La truffa dei Logan: un’altra rapina del secolo

Il regista Premio Oscar torna a dirigere una commedia d'azione dedicata ad una rapina d'eccezione, con un cast all-star come per la saga di Danny Ocean.

La truffa dei Logan
La truffa dei Logan è al cinema.

La rapina del secolo quest’anno non è solo quella della serie tv Netflix La Casa di Carta: il Premio Oscar Steven Soderbergh è tornato dietro la macchina da presa per il grande schermo, dopo l’annuncio del ritiro dalle scene e i progetti per la tv con La truffa dei Logan.

Una sceneggiatura che gli è capitato di leggere grazie alla moglie Jules Asner, scritta dalla loro amica Rebecca Blunt, mentre Soderbergh si interrogava sul futuro della cinematografia in un’epoca in cui, grazie alle nuove tecnologie digitali, la distribuzione delle pellicole può diventare capillare anche senza il canale delle major.

Come per la saga dei rapinatori di Ocean’s Eleven, anche ne La truffa dei Logan il regista dirige un cast stellare per una commedia ricca di colpi di scena e intrisa di umorismo, soprattutto perché il piano della rapina incontra sin dal principio una serie di imprevisti.

Nel tentativo di risollevare le sorti della famiglia, i fratelli Jimmy (Channing Tatum) e Clyde Logan (Adam Driver) organizzano una rapina alla Charlotte Motor Speedway, in una giornata decisamente particolare, quella in cui si tiene la leggendaria gara di auto Coca-Cola 600.

Per il loro piano si servono dell’aiuto dell’esperto in esplosioni Joe Bang (Daniel Craig), ma proprio quando tutto sembra filare liscio un’inarrestabile agente FBI, Sarah Grayson (Hilary Swank), comincia a sospettare qualcosa sulla scena del crimine.

Nel cast anche il comico, scrittore, attore e regista Seth MacFarlane, che per il pubblico risulterà praticamente irriconoscibile nei panni dell’arrogante Max Chilblain, proprietario della squadra sportiva.

La truffa dei Logan, al cinema dal 31 maggio.
La truffa dei Logan, al cinema dal 31 maggio.

Come appare già evidente dalla trama, il regista ha ritrovato in questa sceneggiatura un filone drammaturgico che gli è particolarmente congeniale. Non a caso, ha definito La truffa dei Logan “una specie di cugino dei film Ocean’s“, nel quale però c’è “una loro inversione perché i personaggi non posseggono denaro né tecnologia” a differenza della banda messa in piedi da Danny Ocean (George Clooney) nei vari titoli della saga. In questo caso i protagonisti vivono in circostanze economiche molto difficili e non sono affatto dei criminali, piuttosto dei disperati in cerca di riscatto.

Oltre al tema della rapina del secolo torna anche la collaborazione col compositore e musicista irlandese David Holmes, che ha composto le musiche di tutti i film Ocean ed è stato supervisore alle musiche di Ocean’s Twelve e Ocean’s Thirteen, per la colonna sonora del nuovo film, improntata al rock e con la partecipazione della star della musica country LeAnn Rimes, cui è stato chiesto di cantare America the Beautiful.

Per Soderbergh questa produzione è una sorta di esperimento, un modello di film indipendente potenziato dal digitale per testare nuove pratiche di distribuzione.

A differenza però dei film indipendenti veri e propri, qui siamo in presenza di un cast all-star, che comprende Channing Tatum, visto di recente nel film di Matthew Vaughn Kingsman: The Golden Circle, in Hail, Caesar! (Ave Cesare!) dei fratelli Coen e in The Hateful Eight di Quentin Tarantino, Adam Driver, il Kylo Ren dell’attesissimo Star Wars: il Risveglio della Forza di J.J. Abrams, il quattro volte James Bond Daniel Craig, la splendida musa di Clint Eastwood (e non solo) Hilary Swank, l’ex enfant prodige Katie Holmes e l’astro nascente di Hollywood Riley Keough, già vista in Mad Max: Fury Road.

Ecco il trailer del film, nelle sale italiane dal 31 maggio.


Vedi altri articoli su: Trailer |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *