Mal di denti e di gengive: rimedi naturali

Affrontiamo il mal di denti e alle gengive con i rimedi naturali.

Mal di denti e di gengive
Mal di denti e di gengive: rimedi naturali.

Il mal di denti è considerata una delle esperienze più dolorose e fastidiose per un individuo: è sempre un sintomo da non ignorare, perché mette in allerta su qualcosa che non funziona correttamente a livello del cavo orale.

In questi casi è sempre bene rivolgersi al proprio dentista di fiducia, affinché possa individuare la causa e suggerire il trattamento più adeguato.

A cosa è dovuto il mal di denti

Negli ultimi anni, per effetto dell’abuso di bevande zuccherate, di snack ed alimenti ricchi di zuccheri semplici e complessi, in concomitanza con la scarsa igiene orale, molte persone hanno iniziato a soffrire di mal di denti.

Nello specifico il mal di denti può dipendere da carie (malattia infettiva), gengiviti, ascessi dentali (per accumulo di batteri e detriti), accumulo di tartaro e placca, e residui di alimenti e bevande negli spazi interdentali.

In alcune occasioni il dolore ai denti persiste durante tutta la giornata e finisce per interferire sulle attività quotidiane. Difatti il dolore è di tipo intenso, sordo, pulsante ed ininterrotto, con la capacità di aumentare di intensità nel corso delle ore. Spesso il dolore si accentua se i denti e le gengive sono sottoposti a cambiamenti termici (bevande fredde o calde) o all’atto della masticazione.

Anche il dolore alle gengive non è da meno. È dovuto principalmente all’infiammazione delle gengive, che, se non tempestivamente trattata, può peggiorare e sfociare in una patologia più complessa detta paradontite, che interessa lo spazio tra la gengiva ed il dente. In questa zona tendono ad accumularsi placca e tartaro, favorendo la moltiplicazione dei batteri.

La gengivite può essere considerata, quindi, una patologia di tipo batterico. A volte può derivare da eventi traumatici, come lo spazzolamento troppo energico o un colpo dall’esterno, ma è spesso connessa al fumo, a malattie come il diabete, ad altri livelli di stress, all’assunzione di alcuni farmaci (antidepressivi, antiepilettici e anticoncezionali), ad interventi errati effettuati dal dentista. Può presentarsi in situazioni di passaggio come la gravidanza e la pubertà.

I rimedi naturali

Infuso di malva
Infuso di malva.
Partiamo dal mal di denti: aglio e cipolla sono considerati un toccasana per il loro effetto anestetizzante, rendendo così il dolore più sopportabile. L’aglio va tritato e posto sul dente, la cipolla va tagliata a fettine e masticata lentamente.

Per disinfettare il cavo orale e ridurre la sintomatologia dolorosa si possono utilizzare dell’acqua e sale, dell’acqua e limone o dei decotti di malva e chiodi di garofano, da usare come collutori. Lo stesso vale per la camomilla, il prezzemolo e la menta piperita, che ha un buon potere lenitivo.

Non dimentichiamoci del tè nero, che esercita una azione analgesica. I chiodi di garofano vanno bene anche in caso di ascessi; lo stesso vale per le foglie di cavolo lessate e avvolte in una garza sterile o cosparse sull’ascesso con un cotton fioc.

Sui denti doloranti possono essere applicate anche alcune gocce di estratto di vaniglia o di propoli, meglio se abbinate all’assunzione dopo i pasti di prodotti fitoterapici a base di artiglio del diavolo, un antidolorifico naturale. Anche i Fiori di Bach rappresentano un valido aiuto: Impatients e Crabb Apple riducono i disturbi che accompagnano il mal di denti: il mal di testa, la tensione al collo e a livello della cervicale.

Per il male alle gengive si consiglia il gel a base di aloe, dalle note proprietà antinfiammatorie, da applicare sulla zona dolorante. Per ridurre il dolore utilizzare anche in questo caso i decotti di malva, e di camomilla oltre che il tè nero, da alternare a collutori preparati con tinture madri di mirra (specifica per la piorrea) ed echinacea o con aceto di mele diluito in acqua.

Non dimentichiamoci del tea tree oil, che esercita una azione calmante, soprattutto in caso di sanguinamento gengivale. Non va usato puro, ma sempre diluito e non va ingerito. Molto valido è l’olio di cocco che, combinato con il bicarbonato, rappresenta un’ottima alternativa ai comuni dentifrici.

Un’altra strategia valida per contrastare il dolore della gengivite è l’applicazione dell’oil pulling: è una tecnica di pulizia gengivale derivante dalla medicina Ayurvedica. Serve a combattere l’alitosi e a pulire correttamente il cavo orale, sfruttando le proprietà dell’olio di sesamo o di cocco, che va fatto passare accuratamente tra gengive e denti.


Vedi altri articoli su: Rimedi Naturali | Salute |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *