Topinambur: proprietà, benefici e ricette

Il topinambur è un tubero molto simile alla patata, ottimo sia per la nostra salute sia come ingrediente di tante ricette

topinambur

Il topinambur è un tubero con una polpa carnosa e bianca e un sapore molto delicato e particolarmente gradevole. Il suo gusto è a metà fra quello del carciofo e della patata, per questo motivo viene chiamato anche carciofo di Gerusalemme oppure patata americana.
Esistono due varietà diverse di topinambur, quella bianca, che si trova a partire da fine agosto, e quella bordeaux, coltivata fra ottobre e la primavera. È un alimento originario delle praterie del Nord America e del Canada, dove nasce spontaneo. In passato era utilizzato molto come sostitutivo della patata, poi caduto in disuso, oggi viene nuovamente utilizzato in cucina grazie anche alle sue proprietà benefiche.

topinambur
Benessere

Il topinambur è ricco di vitamina B e A, ferro, potassio e zuccheri complessi fra i quali troviamo l’inulina. Questa sostanza è particolarmente utile per il benessere dell’organismo poiché aiuta a ridurre il colesterolo e i trigliceridi nel sangue. Inoltre favorisce la digestione, evita la formazione di gas nell’intestino, svolge un effetto lassativo, riequilibra la flora intestinale e migliora il metabolismo.

Salute

Grazie alle sue proprietà nutrienti, il topinambur è considerato a tutti gli effetti un integratore alimentare, molto utile soprattutto per le persone che soffrono di diabete e di colesterolo alto. Ciò è dovuto al fatto che questo tubero permette di ridurre l’assorbimento da parte dell’intenstino degli zuccheri e dei grassi. Il topinambur è inoltre particolarmente indicato per chi vuole perdere peso. L’inulina contenuta nel tubero infatti, insieme con l’acqua, conferisce immediatamente un senso di sazietà. Le persone che soffrono di problemi di peso o di obesità, possono assumere il topinambur per dimagrire, bevendo l’acqua prima di mangiare il tubero.

Consigli di cucina

Il topinambur si può consumare crudo, semplicemente condendolo con olio extravergine d’oliva, limone, prezzemolo e sale, ma si può anche grattugiare sulle insalate, sulle minestre o sulla pasta. In questo modo si possono mantenere inalterate le proprietà benefiche del topinambur. Quando lo gustate in questo modo non eliminate la pellicina che ricopre il tubero perché è particolarmente digeribile e ricca di proprietà nutritive.
Si può poi cucinare cotto a vapore oppure in padella, ma anche fritto o al forno, proprio come le patate. È ottimo pure sotto forma di vellutata e di frittata. Il topinambur si abbina benissimo con il pomodoro, con i funghi, con la zucca e con le noci. Si utilizza come contorno, ma anche per condire ottimi primi piatti.


Vedi altri articoli su: Dieta | Salute |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *