Bere vino in gravidanza

Il vino non solo è sconsigliato in gravidanza: secondo un recente studio, è da evitare anche se si sta cercando di rimanere incinta. Riduce infatti le probabilità di concepimento

vino

Il vino? Ridurrebbe le probabilità di avere un figlio. Lo afferma uno studio condotto dalla clinica per la fertilità Reproductive Medicine Associates, recentemente presentato al meeting dell’American Society for Reproductive Medicine di Boston.

Lo studio

91 pazienti della clinica sono state sottoposte al monitoraggio del consumo di alcol da un team coordinato dalla dottoressa Dara Godfrey. È emerso che le donne astemie hanno una probabilità di concepimento del 90%, mentre un consumo di tre bicchieri di vino alla settimana fa scendere il dato al 30%. E oltre la soglia? Difficoltà ancora maggiori.

no vino in gravidanza
Vino in gravidanza? Meglio di no
Il consumo di vino non diminuirebbe le probabilità di concepimento solo in una ricerca assistita: lo stesso effetto, sostiene lo studio, si ha nelle donne che cercano un figlio per via naturale.

E anche consumare uno o due bicchieri alla settimana influirebbe sulla maturazione degli ovuli. “Il mio consiglio è, se si cerca una gravidanza, di astenersi del tutto o di limitare al massimo l’alcol consumato”, ha spiegato la dottoressa Godfrey.

Vino in gravidanza

In gravidanza il consumo di alcol è sconsigliato. Anche se nel suo libro Expecting Better Emily Oster, neo-mamma che nella vita fa l’economista, ha suggerito alle gestanti di bere, purché in modiche quantità, alcol e caffè, di tingersi i capelli e di mangiare sushi. Attenzione invece a fare giardinaggio: potrebbe far entrare in contatto con il parassita della toxoplasmosi. L’idea alla base? Affrontare la gravidanza in maniera più rilassata, eliminando quei divieti, a partire dalla tavola, che possono essere vissuti male a livello psicologico.

Leciti allora un bicchiere di vino al giorno e un paio di caffè? I medici inglesi hanno subito criticato fortemente le teorie della Oster. Bere in gravidanza è collegato alla sindrome alcolica fetale, all’aborto spontaneo e a un basso peso alla nascita. Dunque pare ribadito il no all’alcol – vino compreso – in gravidanza. E non consumare vino mentre si cerca una gravidanza non solo aumenterà le probabilità di concepimento, ma aiuterà ad abituarsi ai successivi nove mesi.


Vedi altri articoli su: Consigli per mamme | Gravidanza | Salute |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *