Vaccinarsi fa bene alla salute: la campagna della Regione Lombardia

La Regione Lombardia ha lanciato la campagna di sensibilizzazione "Vaccini. Informarsi bene non fa male".

Vaccinazioni: la campagna della Regione Lombardia
I vaccini? Fanno bene alla salute... di tutti!

Vaccinarsi fa bene alla salute. Non solo alla propria, ma anche a quella di chi sta intorno, perché limita la diffusione delle malattie infettive all’interno della comunità (il cosiddetto principio dell’immunità di gregge).

Tuttavia, la proliferazione incontrollata di notizie infondate circa presunte controindicazioni e pericolosità dei vaccini sta spingendo sempre più genitori a scegliere la strada della non vaccinazione, creando un grave danno alla collettività e in particolare a quei soggetti che per varie (e fondate) ragioni non possono vaccinarsi.

Per contrastare false credenze e vere e proprie “bufale” e tutelare la salute dei cittadini, la Regione Lombardia ha lanciato la campagna “Vaccini. Informarsi bene non fa male”, predisponendo un portale e una app il cui obiettivo è quello di fornire un’informazione chiara, puntuale e scientifica sull’argomento.

Il manifesto della campagna della Regione Lombardia
Il manifesto della campagna della Regione Lombardia "Vaccini. Informarsi bene non fa male".
  • Il manifesto della campagna della Regione Lombardia
  • La presentazione della campagna della Regione Lombardia
  • L'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, alla presentazione della campagna

Wikivaccini.com: una corretta informazione a tutela della salute

Da un’indagine esplorativa condotta dall’istituto GPF Research su un campione di 800 mamme con figli fino a 12 anni residenti in Lombardia, è emerso che il web ha un ruolo di primaria importanza nel processo di informazione sui vaccini e che il 45% delle intervistate ritiene affidabili le notizie reperite in rete.

Per questa ragione, la Regione ha deciso di sviluppare il portale wikivaccini.com, che mette a disposizione online dati di fonti sicure e istituzionali, con contenuti validati scientificamente, e una sorta di vademecum per “informarsi bene”. La prima sezione è articolata in una serie di video-contributi di esperti del settore e di link che fanno chiarezza su alcuni dei dubbi più diffusi in merito alle vaccinazioni, mentre la seconda è organizzata in 10 punti che offrono altrettanti semplici consigli per evitare di cadere nella trappola di notizie manipolate ad arte o completamente false.

Oltre a queste sezioni, sono presenti altre due dove è possibile leggere una breve storia delle vaccinazioni (che evidenzia come i vaccini abbiano contribuito in modo fondamentale al benessere delle nuove generazioni) e consultare l’elenco delle Agenzie di Tutela della Salute, ovvero le strutture in cui operano i medici vaccinali, che al pari di pediatri e medici di base sono a disposizione degli utenti per fornire risposte a dubbi e domande sul tema vaccini.

Wikivaccini: tutte le informazioni sui vaccini in un’app

Per rendere ancora più semplice per i cittadini fruire di un’informazione semplice, corretta e scientifica sui vaccini, la Regione Lombardia ha creato l’app Wikivaccini.

Pensata per dispositivi iOS e Android, sarà disponibile gratuitamente a breve sul portale wikivaccini.com e, oltre alle risposte degli esperti alle domande più comuni e ai dubbi più diffusi sui vaccini, metterà a disposizione degli utenti una mappa dei centri vaccinali e un piccolo test per permettere a ciascuno di autovalutare (divertendosi) quanto è ferrato sull’argomento.

Inoltre, l’app Wikivaccini renderà disponibile ai genitori il calendario vaccinale, che permette di inserire sullo smartphone tutti gli appuntamenti vaccinali del bambino.

Articolo sponsorizzato

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *