di agosto, sarà sostanzialmente una fotocopia di giovedì: bel tempo e sole pieno ovunque, con temperature stazionarie o in lieve aumento e qualche rovescio isolato solo sull’arco alpino.

 

Meteo della settimana dal 7 al 13 agosto

Continua questo caldo agosto sulla nostra beneamata Penisola, con livelli della colonnina di mercurio da record e temperature effettive e percepite ben al di sopra delle medie stagionali.

Ma sembra ormai che l’ondata di calore di matrice africana, sia destinata ad allentare la propria morsa nell’arco di pochi giorni: se infatti nelle regioni del nord già dalla scorsa domenica una massa di correnti più fresche ha contribuito ad un deciso cambio di clima con un calo termico di almeno dieci gradi sulle massime, al centro ed al sud l’inversione di tendenza comincerà a manifestarsi da fine settimana, fra venerdì e sabato.

Ferragosto, dunque, sarà molto probabilmente una giornata ideale su tutto lo stivale, con cieli soleggiati o poco nuvolosi, precipitazioni assenti e temperature piacevolmente estive.

meteo tendenze

Mercoledì 9 agosto continueranno i temporali sparsi e le piogge intermittenti sui rilievi alpini e sulle zone limitrofe, con conseguente ulteriore diminuzione delle temperature al nord, fino alla Liguria e alla zona settentrionale dell’Emilia. Continua invece il caldo torrido al centro e al sud con le ormai consuete massime che sfiorano i quaranta gradi in diverse città.

La situazione si manterrà sostanzialmente invariata anche per giovedì 10: sole splendente e caldo al sud e sulle isole e sulla maggior parte del centro. Il fronte delle piogge si sposterà leggermente verso sud, coinvolgendo le pianure del nord e localmente i rilievi appenninici della Toscana e dell’Umbria. Le temperature resteranno stazionarie ovunque, ricalcando i livelli di mercoledì.

Venerdì 11 sarà il giorno della svolta: l’instabilità “latente” dei giorni precedenti nelle regioni settentrionali diventerà conclamata con rovesci anche intensi, talvolta in forma temporalesca, su tutte le regioni da est a ovest. Le precipitazioni sconfineranno facilmente su tutta l’Alta Toscana ed arriveranno fino alla Romagna, ma anche nelle altre regioni del centro, che pure saranno ancora sotto il sole, tale instabilità porterà ad un deciso calo termico, con temperature in diminuzione di 5-7 gradi.

Il caldo resiste ancora imperterrito solo sulle estreme regioni del sud, dove l’inversione di tendenza sarà rinviata a sabato 12 agosto, giornata dal clima decisamente “ideale”. Infatti, se le piogge saranno quasi completamente scomparse se non in qualche manifestazione intermittente sulle Alpi Orientali, l’aria più fresca ed i venti più sostenuti contribuiranno decisamente all’abbassamento delle temperature che sarà generalizzato. Ovunque, sud e isole comprese, le massime si attesteranno fra i venticinque ed i trenta gradi, assicurando un clima decisamente piacevole ed invitante.

Clima che, peraltro, sarà pienamente confermato anche per domenica 13, quando nonostante un lieve rialzo della media delle temperature di un paio di gradi, il sole sarà caldo ma piacevole, l’umidità contenuta, l’afa assente così come ogni forma di precipitazione sull’intero Stivale.

 

Meteo del week-end del 5 e 6 agosto

Fino a quando la cappa di caldo continuerà ad avvolgere le nostre giornate? E’ probabilmente questa la domanda che si fanno molti italiani in questi giorni, alle prese con temperature record e calore percepito ancora più da record.

Ebbene la risposta dei metereologi sembra essere la seguente: mentre al centro-sud la situazione si manterrà sostanzialmente stabile e senza variazioni fino alla seconda metà della prossima settimana, al nord già da domenica una maggiore instabilità garantita da una corrente di aria più fresca proveniente dall’Atlantico, contribuirà ad allentare la morsa del caldo, portando un po’ di pioggia specie sui rilievi ed un raffrescamento anche a quote più basse.

meteo tendenze

Sabato 5 è dunque ancora una giornata di grande caldo senza eccezioni su tutta l’Italia. Nessuna variazione di rilievo da segnalare se non qualche possibile temporale che potrebbe formarsi in serata sulle Alpi dell’Alto Adige. Le temperature percepite resteranno ovunque sopra i quaranta gradi.

Per domenica 6, invece, la situazione comincerà a cambiare al nord: fin dal mattino le piogge “iniziate” nella zona del Trentino si estenderanno a gran parte dell’arco alpino e alle zone più basse del Piemonte e della Lombardia. Il fronte di instabilità guadagnerà terreno nel corso della giornata per arrivare a sera anche sulle Venezie ed alle porte dell’Emilia Romagna e della Liguria.

Tutte queste regioni godranno di un calo delle temperature che torneranno su livelli più normali attestandosi intorno ai 30 gradi. Una lieve attenuazione dell’afa è prevista anche in Sardegna ma, questa volta, a causa del vento di Maestrale. Nessuna variazione sul resto delle regioni: il caldo intenso ed il sole imperante saranno ancora protagonisti assoluti almeno per altri quattro o cinque giorni.

 

Meteo della settimana dal 1° al 4 agosto

Caldo, afa e temperature record. I prossimi giorni si annunciano come piuttosto difficili dal punto di vista climatico per l’intero Stivale. Una nuova ondata di caldo africano, infatti, sostenuta da una ampia zona anticiclonica che si muove dal sud verso il nord del pianeta, arriverà con il nuovo mese di agosto sull’Italia restando pressoché indisturbata senza soluzione di continuità per diversi giorni, ben oltre la prima decina del mese.

Il picco si raggiungerà su tutte le regioni fra giovedì e sabato, quando la colonnina di mercurio raggiungerà vette record che saranno ampiamente sopra ai 35 gradi e non di rado sfonderanno anche il muro dei 40. Inevitabile, quindi, l’allerta lanciata dal Ministero della Salute che riguarda soprattutto coloro che si troveranno a trascorrere questo infuocato periodo nelle grandi città, con particolare attenzione alle fasce più a rischio della popolazione, ma non solo.

Anche la siccità, che quest’anno ha accompagnato tutto il periodo estivo, sarà acuita e prolungata da questa nuova situazione.

meteo tendenze

Davvero pochissimo da dire per quanto riguarda i dettagli delle singole giornate in questo primo scorcio di agosto, il mese vacanziero per eccellenza. Da martedì 1° agosto fino a venerdì 4 – ma in realtà ben oltre attraverso il successivo week-end e la settimana che inizia con lunedì 7 – il sole sarà assoluto protagonista si tutto lo Stivale, in ogni angolo della Penisola e da nord a sud.

Pochissime se non trascurabili le eccezioni che si limiteranno a qualche possibile, sporadico ed isolato temporale sulle Alpi, più probabile sui rilievi occidentali fra martedì e mercoledì e su quelli orientali fra giovedì e venerdì.

Per il resto, null’altro da segnalare che non sia il caldo in costante ed ininterrotto aumento lungo tutte le giornate della settimana. Come accennato, venerdì e sabato saranno giornate veramente infuocate, si potrebbe dire da record: a Bologna e Roma sono previsti 42 gradi, 40 a Bolzano, Trieste e Firenze, oltre i 35 in tutte le grandi città da Aosta a Palermo.


Vedi altri articoli su: Meteo |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *