Come rinnovare il passaporto scaduto, documenti da presentare e costi dell’operazione

Ecco come rinnovare il passaporto scaduto.

Passaporto
Passaporto.

Rinnovare il passaporto è una di quelle incombenze che spesso e volentieri finisce nel dimenticatoio: come tutti quei documenti a lunga scadenza, capita spesso che sfugga di mente l’obbligo di richiederne l’emissione di uno nuovo una volta scaduta la validità del precedente, soprattutto per chi non è abituato a viaggiare all’estero.

Il rinnovo del passaporto è spesso una seccatura: basti pensare innanzitutto al costo dell’operazione, che ammonta ad oltre 100 €, suddivisi in 73,50€ per l’acquisto del contrassegno telematico e 42,50€ da pagare attraverso il bollettino postale.

Per rinnovare il passaporto, che ricordiamo per i maggiorenni ha validità 10 anni dal momento del rilascio, bisogna in realtà chiederne uno nuovo: lo si può fare in diversi modi, ad esempio recandosi presso la Questura della propria città oppure presso gli uffici postali o comunali.

Andare in Questura è sicuramente il modo più veloce di avviare la pratica per il rilascio del nuovo passaporto, visto che spetterà comunque recarvisi per la rilevazione delle impronte digitali. Sempre in questura si ritira il nuovo passaporto, ma è anche possibile riceverlo attraverso spedizione postale accollandosi i relativi costi.

In questi anni sono stati fatti dei notevoli passi avanti dal punto di vista telematico: sul sito della Polizia di Stato www.passaportionline.it è possibile infatti velocizzare la pratica inoltrando la domanda direttamente online, ovvero compilando tutti i campi con i propri dati anagrafici e programmando la data della consegna dei documenti e della rilevazione delle impronte in Questura.

Documenti necessari

Per richiedere il rinnovo del passaporto, infatti, è necessario presentare una serie di documenti, in primis la domanda di rinnovo da compilare seguendo il modello scaricabile online sul sito oppure disponibile in Questura o in Comune, a cui vanno allegati:

• due fotografie recenti di alta qualità delle dimensioni di 35-40 con il primo piano del viso;

• una copia del versamento sul conto corrente postale n. 67422808 intestato al Ministero dell’Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro, di importo pari ad 42,50€ con causale: importo per il rilascio del passaporto elettronico di 32 pagine;

• un contrassegno telematico del valore di 73,50€ acquistabile presso i tabacchi autorizzati;

• il proprio documento d’identità in corso di validità o altro documento di riconoscimento valido;

• il vecchio passaporto scaduto.

Il passaporto viene rilasciato ai cittadini italiani da tutte le Questure d’Italia e all’estero dalle rappresentanze diplomatiche e consolari: tutti i passaporti attualmente sono di tipo elettronico, costituiti da un libretto di 48 pagine a modello unificato dotato di un microchip in copertina che contiene le informazioni relative a dati anagrafici, foto e impronte digitali del titolare, con tanto di firma digitalizzata (ad eccezione dei passaporti dei minori di 12 anni degli analfabeti e di coloro che siano impossibilitati ad apporre la firma). Per ulteriori dettagli, invitiamo a consultare l’apposita sezione del sito della Polizia di Stato, che ha realizzato anche dei tutorial su come rinnovare il passaporto.

Leggi anche: 10 cose da ricordare assolutamente prima di partire.


Vedi altri articoli su: Viaggi |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *