Albumina in gravidanza: sintomi e rischi

L’albumina è una proteina presente nel sangue e prodotta dal fegato; il suo compito è quello di mantenere e regolare il rilascio di liquidi nel nostro corpo e di trasportare alcuni ormoni.

Gravidanza e analisi.
L'albumina è una proteina importante e da tenere sotto controllo durante la gravidanza.

L’albumina è una proteina presente nel sangue e, più precisamente nel plasma, che bisogna controllare durante la gravidanza. Si tratta di un elemento molto importante per il benessere del nostro organismo, in quanto ci permette di comprendere se il nostro fegato funziona bene. Sì, perché l’albumina è prodotta dal fegato e il suo compito è quello di trasportare alcuni ormoni e di regolare la presenza e, di conseguenza, il rilascio di liquidi.

Per tale motivo è fondamentale tenere sotto controllo i valori di albumina durante la gravidanza; detto questo, scopriamo insieme i sintomi e i rischi a cui si va incontro in caso di un livello di albumina basso o alto nel sangue.

Albumina bassa in gravidanza

L'albumina in gravidanza, valori.
Seguire un'alimentazione sana e idratarsi è importante per controllare l'albumina in gravidanza.

La prima cosa da sapere è che valori più bassi di albumina rispetto alla media in gravidanza è del tutto normale; quindi, non preoccupatevi se dalle analisi la presenza di questa proteina  nel sangue è leggermente inferiore.

Ovviamente, in caso di valori eccessivamente bassi bisogna valutare con il medico come procedere, in quanto ciò sta a significare che vi è un cattivo funzionamento del fegato, oppure, un’eccessiva attività da parte della tiroide, o ancora che si sta seguendo un’alimentazione poco ricca di liquidi. In questo caso, è necessario integrare i liquidi con una dieta ad hoc, ricca di acqua e proteine vegetali.

Albumina alta in gravidanza

In caso di valori di albumina eccessivamente alti durante la gravidanza è altrettanto rischioso, perché può stare ad indicare che vi è una pressione arteriosa elevata, e questo può comportare il ricovero ospedaliero.

Anche in questo caso, oltre alle cure mediche necessarie in caso di importanti scompensi, si può cercare di regolare i valori di questa proteina modificando la propria alimentazione. Infatti, in caso di albumina alta è meglio ricorrere a proteine vegetali, presenti nella soia e nei legumi; in più, anche in questo caso è fondamentale l’idratazione e bere all’incirca 2 litri di acqua al giorno.

Quindi, durante la gravidanza bisogna tenere sotto controllo i valori di albumina nel sangue perché, nonostante si tratti di una piccola molecola, questa è davvero fondamentale e necessaria per il buon funzionamento del nostro organismo e per trascorrere una gravidanza serena.


Vedi altri articoli su: Salute |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *