Tatuaggi con i fiori: le idee più belle

Da sempre i tatuaggi con i fiori sono il simbolo di eleganza e sensualità femminile: ecco come sceglierli secondo UnaDONNA.it

  • Tatuaggio laterale che corre lungo il piede fino quasi il mignolo. Molto delicato e femminile
  • Su tutto il collo del piede, come una pianta rampicante
  • Un fiore con rami e foglie sulla pancia, molto femminile
  • Tatuaggio su tutta la gamba con fiori e rami
  • Un disegno dalle linee grafiche per un tattoo dal mood indie
  • Il fiore di loto, un disegno molto femminile per tattoo floreali
  • Composizione floreale sulla spalla
Il tatuaggio è una forma di simbologia che ha accompagnato l’uomo fin da tempi immemorabili, assumendo in molte civiltà fin dalla preistoria significati e obiettivi precisi condivisi in quella cultura. Così chi portava i tatuaggi esprimeva il proprio sentimento religioso, esortava gli dei, propiziava tempi favorevoli o esorcizzava gli spiriti maligni; oppure semplicemente manifestava od ostentava la propria posizione sociale e il proprio status. Non c’è quindi da meravigliarsi del successo che il tattoo gode anche nella società moderna: da sempre l’uomo e la donna hanno espresso attraverso la decorazione del proprio corpo stati d’animo e speranze. Così avviene anche oggi, unendo, come si conviene a tutto ciò che è moderno, la ricerca dell’estetica, della singolarità e della bellezza, la volontà di stupire.

E’ indubbio che la scelta di quanto e come ricorrere al tatuaggio sia un “filo sottile” che può scadere nell’eccesso e nel kitch, ma se utilizzato nella giusta misura e con una scelta “di classe” vi può dare quel tocco di audacia impertinente che vi renderà intriganti. Volete qualche idea? UnaDonna.it viene in vostro aiuto portando qualche suggerimento al vostro gusto personale, per liberare la vostra fantasia…

Tatuaggi di fiori: significati

Da sempre i fiori rappresentano per i tatuaggi uno dei soggetti più utilizzati e ricorrenti. Fiori di ogni tipo, dimensione e colorazione, rappresentati da soli o in combinazione con altri simboli, in ogni situazione o scenario. Fiori freschi e fiori appassiti, fiori sbocciati e fiori appena schiusi, fiori in primavera o nel deserto. Ognuno, rigorosamente, con la sua simbologia connessa ed il suo significato. E’ molto importante questo ultimo punto: il tatuaggio mantiene dalla sua storia millenaria qualcosa di “sacro”, una atavica dignità che  porta ad accostarvisi con una sorta di rispetto. Scegliete quindi il soggetto conoscendone bene il significato. Ecco quello dei fiori comunemente preferiti come soggetto di tatuaggi:

  • Giglio: castità (ma in alcune culture anche fertilità)
  • Girasole: beatitudine, riconoscenza, fedeltà
  • Hibiscus: la bellezza effimera
  • Campanula: magia (sono considerati i fiori delle fate)
  • Rosa: per la “regina dei fiori” occorre precisare il colore. Se è rossa simboleggia la passione e l’amore (ovviamente…); se bianca la purezza; gialla l’allegria e l’amicizia; rosa l’ammirazione
  • Orchidea: sensualità e mistero
  • Biancospino: speranza
  • Azalea: fortuna o gioia improvvisa
  • Ciclamino: un amore senza pretese
  • Crisantemo: contrariamente a quanto credereste è simbolo di gioia, vitalità e pace. Nella cultura giapponese rappresenta la vita
  • Edera: attaccamento a qualcuno, affetto
  • Margherita: bontà d’animo
  • Narciso: autostima, sicurezza, fiducia
  • Acacia: amore eterno. Veniva infatti tradizionalmente donata per celebrare un fidanzamento.

Alcuni fiori, tuttavia, rivestono un particolare rilievo nel microcosmo del tattoo per simbologia, tradizione e diffusione. Vediamoli.

Fiori di loto

I fiori di loto hanno sempre emanato un fascino particolare, non fosse altro che per quel loro vivere fluttuanti sull’acqua, sospesi ed eterei. Per questo, soprattutto nella cultura orientale, sono sempre stati rivestiti di una grande quantità di significati e sono sempre stati fra i soggetti più utilizzati dai tatuatori nel corso dei secoli. Il più affascinante di tali significati vuole i fiori di loto come “fiori dell’oblio” a partire da una antica leggenda di origine buddista secondo la quale il loro profumo porta a smarrirsi in un vero e proprio stato di oblio. Spesso sono anche associati alla fecondità e alla rigenerazione – dal momento che si chiudono la sera per riaprirsi con la luce del mattino – e sono quindi un simbolo estremamente femminile. Come tutti i tatuaggi di fiori, si fanno generalmente colorati e sono particolarmente sensuali dietro alla spalla o alla nuca. 

Fiori di ciliegio

Come il fiore di loto, anche il ciliegio ha un’origine simbolica che arriva principalmente dalla cultura orientale. In particolare, è uno dei simboli del Giappone e sono considerati benauguranti, portatori di fortuna e di futuro propizio. Il sakura – questo il suo nome nipponico – è un elemento fondamentale nella cultura dei paese del Sol Levante, dove i samurai usavano tatuarlo sulla propria pelle per esprimere la purezza, il coraggio e la rinascita, ma anche l’effimera brevità della vita e il dono di sé. Il ciliegio si presta particolarmente ad entrare in composizioni: tradizionalmente in oriente è associato alle onde del mare o alle nuvole, oppure alle tipiche carpe giapponesi, le nishikigoi ornamentali comunissime anche in Cina. 

Fiori di pesco

Curiosamente in Giappone, pur essendo legati alla tradizione culturale stessa, i tatuaggi non sono visti di buon occhio perché sono stati associati via via nel tempo agli aderenti alla temuta malavita giapponese, la yazuka. Solo le nuove generazioni si stanno affrancando da questa percezione culturale e si stanno riaccostando ai simboli tradizionali che sono invece diffusissimi nel mondo occidentale, ispirati proprio all’oriente. Fra questi i fiori di pesco, spesso riprodotti attaccati ai rami della propria pianta, sono simbolo dei legami familiari e auspicano lunga vita. La tradizione orientale vuole che siano utilizzati soprattutto nella parte posteriore del corpo, come la schiena o le spalle. 

Tatuaggi di fiori e farfalle

Uno degli abbinamenti più cool in tema di tatuaggi è senza dubbio l’accoppiata fiori e farfalle. La farfalla, sempre molto colorata, è un evidente simbolo di vivacità e bellezza e per la sua particolarissima “traiettoria di vita” – nasce bruco, si trasforma e muore in un tempo assai breve – assume anche significati ulteriori come la “metamorfosi”, il cambiamento ma anche la punta malinconica della caducità della giovinezza e della transitorietà della vita. Fiori e farfalle, specie fior di loto o ciliegio, possono essere estremamente intriganti sul piede, sulla caviglia o sul polso.

Foto di: Mez Love; Crispwalsh; Nerdcoregirl; arne h; mytat_2s; ragz1138


Vedi altri articoli su: Tattoo |

Commenti

  • Mikela

    Ma è vero che è tatuaggi dei fiori fanno male? Chi si è sottoposto a questa tipologia di tattoo mi ha detto che il dolore è tanto in alcune parti del corpo, ma se scegli un disegno grande e colorato, è inevitabile che faccia tanto male. Cosa potete dirmi a riguardo? Grazie in anticipo

  • Luca

    Io lo faccio venerdì un tatuaggio con fiori e farfalle sul piede. Mi chiamo Luca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *