Come pulire la lavatrice

Rimedi semplici ed efficaci per pulire la lavatrice quando puzza, utilizzando alcuni prodotti naturali come bicarbonato, soda e aceto ideali per eliminare calcare e cattivi odori

Come pulire la lavatrice

È meglio ammetterlo: la lavatrice esercita su di noi un fascino ineguagliabile. Quante di voi, confessatelo, si sono fatte rapire da quel dolce roteare, tanto da scoprirsi all’improvviso “inebetite” davanti all’oblò? Un piacere di cui chi possiede una lavatrice con carica dall’alto non può godere, certo, ma non per questo il prezioso elettrodomestico diventa meno ammiccante.

Il fatto è che tra tutti gli elettrodomestici di casa, effettivamente la lavatrice è uno dei pochi che ci libera totalmente dall’onere di pulire utilizzando le mani. È davvero l’alleata perfetta – per questo è bene scegliere quella giusta. Ma come ogni amica fidata, anche lei necessita di considerazione, cure e protezione. Soprattutto dai suoi nemici giurati: calcare, muffa e cattivo odore. Ecco allora come risolvere brillantemente la questione “come pulisco la mia lavatrice” assicurandovi che lei continui a spalleggiarvi di fronte ad una montagna di biancheria da lavare.

Pulire la lavatrice con il bicarbonato

Il primo suggerimento è per contrastare la formazione di calcare. In questo caso la più economica e brillante soluzione è il bicarbonato di sodio. Questa magica soluzione in polvere è infatti l’ideale per contrastarne la formazione sulle pareti della lavatrice. Il suggerimento è di aggiungerne un cucchiaio (circa 25 grammi) nella vaschetta insieme al detersivo. In questo modo si otterrà non solo una lavatrice lucente, ma anche un bucato profumato e disinfettato. Cautela però quando si effettuano lavaggi con capi di lana o seta, due tipi di tessuti con cui il bicarbonato di sodio non va proprio d’accordo. Una volta al mese, poi, è consigliabile utilizzare 150 grammi di bicarbonato – da versare sempre nella vaschetta del detersivo – per effettuare un lavaggio a vuoto al fine di preservare la “macchina amica” e le sue articolazioni.

Cestello lavatrice
Come eliminare muffa e puzza dalla lavatrice

Utile anche contro il calcare, ma soprattutto contro la temuta muffa che può formarsi nelle vaschette e tra la gomma che circoscrive la circonferenza dell’oblò, è l’aceto bianco, un toccasana anche per risolvere il problema “puzza lavatrice”.

In questo caso basta versarne un bicchiere (circa 200 millilitri) nel cestello e un altro nelle vaschette del detersivo e dell’ammorbidente e quindi avviare un ciclo di lavaggio a vuoto. In ogni caso, per evitare la ricomparsa della muffa state sempre attente ad asciugare la gomma alla fine di ogni lavaggio, a lasciare sempre l’oblò un po’ aperto per permettere il passaggio di aria e a far asciugare le vaschette il più possibile, magari anche sfilando il blocco e mettendolo a colare.

Come pulire la lavatrice con carica dall’alto

Diverso è il caso di una lavatrice con carica dall’alto. Se possedete questo magico strumento, un po’ più complicato da pulire, potete comunque prendervene cura utilizzando la candeggina. Procedete in questo modo: avviate un ciclo di lavaggio ad alte temperature e interrompetelo quando l’acqua avrà riempito il cestello. Aggiungete un litro di candeggina e avviate nuovamente il ciclo di lavaggio per pochi istanti, quelli necessari cioè per fare in modo che l’acqua calda e la candeggina si mescolino. A questo punto lasciate nel cestello la miscela per un’ora circa. Il composto agirà contro sporcizia e residui di ogni tipo. Trascorsi i 60 minuti di posa, fate ripartire il programma e lasciatelo finire. A questo punto la lavatrice sarà disinfettata, ma probabilmente puzzerà di candeggina. Niente paura.  Riempite nuovamente il cestello di acqua bollente come sopra e usate un litro di aceto. Ripercorrete le stesse mosse e il gioco è fatto. Quando il caso non è grave, potete anche omettere la candeggina e passare direttamente al procedimento con l’aceto.

In ogni caso, ricordatevi sempre che almeno una volta l’anno è necessario pulire i filtri della lavatrice, ovvero quelli di carico e scarico, e che trattamenti di manutenzione periodica come quelli appena descritti possono davvero permettere alla vostra lavatrice di vincere la propria sfida contro il logorio del tempo.


Vedi altri articoli su: Consigli per la casa | Pulizie di Casa |

Commenti

  • rita

    salve! vorrei sapere a che temperatura deve essere effettuato il ciclo a vuoto con l’aceto per togliere la muffa.
    grazie

  • rita

    ah, dimenticavo…. l’ammorbidente deve essere versato nella sua vaschetta? (sempre per la questione della muffa)…..
    saluti

  • irene

    ciao il lavaggio deve essere effettuato a 90 gradi..

  • Alessandra

    Come posso togliere la ruggine dalla lavatrice?
    Trovo sempre camicie o magliette puntinate di ruggine
    Grazie

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *