Coltivare funghi in casa? Possibile con i kit

Ecco un sistema rapido e divertente per avere i funghi freschi direttamente in casa: si tratta dei kit per la coltivazione dei funghi.

Funghi
Funghi: tutti i modi per coltivarli in casa.

Tra le cose che non ti aspetteresti mai di poter coltivare in casa (come l’avocado) ci sono sicuramente i funghi, ottimi da cucinare veramente in mille modi.

A quanto pare quella dei funghi fatti in casa sta diventando una vera moda dove si unisce l’utile al dilettevole e si mette il pollice verde, o in questo caso marroncino, a disposizione di porcini, pioppini, corallini e qualsiasi altro tipo di fungo.

Come? Il sistema più rapido e semplice è l’acquisto di kit specifici, da ordinare anche on line stando comodamente seduti in poltrona davanti al pc, si seguono tutte le istruzioni e di lì a qualche settimana avremo la casa, e le padelle, piene di bei funghetti.

Basta avere uno spazio sufficientemente ombreggiato e umido per ottenere la nostra mini coltivazione domestica di funghi freschi, senza dover andare dal fruttivendolo.

Come si usa il kit

Quando parliamo di kit per coltivare funghi in casa ci riferiamo a vere e proprie scatole con dentro tutto l’occorrente e le istruzioni da seguire per dedicarsi al meglio a questo hobby tutto mangereccio.

Ovviamente in commercio esistono molteplici kit, ma tutto sommato le caratteristiche di base sono per tutti le stesse.

Nella scatolina di cartone si trova una busta di plastica sigillata che contiene il substrato, alcune marche di kit prevedono che la busta venga immersa in una bacinella d’acqua dove tenerlo a riposo per 12 ore. Trascorso questo tempo il sacchetto va messo di nuovo nella scatola originale e in un luogo ombreggiato, dove ci sia una temperatura tra i 15 e i 25°.

La confezione va bagnata con uno spruzzino almeno tre volte al giorno, oppure sistemata su un tovagliolo bagnato.

Dopo circa una settimana dalla scatolina vedremo spuntare i nostri funghi, ovviamente diversi a seconda della qualità scelta, pronti da raccogliere e da cucinare.

Quello appena descritto è sicuramente un kit per funghi… espressi, ma ne esistono anche di altri tipi dove per il raccolto bisogna aspettare 15-20 giorni.

L’importante è che il terriccio che troviamo nella confezione venga mantenuto sempre umido, mai inzuppato, nebulizzandolo ogni volta tende ad asciugarsi troppo. Niente di più semplice, insomma.

On-line è addirittura possibile acquistare un tappetino riscaldante per mantenere la temperatura sempre adatta allo sviluppo della coltivazione.

Quello di coltivare i funghi in casa è un hobby perfetto da condividere anche con i nostri bambini che in questo modo, oltre a divertirsi, imparano la pazienza e la bellezza della terra.


Vedi altri articoli su: Giardinaggio |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *