10 soluzioni pratiche per il risparmio energetico

Dall’illuminazione agli elettrodomestici, ecco alcune soluzioni valide per spendere di meno sulla bolletta.

Risparmiare energia: i led e gli standby
Risparmiare energia: i led e gli standby.

A quante persone capita di dimenticare una luce accesa in una stanza o di non dare importanza ai led luminosi della tv e di altri apparecchi elettrodomestici? Credo proprio che siamo in molti.

Attraverso questo articolo voglio svelarvi 10 soluzioni pratiche per risparmiare energia: la maggior parte del consumo di energia elettrica a casa è causato dall‘illuminazione e dagli elettrodomestici.

1) Led luminosi

Spesso si pensa che una piccola lucina in fondo non possa consumare poi così tanto, ma non è così. Una soluzione utile per risparmiare energia è quella di spegnere tutti i led durante la notte, soprattutto quando la casa viene lasciata “sola” per lungo tempo.

2) Lampadine

Un altro aspetto da considerare per il risparmio energetico sono le lampadine, che devono essere scelte nel modo giusto, ma anche le lampade ed i lampadari che arredano la vostra casa non vanno sottovalutati. Attenzione a dove vengono collocate, accendere troppe luci allo stesso tempo non significa illuminare meglio. Optate per lampade a basso consumo.

3) Elettrodomestici

In casa abbiamo tantissimi elettrodomestici che devono essere utilizzati in modo consapevole per risparmiare sulla bolletta. Per ridurre i consumi bastano piccole soluzioni, ad esempio il frigorifero dovrà essere collocato in una zona fresca lontano da fonti di calore ed aperto solo al bisogno.

4) Elettrodomestici vecchi

Per un risparmio energetico sarebbe meglio avere in casa elettrodomestici di ultima generazione, questi infatti sono concepiti per consumare meno. Fate attenzione alle etichette degli elettrodomestici ed acquistate quelli del tipo ‘A’.

5) Spegnere la luce

Spegnere la luce all’interno di una stanza che non si sta utilizzando.

6) Elettrodomestici non necessari

Evita gli elettrodomestici non strettamente necessari come i bollitori elettrici, che consumano circa 1500 kWh/anno. Scarta i telefoni cordless, questi hanno un’alimentazione constante e privilegia sveglie e orologi tradizionali rispetto a quelli elettrici.

7) Lavatrice e lavastoviglie

Conviene utilizzarle sempre a carico pieno e a basse temperature.

8) Tariffe biorarie

Molti di noi hanno una fascia bioraria, ciò significa che in alcune ore della giornata è prevista una tariffa agevolata da parte del fornitore di energia elettrica. Di solito si tratta delle ore serali, quindi approfittate di questo per stirare o accendere lavatrici e lavastoviglie.

9) Forno

Sapevate che si può risparmiare energia se: spegnerete il forno qualche minuto prima del termine della cottura, approfittando del calore residuo ed evitando di aprirlo se non strettamente necessario per evitare la dispersione del calore.

10) Scaldabagno elettrico

Istallarlo vicino alla doccia o al lavandino vi permetterà di evitare dispersioni di calore lungo le tubature; inoltre la temperatura dell’acqua impostatela sotto i 60°C ed accendetelo 30-40 minuti prima del suo effettivo utilizzo.


Vedi altri articoli su: Consigli per la casa | Risparmiare in casa |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *