TRX: cos’è e come farlo

TRX: un allenamento innovativo in assenza di gravità altamente performante.

TRX
TRX.

Il TRX o Suspension Training è uno degli allenamenti più in voga in questo periodo nelle palestre e nelle Spa con area fitness. È considerato un allenamento alternativo, ma al contempo sicuro ed efficace.

La sua diffusione è partita dalle palestre di allenamento funzionale tipo Crossfit, military fitness e simili (è sfruttato anche dagli atleti professionisti), per poi entrare nei centri fitness e nelle palestre più tradizionali, fino ad arrivare addirittura al suo utilizzo all’aria aperta. Ma vediamo in cosa consiste esattamente questo allenamento innovativo e come praticarlo in tutta sicurezza.

Cos’è?

TRX Workout
TRX Workout.
Il TRX non è altro che uno strumento grazie al quale è possibile un numero potenzialmente infinito di esercizi fitness, tonificazione ed allenamento funzionale. È costituito da due tiranti, che si uniscono ad un gancio da fissare ad un punto fermo e da due maniglie che permettono di vincolare i piedi o le mani.

Questo strumento sfrutta il peso del corpo e la forza di gravità nell’esecuzione degli esercizi di fitness e di allenamento.

Il TRX consente di modificare il grado di resistenza, cambiando semplicemente la posizione del corpo. Lo sforzo sarà maggiore o minore a seconda del proprio livello di preparazione.

La difficoltà maggiore connessa all’utilizzo di questo strumento è dovuta ad una costante ricerca dell’equilibrio, legata ad una perfetta tenuta dei muscoli addominali. La ricerca dell’equilibrio durante l’esecuzione dei vari movimenti permette di potenziare gli effetti di un normale allenamento funzionale, con effetti positivi sia sulla prestazione sportiva sia nei movimenti quotidiani.

Come praticarlo in sicurezza

Lo scopo principale di questa tipologia di allenamento è quello di favorire la sinergia muscolare e la coordinazione. Infatti, durante l’esercizio, i muscoli devono lavorare sempre in modo sinergico per mantenere l’equilibrio, andando a migliorare notevolmente la postura e la “core stability” (legata agli addominali).

Affondi
Affondi.
Per eseguire correttamente ed in sicurezza gli esercizi di TRX è importante fissare bene il gancio che unisce i tiranti, a questo punto si possono impugnare i manubri per eseguire gli esercizi, sia con le braccia sia con le gambe. Nel primo caso si potranno eseguire piegamenti (push up) con le braccia, tirate come i rematori o tirate incrociate, esercizi per bicipiti e tricipiti, dips come alle parallele. L’impugnatura con le braccia consente anche di eseguire degli esercizi molto comuni come gli squat e gli affondi ad una gamba o anche incrociati. Se l’impugnatura avviene con i piedi si possono eseguire piegamenti sulle braccia, addominali ed esercizi per i dorsali, oltre che il famoso corridore supino.

Gli esercizi possono essere eseguiti, quindi, sia in posizioni statiche sia dinamiche (come lo sprinter e il mountain climber). L’aspetto positivo degli esercizi con il TRX che il lavoro sarà generalizzato e, si può dire, anche costante per tutto l’organismo.

Nell’esecuzione di questi esercizi è fondamentale rispettare cinque principi:

1. Prima dell’allenamento riscaldare sempre la muscolatura.

2. Scegliere l’angolo di esecuzione degli esercizi. Per i principianti le angolazioni non devono essere eccessive: più ripido è l’angolo più difficili sono gli esercizi. Se lo si vuole aumentare posizionare i piedi più vicini al punto di fissaggio.

3. Scegliere il livello di stabilità stabilendo quanto grande si desidera la base di stato. Gli esercizi in piedi sono più facili se la base di stato è grande, ossia se i piedi sono abbastanza distanti tra loro. Per esempio in una pressa petto se i piedi sono vicini o una gamba è in avanti, l’esercizio risulta più difficile.

4. Scegliere la distanza delle maniglie dal proprio corpo: più le maniglie sono vicine al corpo e lontane dal punto di fissaggio e più l’esercizio diventa faticoso ed allenante.

5. Scegliere la durata di ciascuna fase di allenamento. È possibile accorciare o allungare i tempi di riposo per agire sul sistema cardiovascolare. Solitamente una sessione di TRX dura circa 30-40 minuti diviso in 3 round: si può decidere di ripetere i round per due volte.


Vedi altri articoli su: Fitness |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *