Amore: nella mente dell’amante

Non sempre in un rapporto si è fedeli, ecco perché si tradisce e come essere un buon amante.

Nella mente dell'amante
Nella mente dell'amante.

Molte persone si domandano cosa possa significare essere amanti, ossia pensare, ragionare ed agire da amanti. In poche parole vorrebbero essere nella testa di un amante e curiosarvi.

L’Italia sembra essere infatti un paese di persone infedeli dal punto di vista affettivo. Ben il 60% delle relazioni extraconiugali si consumerebbe sul posto di lavoro, sia come innamoramenti di colleghe/i sia come vere e proprie avventure sessuali.

Si dice spesso che siano le donne amanti di uomini sposati a dover affrontare le dinamiche più dolorose: perché non si è sempre al centro delle attenzioni del proprio partner. Questo innesca meccanismi di gelosia, risentimenti, silenzi e vendette, peggiorando la propria autostima.

Secondo un’intervista condotta nel 2015 sul portale degli amanti nella società italiana Incontri-Extraconiugali.com per essere un buon amante bisogna ragionare da amanti e seguire 8 regole:

1. non ossessionare il proprio amante con eccessive richieste di attenzioni, perché una relazione extraconiugale non deve comportare obblighi.

2. non essere gelosi del coniuge ufficiale, perché bisogna prendere solo il bello della relazione fedifraga, riducendo le controindicazioni.

3. non concedersi mai del tutto e non svelare tutto di sé al proprio amante, così la tensione e l’alone di mistero saranno al massimo.

4. ascoltare, perché spesso nella controparte amorosa si cerca fondamentalmente ascolto e comprensione.

5. mantenere viva la passione, curando sempre il proprio aspetto fisico.

6. evitare assolutamente di convincere il proprio amante a lasciare il coniuge.

7. non eccedere con i regali, anche per non creare situazioni imbarazzanti con i rispettivi coniugi.

8. non cercare di tenersi l’amante a tutti i costi, perché verrebbe meno la possibilità di essere completamente liberi da obblighi e costrizioni.

Ma cosa spinge un uomo o una donna a cercare un amante? Generalmente alla base del tradimento si hanno problemi con il partner, il non ricevere le attenzioni desiderate, avere un rapporto insoddisfacente (dal punto di vista emotivo, sessuale, comunicativo); essere stanchi della routine; il desiderio di emozioni forti; la scarsa autostima ed il desiderio di piacere; desiderio di punire il partner.

Qualsiasi sia la causa è bene sempre riflettere sulla scelta di tradire o meno la propria controparate, per gli inevitabili risvolti emotivi.


Vedi altri articoli su: Myself | Vita di Coppia |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *